Scadenza: 31 marzo 2021
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Provincia autonoma di Trento

Bando scaduto

Finalità

Nel contesto di questo particolare momento segnato dalla pandemia COVID-19 si impone la necessità e l’urgenza di procedere con un piano di sostegno rivolto alle piccole e medie imprese operanti nel settore della ricettività turistica - comparto strategico per la società ed economia trentina - attraverso il loro rilancio e potenziamento strutturale.

Interventi ammissibili

La Provincia autonoma di Trento intende incentivare il settore della ricettività turistica al fine di migliorare la qualità complessiva dell’offerta trentina, intesa come insieme di ospitalità, servizi ed infrastrutture. Gli interventi che si intendono sostenere hanno l’obiettivo di rafforzare la qualità della permanenza dell’ospite e nello specifico sono:

Interventi ammissibili

  • interventi di miglioramento degli spazi esistenti destinati o da destinare ad alloggio dell’ospite
  • interventi di miglioramento degli spazi esistenti destinati o da destinare a zone comuni di permanenza dell’ospite o spazi ad esse funzionali
  • interventi di completamento e adeguamento della struttura ricettiva in funzione dell’offerta turistica

Spese Ammissibili

Investimenti immobiliari:

  • spese per opere edili, murarie e impiantistiche inerenti la ristrutturazione, l’ammodernamento, l’ampliamento e/o il cambio di destinazione d’uso degli immobili (incluse le sistemazioni esterne) destinati all’alloggio, agli spazi comuni o alla fornitura di servizi aggiuntivi alla clientela, nonché spese per acquisto e/o costruzione di parcheggi, comprensiva di eventuali spese di acquisto del terreno
  • spese tecniche (progettazione, direzione lavori, sicurezza, certificazione e collaudo statico) nella misura massima dell’8% degli investimenti immobiliari previsti.
  • operazioni di leasing

Investimenti mobiliari:

  • all’acquisto di mobili, arredi e attrezzature destinati all’alloggio (inclusi copriletti, piumini, trapunte, materassi, cuscini, ecc.), agli spazi comuni o alla fornitura di servizi aggiuntivi alla clientela, inclusi sistemi informatici hardware e software

Chi può partecipare

Possono beneficiare degli incentivi le seguenti imprese, ad esclusione delle imprese agricole:

  • esercizi alberghieri
  • esercizi extralberghieri a condizione che le unità locali nelle quali sono realizzati gli investimenti:
    • somministrano la prima colazione agli alloggiati
    • non abbiano più del 70% dei posti letto in unità abitative con servizio autonomo di cucina
    • rifugi escursionistici
    • strutture ricettive all’aperto

Per la concessione degli incentivi previsti dal bando il soggetto richiedente deve:

  • essere una piccola o media impresa
  • essere iscritto nel Registro delle imprese della provincia di Trento
  • avere un'unità operativa sul territorio provinciale
  • non avere in corso procedure concorsuali
  • solamente per i contributi concessi in regime di esenzione non essere considerato in difficoltà secondo la definizione della normativa comunitaria in materia di aiuti di stato

Entità del contributo

Il contributo può essere richiesto:

  • in regime «de minimis» nella misura del 30% o nella minor misura disponibile in relazione alla capienza de minimis del soggetto richiedente. 
  • in regime di esenzione secondo normativa comunitaria UE

Dettaglio in base alla tipologia di impresa:

  • Le piccole imprese possono richiedere la concessione di un contributo in conto capitale ai sensi del regime di esenzione nella misura del 20%
  • Le medie imprese possono richiedere la concessione di un contributo in conto capitale ai sensi del regime di esenzione nella misura del10%.

Distribuzione dei fondi:

miglioramento dei locali di alloggio (spazi esistenti) 

  • Contributo massimo: 300.000 Euro
  • Contributo minimo: 30.000 Euro

miglioramento degli spazi comuni (spazi esistenti)

  • Contributo massimo: 600.000 Euro
  • Contributo minimo: 50.000 Euro

completamento e adeguamento della struttura ricettiva (strutture aggiuntive)

  • Contributo massimo: 600.000 Euro
  • Contributo minimo: 70.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

I contributi sono concessi da parte dell’ente istruttore, secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda, si consiglia pertanto di affrettarsi nel presentare la richiesta di contributo.

Le iniziative relative alle domande presentate devono essere avviate successivamente alla presentazione della richiesta, pena l'inammissibilità della domanda. Limitatamente alla concessione di aiuti de minimis, le iniziative possono essere avviate non prima del 1 settembre 2020

Le iniziative agevolate devono essere completate entro il 31 dicembre 2021.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.