Scadenza: 9 giugno 2021
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - DG EMPL

Dotazione Complessiva
€ 5.930.000
Finanziamento Massimo
€500.000
Finanziamento Minimo
€150.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

Il bando intende finanziare progetti che rafforzino la capacità delle organizzazioni dei lavoratori di far fronte, a livello europeo/transnazionale, alle sfide legate all’occupazione e alle politiche sociali.

In particolare verrà data priorità a quegli interventi che contribuiscano a

  • modernizzare il mercato del lavoro e i sistemi di protezione sociale;
  • creare posti di lavoro e aumentare l’occupazione nelle PMI;
  • creare nuove competenze e nuove forme di lavoro;
  • migliorare la qualità del lavoro, garantire alti standard di sicurezza e un trattamento giusto ed equo dei lavoratori;
  • favorire la digitalizzazione dell’economia e della società e la diffusione di sistemi di intelligenza artificiale;
  • favorire l’affermazione di un’economia sostenibile a emissioni zero;
  • favorire un equilibrio fra vita lavorativa e famigliare;
  • favorire una maggiore mobilità dei lavoratori nell’UE e livelli di occupazione giovanile più elevati;
  • mitigare le conseguenze negative del COVID-19 economico-sociali e rafforzare le capacità delle Organizzazioni dei lavoratori di farvi fronte.

I progetti dovranno inoltre essere in linea con le priorità del dialogo sociale europeo, fra cui rafforzare la contrattazione collettiva e il coinvolgimento delle parti sociali nel Semestre Europeo e nella definizione delle politiche a livello europeo.

Interventi ammissibili

Il bando finanzia le seguenti attività: conferenze, seminari, tavole rotonde, studi, indagini, pubblicazioni, corsi di formazione, sviluppo di strumenti di formazione innovativi, creazione di reti e scambio di buone pratiche.

Le attività devono essere organizzate e svolte in modo tale da non creare discriminazioni e da consentire la partecipazione di persone con disabilità.

I progetti devono essere realizzati nel territorio dei Paesi eleggibili (vedi paragrafo successivo) e devono avere una durata compresa tra i 12 e i 24 mesi.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando enti pubblici e privati

  • legalmente riconosciuti (sono eleggibili anche le organizzazioni delle parti sociali senza personalità giuridica purché soddisfino i requisiti finanziari disposti dal bando)
  • con sede legale in un Paese eleggibile, ossia in uno stato membro dell’UE o in uno stato extra-UE fra i seguenti: Albania, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia e Turchia. Gli enti con sede legale in uno stato extra-UE possono partecipare solo come partner di progetto e non nel ruolo di coordinatori.

La partecipazione al bando è prevista in forma singola o associata. 

Se la partecipazione al bando avviene in forma singola, il richiedente deve essere un'organizzazione delle parti sociali che rappresenta i lavoratori a livello europeo.

Se la partecipazione al bando avviene in forma associata (partenariato):

  • il partenariato deve prevedere un coordinatore e almeno un altro ente partner appartenente alle categorie previste 
  • il coordinatore deve essere un'organizzazione delle parti sociali che rappresenta i lavoratori a livello europeo, nazionale o regionale
  • se il coordinatore non è un’organizzazione delle parti sociali attiva a livello europeo, il partenariato deve includere almeno un’altra organizzazione appartenente a un Paese eleggibile diverso da quello del coordinatore e un’organizzazione delle parti sociali attiva a livello europeo. In questo caso, almeno una delle organizzazioni menzionate (un’organizzazione delle parti sociali attiva a livello europeo e un’organizzazione di un altro stato membro diverso da quello del coordinatore) deve necessariamente partecipare come partner mentre l’altra (o le altre), possono partecipare come partner, associati o entità associate
  • i partner devono rientrare in una delle seguenti categorie: organizzazioni non profit, parti sociali nazionali/regionali, università e istituti di ricerca, autorità pubbliche, organizzazioni internazionali

In entrambi i casi (partecipazione in forma singola o in partenariato) è prevista la partecipazione di partner associati, quali: organizzazioni non profit, parti sociali nazionali/regionali, università e istituti di ricerca, autorità pubbliche, organizzazioni internazionali. 

Eccezioni e casi specifici di eleggibilità sono riportati a p. 9 del bando.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 5.930.000 Euro

Quota di co-finanziamento: 90% dei costi totali ammissibili

Le proposte finanziate hanno generalmente un budget compreso fra i 150.000 e i 500.000 Euro, tuttavia possono essere presentate anche proposte progettuali con importi diversi.

Il bando finanzierà approssimativamente tra le 15 e le 20 proposte progettuali.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Le organizzazioni diverse dalle parti sociali, possono partecipare al bando esclusivamente all’interno di partenariati, nel ruolo di partner di progetto (beneficiari) o di entità affiliata o di organizzazione associata (vedi glossario a p.21 del bando).

In caso di partenariati le proposte progettuali devono essere presentate dall’ente coordinatore. Le proposte devono essere caricate online sul portale dedicato, dopo aver creato un account EULogin ed aver registrato la propria organizzazione nel Registro dei Partecipanti. Le proposte devono essere complete di tutte le informazioni e di tutti i documenti richiesti:

  • Sezione A - Informazioni amministrative sui partecipanti e budget sintetico del progetto;
  • Sezione B - Descrizione tecnica del progetto;
  • Allegati - Cv dei componenti del gruppo di lavoro e descrizione dei progetti svolti negli ultimi 3 anni.

Si evidenzia che le proposte verranno valutate tenendo conto dei seguenti criteri (p. 14 del bando):

  • rilevanza e coerenza rispetto agli obiettivi e alle priorità definite nel bando;
  • qualità della progettazione, della realizzazione, del gruppo di lavoro e dell’eventuale partenariato;
  • impattoe sostenibilità del progetto nel medio-lungo termine.

I risultati della selezione dei progetti saranno comunicati a ottobre/novembre 2021. I contributi verranno erogati ai soggetti selezionati in un numero di tranche variabile a seconda della durata del progetto.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.