Scadenza: 21 novembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Fondazione Puglia

Dotazione Complessiva
€ 600.000
Finanziamento Massimo
€200.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando intende finanziare progetti originali di ricerca nel settore rilevante ricerca scientifica e tecnologica sui seguenti temi di ricerca:

  • Area Medica: Dalla Biologia Molecolare alla Medicina “5P” applicata alle Neoplasie;
  • Area Agro alimentare: Rigenerazione agricola di Territori interessati da eventi funesti (Es. Xylella, incendi, calamità naturali);
  • Area Ambientale: Paesaggio – Beni culturali – Turismo.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili interventi nell’ambito dei seguenti temi di ricerca:

  • Area Medica: Dalla Biologia Molecolare alla Medicina “5P” applicata alle Neoplasie

Il progetto deve identificare nuovi meccanismi che regolino lo sviluppo biologico delle neoplasie e la loro resistenza ai trattamenti farmacologici con attività target. A tal fine, sarà necessario utilizzare approcci di studio originali, che comprendano l’impiego di tecnologie innovative per sviluppare nuove conoscenze che possano essere impiegate per il miglioramento del management terapeutico del paziente affetto dalla neoplasia. Il progetto dovrà avere il suo focus principale sulla caratterizzazione del profilo molecolare delle neoplasie. I risultati del progetto di ricerca dovranno essere tali da poter sviluppare un percorso del management terapeutico del paziente, coerente con l’indirizzo dato dalla medicina delle “5 P”.

  • Area Agro alimentare: Rigenerazione agricola di Territori interessati da eventi funesti (Es. Xylella, incendi, calamità naturali)

Si dovrà progettare un programma attraverso i seguenti punti:

  • Definizione di progetti integrati di rigenerazione agricola finalizzati al recupero delle campagne abbandonate che mettano insieme agricoltura e industria agroalimentare di filiera;
  • Valorizzazione delle testimonianze di architettura rurale (masserie, casini di campagna, pajare, lamie, muretti a secco) mediante non solo il loro recupero e la successiva fruizione, ma nel contempo la rigenerazione dei terreni adiacenti e il successivo avvio delle coltivazioni;
  • Accelerazione delle attività di reimpianto delle colture annientate dell’evento funesto;
  • Misure atte a favorire la diversificazione delle colture (alberi da frutto e seminativo);
  • Valorizzazione le filiere agroalimentari e le produzioni tipiche locali;
  • Predisposizione di misure per incentivare le produzioni biologiche e sostenibili;
  • Valorizzazione delle biodiversità che caratterizzano il territorio.

 

  • Area Ambientale: Paesaggio – Beni culturali – Turismo

Il progetto dovrà individuare metodi e iniziative per recuperare e rendere attrattive territori e beni artistico-culturali abbandonati o comunque tralasciati.

Il turismo costituirà un elemento connettivo, ma dovranno essere le comunità locali ad esser protagoniste del recupero e del rilancio dei loro territori, il tutto ispirato sempre al totale rispetto del territorio in chiave sostenibile, nella sua valenza ambientale, sociale ed economica.

A titolo esemplificativo si potrà utilizzare uno o più tra questi metodi di lavoro:

  • Individuare sistemi finalizzati a salvaguardare, curare e valorizzare ecosistemi, paesaggi naturali o antropizzati colpiti o minacciati da degrado;
  • Progettare a fini di valorizzazione e promozione territoriale itinerari ambientali/ tematici/culturali, possibilmente integrando più temi;
  • Prevedere servizi e forme di accoglienza sul modello degli alberghi diffusi, degli alberghi di comunità, del turismo esperienziale;
  • Rilanciare con i principi della sostenibilità attività produttive basate sulle risorse del territorio, mestieri e forme di artigianato depositarie di saperi e competenze che non devono essere dispersi;
  • Proporre esperienze di destagionalizzazione e di decongestionamento turistico;
  • Studiare materiali e tecniche di costruzione, condizionamento, coibentazione, manutenzione sostenibili e che utilizzano risorse del territorio e che rendono l’opera dell’uomo quasi impercettibile all’occhio per integrarsi perfettamente nell’ambiente, minimizzandone l’impatto.

La durata del progetto non deve essere superiore a 24 mesi decorrenti dalla data di sottoscrizione della convenzione attuativa dello stesso.

Chi può partecipare

Possono partecipare i Dipartimenti delle Università e gli Istituti del Consiglio Nazionale delle Ricerche, aventi tutti sede legale, amministrativa ed operativa nella Regione Puglia, la cui attività si esercita nei temi di ricerca sopra riportati.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 600.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 200.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verificate con attenzione quali sono icosti ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 6, pag. 7 del bando).

Consultate scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali di ricerca. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo (Cfr. Art. 9, pagg. 7-8 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo. Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto? (Cfr. Art. 7, pag. 7 del bando).

Attenzione! Per qualsiasi chiarimento in relazione al bando, nessuna risposta sarà fornita per telefono, per e-mail, né per posta certificata. È necessario compilare la scheda “Richieste di Chiarimento” tramite l’Applicazione delle Richieste On Line, disponibile alla Pagina web per formulari e documenti.

Rimani aggiornato anche in fase di candidatura! Mentre scrivi la proposta progettuale, consulta regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.