Contributi per proposte di intervento finalizzate a migliorare la resilienza della rete elettrica di distribuzione

Scadenza: 3 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Ministero della Transizione Ecologica - PNRR (Piano Nazionale Ripresa e Resilienza)

Dotazione Complessiva
€ 350.000.000
Finanziamento Minimo
€1.000.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il MiTE – Dipartimento Energia - Direzione Generale Incentivi Energia intende selezionare e finanziare progetti che prevedono interventi sulla rete di distribuzione finalizzati ad aumentare la resilienza del sistema elettrico agli eventi di stress meteo climatico in modo da evitare o comunque ridurre la probabilità e l'entità delle interruzioni di corrente.
 

Interventi ammissibili

Le proposte progettuali devono prevedere la realizzazione di interventi volti ad incrementare il livello di resilienza agli eventi meteoclimatici quali:

  • formazione di manicotti di ghiaccio/neve;
  • vento/caduta piante;
  • allagamenti e rischio idrogeologico;
  • ondate di calore;
  • inquinamento salino e/o atmosferico.

I progetti potranno prevedere la costruzione, l’adeguamento, l’irrobustimento e l’efficientamento di infrastrutture elettriche per la distribuzione finalizzati ad incrementare il livello di resilienza attraverso interventi per:

  • la mitigazione dei rischi;
  • l’aumento della tenuta alle sollecitazioni;
  • l’irrobustimento della rete.

A titolo esemplificativo risulteranno agevolabili progetti che prevedono:

  • realizzazione di nuovi elettrodotti;
  • incremento della magliatura della rete;
  • interramenti totali/parziali di linee;
  • irrobustimento delle linee (es. sostituzione conduttori, sostegni, funi di guardia, realizzazione di linee in cavo);
  • sostituzione di giunti;
  • rifacimento totale o parziale di cabine secondarie o posti di trasformazione su palo;
  • interventi atti alla riduzione dei rischi indiretti dovuti alla caduta di piante per effetto di fenomeni meteo climatici come vento forte;
  • interventi atti alla riduzione dell’effetto delle ondate di calore;
  • interventi atti alla realizzazione di nuovi nodi telecontrollati.

 

Chi può partecipare

Possono presentare domanda gli operatori del sistema di distribuzione dell’intero territorio nazionale che operano in regime di concessione pubblica per i quali non sia stato avviato un procedimento di decadenza, ad esclusione di quelli che svolgono anche attività di produzione salvo il caso in cui le società integrate verticalmente siano dotate di strumenti idonei a garantire la separazione delle attività di produzione e distribuzione tramite conti separati per ciascuna delle attività.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 350.000.000 Euro, di cuialmeno 140.000.000 Euro, pari al 40% del totale, riservato alle regioni del Mezzogiorno - Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Per la realizzazione degli interventi è stabilito un costo unitario massimo pari a Euro 125.000,00/Km di rete beneficiata.

Contributo minimo per progetto: 1.000.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 100%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verificate con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 6, pag. 14 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo. Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto? (Cfr. Art. 13, pag. 21 del bando).

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione vi guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art.9, pag. 16 del bando).

È sempre consigliabile prendere contatto diretto con l’Ente finanziatore, ti aiuterà a comprendere se il tuo progetto possiede le giuste caratteristiche per essere finanziato: resilienza@pec.mite.gov.it.

Rimani aggiornato anche in fase di candidatura! Mentre scrivi la proposta progettuale, consulta regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.