Bando Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile 2022 X edizione – CCIAA Roma

Scadenza: 20 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Camera di Commercio di Roma

Dotazione Complessiva
€ 25.000
Finanziamento Massimo
€5.000
Co-finanziamento
50%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Roma, allo scopo di diffondere la cultura imprenditoriale femminile e favorire la crescita e lo sviluppo della realtà imprenditoriale femminile a Roma e provincia, bandisce la decima edizione del Bando “Idea innovativa, la nuova imprenditorialità al femminile”.
La misura mira a supportare economicamente le migliori idee imprenditoriali femminili di Roma e provincia per sviluppare nuove soluzioni o percorsi innovativi per lo svolgimento dell’attività d’impresa, per costituire buone prassi nell’ambito della creazione d’impresa e dello start-up e per sostenere progetti imprenditoriali volti allo sviluppo del tessuto sociale del territorio o alla rigenerazione urbana e sociale delle città e per fornire un aiuto concreto alla ripartenza delle imprese femminili.

Interventi ammissibili

Il contributo viene assegnato all’impresa femminile il cui progetto si sia distinto per l’originalità dell’attività svolta e/o per l’innovatività del processo produttivo, del prodotto o del servizio offerto, degli strumenti di commercializzazione o di assistenza alla clientela.

Rientrano fra le spese ammesse solo quelle imputabili al progetto in modo chiaro, specifico e diretto.

Sono considerate ammissibili le seguenti categorie di spesa:

1) impianti generali e spese di ristrutturazione dei locali destinati allo svolgimento dell’attività;

2) macchinari e attrezzature (compreso hardware) e beni strumentali direttamente pertinenti alla realizzazione del progetto;

3) spese per materiali di prova, realizzazione di prototipi e collaudi finali;

4) registrazione di brevetti internazionali;

5) infrastrutture di rete e collegamenti (incluse delle spese di softwaree hardware), consulenze ed altri servizi tecnologici e manageriali, nella misura massima del 20% del costo totale del progetto;

6) costo del personale dipendente secondo le diverse tipologie previste dalla legge, dedicato in via esclusiva all’elaborazione e allo sviluppo del progetto innovativo, nella misura massima del 20% del costo totale dello stesso;

7) azioni di marketinge comunicazione relative al progetto, nella misura massima del 10% del costo totale del progetto.

Chi può partecipare

Possono partecipare al Bando le micro, piccole e medie imprese di Roma e provincia che, al momento di presentazione della domanda abbiano sede legale e/o unità operativa iscritta presso il Registro delle Imprese della Camera e presentino il carattere di impresa, individuale o collettiva, “femminile”, ossia nello specifico:

  • se imprese individuali, abbiano titolare donna;
  • se società di persone o società cooperative, il numero delle donne socie rappresenti almeno il 60% della compagine sociale;
  • se società di capitali, le donne socie detengano almeno i due terzi delle quote di capitale e costituiscano almeno i due terzi del totale dei componenti dell’organo amministrativo.

Entità del contributo

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 25.000 Euro, ripartiti in cinque contributi di massimo 5.000 Eurocadauno da assegnare ad altrettante imprese per la realizzazione di un progetto imprenditoriale.

Il contributo per ciascuna impresa vincitrice è pari al 50% delle spese riconosciute ammissibili.

Il contributo concesso alla singola impresa vincitrice non può, in ogni caso, superare l’importo complessivo di 5.000 Euro ed è comprensivo delle ritenute fiscali di legge, se dovute.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di stesura i criteri di valutazione vi guideranno per capire l’importanza che sarà necessario dare ai singoli aspetti della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza a quegli aspetti che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 8 - Valutazione dei progetti e graduatoria. Provvedimento di concessione, pag. 3).  

Non aspettare fino all’ultimo momento per inviare il progetto! È sempre consigliabile inviare la domanda con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza per evitare problemi tecnici dell’ultimo minuto.  

Rimani aggiornato anche in fase di candidatura! Mentre predisponi il progetto, consulta regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.