Adozione App IO – Altri enti (Regioni/Province autonome, Aziende sanitarie locali e ospedaliere, Università, Enti di ricerca e AFAM)

Scadenza: 13 gennaio 2023
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento per la trasformazione digitale

Dotazione Complessiva
€ 30.000.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

L'obiettivo del bando è la migrazione e l’attivazione dei servizi digitali dell’ente sull’App IO, seguendo una logica di “pacchetti”, a 3 servizi e prevedendo comunque un limite massimo di servizi finanziabili corrispondente a:

  • 20 per le Regioni;
  • 20 per le Aziende sanitarie locali e ospedaliere;
  • 15 per le università, gli Enti di ricerca e le AFAM.

La Misura è collegata all’articolo 64-bis del Codice dell’Amministrazione Digitale, il quale prevede che le pubbliche amministrazioni e altri soggetti, tramite il punto di accesso telematico attivato presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, rendano fruibili digitalmente i propri servizi.

In particolare, l’App IO mette a disposizione di tutte le pubbliche amministrazioni e gli altri soggetti una piattaforma comune e semplice da usare, con la quale relazionarsi in modo personalizzato, rapido e sicuro, consentendo l’accesso ai servizi e alle comunicazioni delle amministrazioni direttamente dal proprio smartphone. Inoltre, la sua implementazione determina una maggiore fruibilità dei servizi online, permettendo di accedere, attraverso l’App, che si basa sull’utilizzo di altre piattaforme abilitanti previste dalla legge, ad una pluralità di servizi e informazioni.

Interventi ammissibili

Il bando sostiene la migrazione e l’attivazione dei servizi digitali e non sull’APP IO, erogati dal Soggetto Attuatore.

Per l’App IO, i servizi attivabili possono essere classificati secondo 3 differenti tipologie.

Tipologia 1

Messaggi inviati allo specifico cittadino, individuato per codice fiscale, che possono essere:

  • informativi (solo testo o con allegati);
  • veicolare dei promemoria/scadenze (da aggiungere al calendario);
  • avvisi di pagamento.

Tipologia 2

Punti di accesso a servizi già digitalizzati presso i canali gestiti dall’ente, a cui l’utente di IO può accedere senza inserire nuovamente le sue credenziali (single sign on) che permettono un’interattività bidirezionale.

Tipologia 3

Tecnologie abilitanti che permettono sempre un’interattività bidirezionale, ma che richiedono ulteriori implementazioni all'Ente, non presenti sul developer portal.

Nell'individuazione di un servizio attivabile sull’APP IO, l’Ente potrà inoltre considerare le seguenti caratteristiche:

  • uno scopo / obiettivo (es. iscrizione, promemoria, pagamento, informazione, certificati, sovvenzione);
  • un pubblico di riferimento (tutti / o caratterizzati da attributi, es. età, professione, residenza);
  • un attore che lo eroga;
  • un livello di interattività con i cittadini (es. monodirezionale / bidirezionale);
  • un ambito (es.: Istruzione, Vita lavorativa, Anagrafe e stato civile…);
  • un’area geografica di competenza (es. tutto il territorio nazionale, il comune, la regione, …).

Le attività di migrazione e attivazione dei servizi dovranno essere eseguite nei seguenti termini:

  • massimo 6 mesi (180 giorni) per la contrattualizzazione del fornitore dalla data di notifica del decreto di finanziamento;
  • massimo 8 mesi (240 giorni) per la migrazione e attivazione dei servizi, a partire dalla data di contrattualizzazione del fornitore.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando:

  • le Regioni e le Province Autonome;
  • le Aziende sanitarie locali, le Aziende ospedaliere pubbliche e le Agenzie sanitarie regionali;
  • le Università e gli Istituti di Istruzione Universitaria pubblici, gli Enti e le Istituzioni di ricerca pubblici, gli Enti e Consorzi per il diritto allo studio, i Consorzi interuniversitari di ricerca e le Istituzioni per l’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica - AFAM pubbliche.

Ogni Soggetto Attuatore può presentare una sola domanda di partecipazione.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 30.000.000 Euro

Gli importi del finanziamento concedibile, riconosciuti per ogni singolo servizio, sono forfettari e sono differenziati in base alla tipologia dell’Ente:

  • Regioni
  • con popolazione fino a 1.000.000 di abitanti: 2.448 Euro;
  • con popolazione tra 1.000.000 e 3.500.000 di abitanti: 5.753 Euro;
  • con popolazione oltre i 3.500.000 di abitanti: 14.866 Euro.
  • Strutture sanitarie
  • Aziende sanitarie locali e aziende ospedaliere: 5.904 Euro.
  • Università, Enti di ricerca e AFAM
  • Università: 3.275 Euro;
  • Enti di ricerca e AFAM: 2.001 Euro.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Allegato 2

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Consulta scrupolosamente le informazioni relative all’ammissibilità delle domande e dei Soggetti Attuatori (Cfr. Art. 7, pagg. 10-11 del bando).

Attenzione! I Soggetti Attuatori devono presentare domanda di ammissione al finanziamento esclusivamente tramite il sito PA digitale 2026. Ricorda: per l’accesso alla Piattaforma è obbligatorio il possesso di una identità digitale dell’utente (SPID, CIE).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del finanziamento (Cfr. Art. 13, pag. 15 del bando).

Leggi con attenzione tutta la documentazione allegata al bando,è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta.  L’individuazione e la raccolta della documentazione completa sono di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

Se hai bisogno di ulteriori chiarimenti, prendi contatto diretto con l'ente finanziatore al questo indirizzo link.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.