Scadenza: 5 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Emilia-Romagna

Finanziamento Massimo
€20.000
Finanziamento Minimo
€5.000
Co-finanziamento
70%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

La Regione Emilia-Romagna sostiene iniziative culturali, di ricerca, di educazione, di informazione, di cooperazione e di formazione per sensibilizzare la comunità regionale, e in particolare le giovani generazioni, ai valori della pace, dei diritti umani, dell’educazione alla cittadinanza globale e della solidarietà internazionale.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili proposte di progetto relative ad iniziative culturali, di ricerca, di educazione, di informazione, di cooperazione e di formazione per sensibilizzare la comunità regionale, e in particolare le giovani generazioni, ai valori della pace, dei diritti umani, dell’educazione alla cittadinanza globale e della solidarietà internazionale.

Le iniziative proposte devono:

  • essere avviate, realizzate e concluse nell'anno solare 2022 (arco temporale 01/01- 31/12/2022);
  • essere realizzate in Emilia-Romagna.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando:

  • Enti Locali
  • Comuni e Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna;
  • Associazionismo territoriale, ovvero organizzazioni della società civile e altri soggetti senza finalità di lucro
  • Organizzazioni Non Governative (ONG);
  • Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS);
  • Organizzazioni di Volontariato (ODV);
  • Associazioni di Promozione Sociale (APS);
  • Cooperative Sociali.

I soggetti dell’associazionismo territoriale devono essere iscritti nei relativi registri nazionali ovvero regionali. Devono altresì avere sede legale o operativa in Emilia-Romagna ed essere presenti in maniera attiva nel territorio regionale. Per questi soggetti, inoltre, è obbligatoria la previsione nel proprio Statuto e/o atto costitutivo di attività di cooperazione e solidarietà internazionale e/o di promozione della pace e della nonviolenza, dell'intercultura, dei diritti umani, del dialogo interreligioso e della cittadinanza globale.

Le proposte progettuali possono essere presentate in forma singola o in forma associata.

Entità del contributo

Contributo minimo per progetto: 5.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 20.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 70%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Dedicati con cura alla stesura dell’Analisi di contestoedimostra che il tuo progetto intende sopperire ad un fabbisogno reale. A tal fine, assicurati che questa sezione sia corredata di dati e studi ufficiali.

Se decidi di presentare la tua proposta progettuale in forma associata, dedica tempo e attenzione alla costruzione del partenariato! La scelta dei partner non deve mai essere casuale. La parola d’ordine è complementarietà. Assicuriamoci che i soggetti che decidiamo di coinvolgere nella realizzazione del progetto abbiano le stesse nostre motivazioni. Se non ho un buon partenariato, un progetto, per quanto ben scritto, avrà delle serie difficoltà in fase di valutazione. Assicurati, inoltre, che tutti i partner siano eleggibili e che la composizione del partenariato rispetti i requisiti richiamati nel bando (Cfr. par. 2.1, pagg. 2-3, e par. 3.2, pagg. 3-4 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. par. 4, pag. 10 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 5, pagg. 10-12 del bando).

Rispetto dei criteri di eleggibilità delle proposte. Nella fase di valutazione ci sono due step: il primo è la valutazione dei criteri di eleggibilità e il secondo è la qualità della proposta. Le statistiche a disposizione ci dicono che il 10% delle proposte non arrivano alla valutazione sulla qualità del progetto perché i criteri di eleggibilità non vengono soddisfatti. Fai, dunque, molta attenzione ai criteri di ammissibilità stabiliti nel bando (Cfr. par. 8, pag. 14 del bando) e accertatevi di esserne in linea dal punto di vista amministrativo, territoriale e finanziario.

Leggi scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 8.1, pag. 15 del bando).

Hai bisogno di ulteriori informazioni sul bando?Contatta i seguenti collaboratori del Settore coordinamento delle politiche europee, programmazione, riordino istituzionale e sviluppo territoriale, partecipazione cooperazione e valutazione: Elena Zammarchi, Carmela Baldino, Demian Iannantuono (tel. 051/5273200-8758-9658 – mail PaceCittadinanza@regione.emilia-romagna.it).

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.