Bando "Economia Circolare"

Scadenza
9 marzo 2020
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Regione Marche, Servizio attività produttive, lavoro e istruzione, Struttura: p.f. innovazione, ricerca e internazionalizzazione

Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

Nel dicembre 2015 la Commissione Europea ha adottato un Piano d'Azione per favorire l’accelerazione, di quella che è considerata ormai una priorità politica ed economica, sia per il settore pubblico che per quello privato, vale a dire la transizione verso un modello di economia circolare, basato sul concetto di “ridurre, riusare e riciclare”, in luogo del concetto lineare di “produrre, consumare e scartare”.

In tale contesto, con il presente intervento la Regione Marche intende sostenere le imprese del territorio che realizzanoprogetti di sviluppo che rimodellano le catene di valore aziendale, secondo le logiche di miglioramento ambientale ed economia circolare basate cioè sulla re-immissione in circolo di materiali, beni, energia per favorire la crescita economica e sociale della collettività attraverso un uso piu’ efficiente e sostenibile delle risorse ed il rispetto dell’ambiente.

Il presente bando sostiene progetti in grado di mettere a sistema competenze e risorse al fine di promuovere innovazioni di prodotto e processo di livello tecnologico di almeno TRL5, destinate all’industrializzazione e commercializzazione dei prodotti/servizi, nell’ottica nell’economia circolare e rigenerativa, in uno dei seguenti ambiti tematici:

- Riutilizzo e riciclo di materiali composti e/o altri materiali plastici

- Eco-Design e nuovi modelli di Business applicati ai settori dell'arredo, del Made in Italy e del packaging

- Trattamento e valorizzazione di scarti organici ed inorganici, anche attraverso approcci di digitalizzazione e simbiosi industriale

Al fine di favorire un approccio culturale imperniato sulla circolarità, inclusivo di scambio delle competenze, nonché orientato alla diffusione di comportamenti sociali virtuosi, i progetti potranno prevedere forme di collaborazione effettiva tra le imprese e gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza e/o gli enti pubblici, e/o gli enti non commerciali (associazioni, fondazioni ecc).

Attenzione!Per TRL si intendeTechnology Readiness Level: TRL5 = validazione tecnologica in ambito industriale, TRL6 = dimostrazione della tecnologia in ambito industriale; TRL7 = dimostrazione del prototipo in ambiente operativo reale; TRL8 = definizione e qualificazione completa del sistema, TRL9 = dimostrazione completa del sistema in ambiente operativo reale (prova funzionale con tecnologie abilitanti ed applicazione al settore industriale specifico).

Chi può partecipare

Possono accedere al finanziamento partenariati composti da almeno tre PMI, indipendenti l’una dall’altra, non associate, non collegate.

I raggruppamenti proponenti, costituiti o costituendi, dovranno essere già definiti alla data di presentazione della domanda, ovvero riportare l’impegno a costituirsi entro la data di accettazione degli esiti istruttori, e dovranno essere organizzati in una delle seguenti tipologie o forme similari giuridicamente riconosciute:

1. Contratto di rete

2. Associazioni o raggruppamenti di imprese, a carattere temporaneo, appositamente costituite per la realizzazione del progetto oggetto della domanda di sostegno.

Eventuali accordi di collaborazione tra il raggruppamento di imprese e gli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza pubblici o privati (Università, Centri di trasferimento tecnologico, Istituti di ricerca o altri organismi di ricerca ed innovazione, ecc.), e/o gli enti pubblici, e/o gli enti non commerciali (associazioni, fondazioni, ecc) sono regolati e disciplinati da apposita convenzione nella forma di scrittura privata. Tali soggetti non potranno essere beneficiari del contributo ma fornitori di servizi, consulenze specialistiche e altre attività strettamente connesse al progetto presentato. Ciascuna impresa può partecipare ad un solo raggruppamento. Ogni raggruppamento può inviare una sola domanda di partecipazione al bando.

Attenzione! Ogni soggetto aderente all’accordo deve partecipare concretamente, con propri fondi, alla realizzazione degli interventi. Nessun soggetto aderente dovrà sostenere più del 60% del totale delle spese ammissibili e rendicontate

Entità del contributo

La dotazione finanziaria del bando è di 1.900.000 Euro.

Il costo totale ammissibile del programma di investimento presentato a valere sul presente bandonon deve essere inferiore a 400.000 Euro. Il contributo concedibile sarà calcolato su un ammontare massimo di spese ammissibili non superiore a 1.000.000 Euro.

 

Spese ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni del presente bando le spese relative alle seguenti voci:

- Costi per ilpersonale (massimo 30% del costo ammissibile del progetto):
a) Dipendente (inclusi contratti di somministrazione lavoro) relativo a laureati, ricercatori, dottorati, tecnici e altro personale ausiliario, esclusivamente per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto, necessarie per la realizzazione del programma di investimento, coinvolti nell’innovazione di processo e dell’organizzazione, nonché nella realizzazione di prototipi e/o prodotti pilota e nelle attività di test e convalida di prodotti/servizi e processi
b) Costi per la messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte degli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza

- Costi per gli investimenti in attivi materiali ammortizzabili funzionali alla realizzazione di nuovi prodotti e/o processi (macchinari/impianti/attrezzature) nuovi di fabbrica, o rigenerati/ricondizionati.

