Scadenza
15 settembre 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Fondazione CRT

Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio
Richiesta media/consolidata esperienza nella progettazione.

Finalità

Il presente bando offre a tutti i soggetti operanti nelle aree e nei settori di propria competenza la possibilità di presentare richieste di contributo per iniziative ed attività di rilevanza almeno locale sul territorio di riferimento della Fondazione, rientranti nelle seguenti aree di intervento.

Aree di intervento:

  • Arte, attività e beni culturali
  • Ricerca e Istruzione:
    • Educazione, istruzione e formazione
    • Ricerca scientifica e tecnologica
  • Welfare e Territorio:
    • Volontariato, filantropia e beneficenza
    • Salute pubblica
    • Protezione civile
    • Sviluppo locale

Interventi ammissibili

Verrà riservata particolare attenzione ai progetti che mirano ai seguenti risultati:

  • Promuovere lo  sviluppo economico e sociale del territorio, in tutti i settori di intervento della Fondazione, sia a ricaduta diretta sul tessuto economico locale sia indiretta attraverso interventi che, sotto diverse forme, generano/mantengono l’occupazione
  • Promuovere attivamente la costruzione di reti e circuiti sul territorio, con l’obiettivo di razionalizzare l’utilizzo delle risorse, con la concentrazione delle stesse sui soggetti non profit capaci di organizzarsi in pool e di compattare la propria offerta di attività senza per questo snaturarne i contenuti originali ed innovativi
  • Sviluppare la capacità di autofinanziamento delle organizzazioni richiedenti attraverso le diverse forme di raccolta fondi (strumenti complessi, uso nuove piattaforme, fidelizzazione, ecc)
  • Promuovere il welfare di comunità in un’ottica di inclusione e di coesione, attraverso interventi e misure di contrasto alla povertà, alle fragilità sociali e al disagio giovanile, di tutela dell’infanzia, di cura e assistenza agli anziani, di inclusione socio-lavorativa, di integrazione degli immigrati, di partecipazione delle persone con difficoltà.

Attenzione! Le attività oggetto della richiesta dovranno di norma realizzarsi entro 18 mesi dall’assegnazione del contributo, che dovrà comunque essere utilizzato entro la data indicata nella lettera di comunicazione dell’assegnazione.

Le attività e le iniziative proposte nei progetti devono realizzarsi nel territorio delle regioni Piemonte e Valle d’Aosta: i soggetti proponenti possono anche non avere sede nel territorio delle regioni Piemonte e Valle d’Aosta, ma debbono in questo realizzare il progetto.

Chi può partecipare

Alle diverse opportunità di finanziamento potranno accedere gli Enti pubblici e le Organizzazioni senza scopo di lucro (a titolo esemplificativo e non esaustivo Associazioni, Fondazioni e Comitati con o senza personalità giuridica), formalmente costituite prima del 31.12.2018, che:

  • Perseguano scopi di utilità sociale e di promozione dello sviluppo economico del territorio
  • Operino in una delle seguenti aree:
    • Arte e Cultura
    • Ricerca e Istruzione
    • Welfare e Territorio
  • Svolgano un’attività sul territorio delle Regioni Piemonte e Valle d’Aosta.

Si specifica che l’assenza di finalità di lucro deve essere esplicitata nello statuto dell’organizzazione richiedente, il quale deve prevedere:

  • Il divieto alla distribuzione, diretta e indiretta, di utili, avanzi di gestione, fondi e riserve in favore di amministratori, soci, partecipanti, lavoratori o collaboratori
  • La destinazione di utili e avanzi di gestione allo svolgimento dell’attività statutaria o all’incremento del patrimonio
  • La destinazione dell’eventuale attivo risultante dalla liquidazione a fini di pubblica utilità o ad altre organizzazioni prive di scopo di lucro.

Si ritiene che non perseguano finalità di lucro:

  • Le organizzazioni iscritte ai registri regionali del volontariato
  • Le organizzazioni iscritte ai registri delle associazioni di promozione sociale
  • Le organizzazioni iscritte all’albo nazionale delle ONG
  • Le organizzazioni iscritte al registro delle ONLUS.

Si ritengono inoltre soggetti ammissibili:

  • Le imprese strumentali della Fondazione CRT
  • Le cooperative che operano nel settore dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero
  • Le imprese sociali e le cooperative sociali iscritte all’apposita sezione del registro delle imprese

A tal fine si precisa che la Fondazione CRT nella valutazione delle richieste pervenute adotta in generale un principio di priorità nella selezione a favore dei soggetti pienamente non profit.

Attenzione! La Fondazione potrà individuare, nei termini e con le modalità ritenute opportune e precisate nei singoli bandi, altre categorie di soggetti destinati ad accedere alle opportunità di finanziamento.

Entità del contributo

L’erogazione del contributo avverrà al massimo in due soluzioni sulla base di una rendicontazione iniziale e di una finale.

Il contributo della Fondazione CRT sarà messo a disposizione sulla base di documentazione di spesa prodotta dal soggetto beneficiario secondo le modalità di rendicontazione determinata dal bando stesso.

Il beneficiario sarà tenuto a presentare lerendicontazioni previste dal bando, fornendo un aggiornamento del piano dei costi e delle relative coperture coerente con il budget presentato in sede di domanda di contributo. Gli scostamenti dovranno essere motivati: laddove lo scostamento fra totale dei costi previsti ed effettivi sia rilevante, superiore al 25%, tali da modificare sostanzialmente la realizzazione del progetto rispetto alle previsioni iniziali, la Fondazione CRT potrà ridurre l’entità del proprio contributo.

Link e Documenti

 

Pagina web per formulari e documenti

Bando

 

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

In caso di aggiudicazione del progetto, consigliamo di leggere con attenzione le linee-guida della Fondazione per la rendicontazione delle spese. In particolare, la documentazione di spesa trasmessa in sede di rendicontazione del contributo dovrà essere coerente con le attività oggetto del contributo, rispettando le seguenti caratteristiche:

  • essere riferita alle attività oggetto del contributo: sarà opportuno porre attenzione, nel richiedere l’emissione della documentazione a fornitori e collaboratori, a che sia specificato il più chiaramente possibile l’oggetto della fornitura e/o del servizio;
  • essere intestata all’organizzazione beneficiaria: qualora questa svolga funzione di capofila di un raggruppamento di organizzazioni o affidi la realizzazione dell’iniziativa ad altri soggetti, saranno ammessi giustificativi intestati ai soggetti terzi, purché l’organizzazione beneficiaria espliciti a quale titolo essi sono intervenuti nella realizzazione dell’iniziativa, fornendo ove disponibile documentazione in proposito (delibere, intese, convenzioni...);
  • riportare data non antecedente alla data di presentazione della domanda di contributo (data di chiusura della modulistica online).

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio
Richiesta media/consolidata esperienza nella progettazione.
Condividi
Registrati e consulta tutti i bandi aperti