Arresto temporaneo dell’attività di pesca per emergenza Covid-19

Scadenza: 18 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Lazio

Dotazione Complessiva
€ 500.000
Finanziamento Minimo
€500
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

La Regione Lazio nell’ambito del Programma Operativo FEAMP 2014/2020 intende sostenere l’arresto temporaneo delle attività di pesca come conseguenza dell’epidemia di COVID-19.

Interventi ammissibili

Il bando intende concedere un sostegno finanziario per l’arresto temporaneo delle attività di pesca come conseguenza dell’epidemia di COVID-19 realizzata nel periodo tra il 1° febbraio 2020 e il 31 dicembre 2020. È ritenuta ammissibile a contributo la corresponsione di un premio anche per i pescherecci che operano nell’ambito di un accordo di partenariato per una pesca sostenibile.

L’imbarcazione da pesca deve aver svolto un’attività di pesca in mare per almeno 120 giorni nel corso dei due anni civili precedenti la data di presentazione della domanda di sostegno.

Se un peschereccio è registrato nel registro della flotta peschereccia dell’Unione da meno di due anni alla data di presentazione della domanda di sostegno, i giorni minimi di attività di pesca richiesti per tale peschereccio sono calcolati come percentuale di 120 giorni nel corso degli ultimi due anni civili con la formula seguente: giorni minimi di attività di pesca = 120/730xN, dove N = numero di giorni di registrazione del peschereccio nel Registro della flotta peschereccia.

Sono ammessi al sostegno i periodi di sospensione delle attività di pesca effettuati anche non continuativi ad eccezione dei periodi di arresto temporaneo obbligatorio di cui all’art. 33 par. 1 lett. a), b) e c) del Reg. (UE) 508/2014, ovvero da altre disposizioni nazionali e/o regionali che prevedono misure tecniche obbligatorie di sospensione delle attività di pesca per esigenza di tutela degli stock ittici e degli ecosistemi marini.

La misura si applica sull’intero territorio della regione Lazio, con l’esclusione delle acque interne, fatti salvi i vincoli di legge.

L'imbarcazione da pesca per la quale viene richiesto il sostegno deve essere iscritta nel Registro comunitario delle navi da pesca nonché in uno dei Compartimenti marittimi della regione Lazio alla data di presentazione del fermo COVID alla Capitaneria di Porto ai sensi della Circolare MiPAAF n. 6485 del 27 marzo 2020.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando gli armatori di imbarcazioni da pesca iscritte in uno dei Compartimenti marittimi del territorio della regione Lazio al momento della presentazione dell’autodichiarazione di mancata effettuazione dell’attività di pesca per emergenza sanitaria.

L’impresa armatrice di più imbarcazioni dovrà presentare istanza per ciascuna di essa che ha effettuato un periodo, anche non continuativo, di sospensione dell’attività di pesca.     

L'armatore dell'imbarcazione deve essere iscritto nel Registro delle imprese di pesca.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 500.000 Euro

Il premio da corrispondere all’impresa di pesca, per ogni imbarcazione, è funzione del numero di giorni di sospensione dell’attività di pesca e della stazza del peschereccio. Si consiglia di consultare le due tabelle riportanti le relazioni per il calcolo del premio giornaliero (P) spettante all’impresa per ciascuna imbarcazione (Cfr. par. 6.2, pagg. 5-6 del bando).

Non è previsto il pagamento di premi inferiori a 500 Euro e pertanto, qualora dal calcolo del sostegno derivi un premio inferiore a tale somma, questo non sarà erogato.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Prima della presentazione della domanda di sostegno alla Regione gli armatori dovranno aver presentato ai competenti Uffici Marittimi la documentazione prevista dalla circolare del Mipaaf n. 6485 del 27/03/2020.

Il bando prevede una fase istruttoria di ammissibilità e una fase di valutazione, entrambe basate su specifici criteri. Si consiglia di consultarli scrupolosamente (Cfr. Artt. 12 e 13, pagg. 7-9 del bando).

Il pagamento del premio verrà effettuato in un’unica soluzione su presentazione di apposita domanda di pagamento predisposta secondo il modello contenuto nell’allegato 3.

Ricorda! In caso di parità di punteggio conseguito tra due o più operazioni, si applica il criterio dell’età del beneficiario, dando preferenza ai più giovani.  

Rimani aggiornato anche in fase di candidatura! Mentre predisponi la tua domanda di sostegno, consulta regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.