Bando “Piemonte Film Tv Fund”: sostegno alle imprese di produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva

Scadenza
7 giugno 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Regione Piemonte

Dotazione Complessiva
€ 1.000.000
Finanziamento Massimo
€ 200.000
Finanziamento Minimo
€ 30.000
Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

Il Bando supporta le imprese operanti nel settore della produzione audiovisiva, cinematografica e televisiva, con l’obiettivo di favorire l’attrazione e l’incremento di investimenti idonei a sviluppare l’indotto e l’occupazione attraverso:

  • il reinsediamento sul territorio regionale di imprese che hanno delocalizzato;
  • l’insediamento di nuove imprese sul territorio regionale;
  • il consolidamento degli investimenti - relativi a nuove produzioni - delle imprese presenti sul territorio in termini di competitività e crescita per favorire il pieno e qualificato utilizzo delle infrastrutture regionali disponibili.

Interventi ammissibili

Il bando sostiene gli investimenti diretti alla produzione di opere audiovisive afferenti alle seguenti categorie:

  • lungometraggio di finzione a principale sfruttamento cinematografico;
  • film Tv di finzione;
  • serie Tv di finzione.

I progetti di realizzazione di opere audiovisive, alla data di candidatura, devono possedere i seguenti requisiti:

  • copertura finanziaria minima del 35% del “costo a copia campione” (la percentuale non deve includere l’eventuale quota riconosciuta a titolo di tax credit interno), fermo restando il rispetto dei limiti di cumulo posti dalle norme in materia di aiuti di stato;
  • essere in possesso di contratti di distribuzione, deal memo o lettera di impegno per la distribuzione o un contratto di pre-acquisto o coproduzione o di attivazione con un broadcaster o una piattaforma SVOD o VOD. Non si considera soddisfatto questo requisito tramite la presentazione di sola lettera di interesse;
  • piano di lavorazione che preveda un minimo di 10 giorni di riprese in Piemonte, fermo restando che il soggetto richiedente non è in ogni caso vincolato a spendere in Piemonte oltre il 50% del bilancio totale di produzione. Ai sensi dell’art. 54, comma 4 del Regolamento (UE) n. 651/2014, il massimo della spesa soggetta a obblighi di spesa a livello territoriale italiano non può superare complessivamente l'80% del bilancio totale di produzione.

Per tutte le tipologie di progetto, compresi i progetti seriali, i tempi di realizzazione dei progetti rientrano nei 18 mesi dalla data del provvedimento di concessione dei contributi, pena la revoca del contributo stesso, le imprese beneficiarie sono tenute a consegnare alla Regione Piemonte la rendicontazione finale.

Chi può partecipare

I beneficiari dei contributi previsti dal bando sono PMI, costituite da non meno di due anni a far data dalla presentazione dell’istanza, che abbiano almeno due bilanci depositati, e che al momento della presentazione della domanda siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritte al Registro delle Imprese;
  • avere una sede attiva sul territorio piemontese oppure dichiarare l’impegno all’apertura di almeno una Unità locale;
  • essere produttori indipendenti;
  • essere produttori unici o coproduttori dell’opera audiovisiva che costituisce l’investimento o avere un contratto di produzione esecutiva con la società di produzione dell’opera audiovisiva;
  • operare prevalentemente nel settore di “Attività di produzione cinematografica, di video e di programmi televisivi” (codice ATECO 2007 J 59.11, codice NACE J 59.11 o equivalente extraeuropeo);
  • non avere ancora avviato in Piemonte la produzione dell’opera audiovisiva per la quale si richiede il contributo;
  • non risultare impresa in difficoltà;
  • non essere sottoposti a procedure concorsuali o a liquidazione, a scioglimento della società, o concordato preventivo;
  • operare nel rispetto delle disposizioni in materia di contrattazione collettiva nazionale e territoriale del lavoro e degli obblighi contributivi;
  • non trovarsi nelle condizioni che non consentono la concessione delle agevolazioni ai sensi della Normativa Antimafia;
  • non trovarsi nella condizione di aver ricevuto e successivamente non rimborsato o depositato in un conto bloccato gli aiuti che le amministrazioni sono tenute a recuperare in esecuzione di una decisione di recupero;
  • non essere stati destinatari, nei 3 anni precedenti la data di comunicazione di ammissione alle agevolazioni, di provvedimenti con i quali è stata disposta la restituzione totale di agevolazioni pubbliche, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce da parte dell’impresa.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.544.293 Euro, ripartita su due sessioni per la presentazione delle domande di contributo, secondo la seguente articolazione:

  • prima sessione, con una dotazione finanziaria pari a 1.000.000 Euro;
  • seconda sessione, con una dotazione finanziaria pari a 544.293 Euro.

Contributo minimo per progetto: 30.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 200.000 Euro

Quota di cofinanziamento: l’ammontare del contributo per la domanda di finanziamento, nei limiti delle intensità anche cumulate previste dall’art. 54, commi 6 e 7 del Regolamento (UE) n. 651/2014, viene definito applicando le seguenti percentuali riferite ai seguenti costi:

  • 35% dei costi ammissibili relativi al personale dipendente o parasubordinato e ai professionisti del settore cinematografico. I costi ammissibili cd. “sopra la linea” sono imputabili fino ad un importo massimo di 60.000 Euro;
  • 20% dei costi ammissibili relativi ai fornitori di beni e servizi;
  • 10% dei costi ammissibili relativi a strutture ricettive.

Ai sensi dell’art. 54, comma 4 lettera b) l'importo dell'aiuto concesso è calcolato in termini di percentuale delle spese relative alle attività di produzione effettuate esclusivamente in Piemonte. Il contributo così definito, per ciascuna tipologia di costo ammissibile, costituisce l’ammontare massimo di contributo concedibile.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

I contributi sostengono la realizzazione di un prodotto che deve avere valenza culturale che costituisce elemento sostanziale afferente alla natura, agli obiettivi e alle condizioni di attuazione dell’operazione.

Il soggetto beneficiario, al momento della presentazione dell’istanza, è tenuto a dichiarare di non avere ancora avviato i lavori in Piemonte relativi alla produzione dell’opera audiovisiva per la quale richiede il contributo.

La domanda deve essere inviata nel rispetto delle seguenti scansioni temporali:

  • prima sessione, dalle ore 09.00 del 07/05/2021 alle ore 12.00 del 07/06/2021;
  • seconda sessione, dalle ore 09.00 del 03/09/2021 alle ore 12.00 del 04/10/2021.

Le domande vengono valutate nel rispetto della seguente procedura di valutazione che si articola in: istruttoria di ricevibilità; istruttoria di ammissibilità, valutazione tecnico finanziaria e valutazione di merito (consulta le tabelle a partire da pag. 11 del bando).

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Dotazione Complessiva
€ 1.000.000
Finanziamento Massimo
€ 200.000
Finanziamento Minimo
€ 30.000
Vai al bando
Bando scaduto