- Programmi informatici acquisiti in proprietà o in concessione capitalizzati

- Costi per l'ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali (forme di proprietà intellettuale: quali licenze, modelli, marchi, ecc), sostenuti direttamente dal soggetto beneficiario per conto proprio

- Costi dei brevetti acquisiti, o ottenuti in licenza, da fonti esterne alle normali condizioni di mercato

- Costi per i servizi di consulenza in materia di innovazione comprensivi di costi della ricerca contrattuale e dei costi per consulenze a sostegno all'innovazione, prestati da consulenti esterni, nella misura massima del 30% del costo ammissibile del progetto

- Costi per materiali, forniture, anche usati, inclusi componenti, semilavorati e loro lavorazioni, acquisiti da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, per la realizzazione fisica di prototipi, dimostratori e/o impianti pilota e prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

Non sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

- Acquisto di beni ammortizzabili usati

- Spese per investimenti meramente sostitutivi, rispondenti a necessità di adeguamento del processo produttivo alle esigenze di mercato

- Spese per il funzionamento dell’impresa (es. gestione, consulenze relative all’ordinaria amministrazione, servizi di consulenza fiscale, legale, pubblicità, ecc), fatto salvo quanto previsto per le spese di personale

- Spese relative ad investimenti necessari per conseguire gli standard imposti dalla legge o da provvedimenti equivalenti

- Spese per beni e impianti non strettamente necessari per l’esercizio dell’attività dell’impresa, anche se obbligatori per legge (es. estintori, impianto antincendio, impianto antifurto, impianto di videosorveglianza, impianto di condizionamento e/o riscaldamento ambienti, impianti elettrici, ecc.)

- Spese per manutenzione ordinaria

- Spese di spedizione, viaggio, vitto, alloggio

- Oneri per imposte, concessioni, spese bancarie, interessi passivi, e altri oneri meramente finanziari

- Beni in comodato

- Autovetture, veicoli, mezzi di trasporto, compresi tutti i tipi di allestimenti finalizzati al trasporto

- Imbarcazioni, natanti, draghe, pontoni/strutture/mezzi galleggianti compresi relativi macchinari e allestimenti

- Spese per mobili e arredi

- Spese per opere edili

- Spese di ammortamento relativi ad attivi materiali ed immateriali che hanno beneficiato di contributi pubblici

- Spese per consulenze per la gestione del progetto

- Costi relativi ad attività orientate alla commercializzazione.

Spese ammissibili

Sono ammissibili alle agevolazioni del presente bando le spese relative alle seguenti voci:

- Costi per ilpersonale (massimo 30% del costo ammissibile del progetto):
a) Dipendente (inclusi contratti di somministrazione lavoro) relativo a laureati, ricercatori, dottorati, tecnici e altro personale ausiliario, esclusivamente per la parte di effettivo impiego nelle attività del progetto, necessarie per la realizzazione del programma di investimento, coinvolti nell’innovazione di processo e dell’organizzazione, nonché nella realizzazione di prototipi e/o prodotti pilota e nelle attività di test e convalida di prodotti/servizi e processi
b) Costi per la messa a disposizione di personale altamente qualificato da parte degli organismi di ricerca e diffusione della conoscenza

- Costi per gli investimenti in attivi materiali ammortizzabili funzionali alla realizzazione di nuovi prodotti e/o processi (macchinari/impianti/attrezzature) nuovi di fabbrica, o rigenerati/ricondizionati.

- Programmi informatici acquisiti in proprietà o in concessione capitalizzati

- Costi per l'ottenimento, la convalida e la difesa di brevetti e altri attivi immateriali (forme di proprietà intellettuale: quali licenze, modelli, marchi, ecc), sostenuti direttamente dal soggetto beneficiario per conto proprio

- Costi dei brevetti acquisiti, o ottenuti in licenza, da fonti esterne alle normali condizioni di mercato

- Costi per i servizi di consulenza in materia di innovazione comprensivi di costi della ricerca contrattuale e dei costi per consulenze a sostegno all'innovazione, prestati da consulenti esterni, nella misura massima del 30% del costo ammissibile del progetto

- Costi per materiali, forniture, anche usati, inclusi componenti, semilavorati e loro lavorazioni, acquisiti da fonti esterne alle normali condizioni di mercato, per la realizzazione fisica di prototipi, dimostratori e/o impianti pilota e prodotti analoghi direttamente imputabili al progetto.

Non sono ritenute ammissibili le seguenti spese:

- Acquisto di beni ammortizzabili usati

- Spese per investimenti meramente sostitutivi, rispondenti a necessità di adeguamento del processo produttivo alle esigenze di mercato

- Spese per il funzionamento dell’impresa (es. gestione, consulenze relative all’ordinaria amministrazione, servizi di consulenza fiscale, legale, pubblicità, ecc), fatto salvo quanto previsto per le spese di personale

- Spese relative ad investimenti necessari per conseguire gli standard imposti dalla legge o da provvedimenti equivalenti

- Spese per beni e impianti non strettamente necessari per l’esercizio dell’attività dell’impresa, anche se obbligatori per legge (es. estintori, impianto antincendio, impianto antifurto, impianto di videosorveglianza, impianto di condizionamento e/o riscaldamento ambienti, impianti elettrici, ecc.)

- Spese per manutenzione ordinaria

- Spese di spedizione, viaggio, vitto, alloggio

- Oneri per imposte, concessioni, spese bancarie, interessi passivi, e altri oneri meramente finanziari

- Beni in comodato

- Autovetture, veicoli, mezzi di trasporto, compresi tutti i tipi di allestimenti finalizzati al trasporto

- Imbarcazioni, natanti, draghe, pontoni/strutture/mezzi galleggianti compresi relativi macchinari e allestimenti

- Spese per mobili e arredi

- Spese per opere edili

- Spese di ammortamento relativi ad attivi materiali ed immateriali che hanno beneficiato di contributi pubblici

- Spese per consulenze per la gestione del progetto

- Costi relativi ad attività orientate alla commercializzazione.

Link e Documenti

Bando

Pagina web per formulari e documenti

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Vai al bando
Bando scaduto
Condividi
Registrati e consulta tutti i bandi aperti