Scadenza: 31 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Marche

Dotazione Complessiva
€ 336.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

La Regione Marche promuove la realizzazione di interventi di economia solidalee di lotta agli sprechi alimentari e non alimentari, con l’obiettivo di diffondere un nuovo modello di sviluppo solidale a tutela delle fasce più deboli della popolazione.

Interventi ammissibili

È finanziabile la realizzazione di progetti che prevedano almeno una attività per ognuna delle due tipologie di spesa sotto elencate:

A. spese di investimento:

  • A.1 recupero di eccedenze di cibo prodotto e non utilizzato da ristoranti, mense, catering, recupero di alimenti non utilizzati o residui durante fiere, sagre e/o manifestazioni;
  • A.2 raccolta e distribuzione gratuita a fini umanitari di prodotti alimentari ritirati dai banchi di vendita prima della loro scadenza e/o invenduti;

B. spese correnti:

  • B.1 iniziative ed attività di formazione degli operatori (corsi, lezioni, stages) sulla conservazione degli alimenti e sulla tutela della salute dei consumatori,
  • B.2 attività di comunicazione, disseminazione e divulgazione.

I progetti devono prevedere una durata non inferiore a tre anni ed il coinvolgimento di almeno due soggetti attuatori (compreso il Comune beneficiario).

Chi può partecipare

I beneficiari diretti dei contributi sono i Comuni, i quali potranno avvalersi della collaborazione di altri soggetti attuatori (di cui all’art. 4 della l.r. 32/2017).

Entità del contributo

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 336.000 Euro, di cui:

  • 180.000 Euro per spese di investimento;
  • 56.000 Euro per spese correnti.

Contributo massimo per progetto:

  • 40.000 Euro per le spese di investimento
  • 8.000 per le spese di natura corrente.

Il contributo erogabile è pari al 100% del costo sostenuto per spese ammissibili.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verificate con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. 3.2 - Spese ammissibili, pag. 2 del bando).

Attenzione! Il rimborso dell’IVA è ammissibile solo se realmente e definitivamente sostenuta dal beneficiario finale. L’IVA che sia comunque recuperabile non può essere considerata ammissibile anche ove non venga effettivamente recuperata dal beneficiario.

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Sarà necessario dare maggiore rilevanza a quegli aspetti che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. 5.3 - Criteri di priorità e di premialità, pag. 4).

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.