Scadenza: 14 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Unioncamere Lombardia

Dotazione Complessiva
€ 390.000
Finanziamento Massimo
€18.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

Al fine di promuovere e valorizzare il territorio regionale e i suoi prodotti di qualità, dalla collaborazione tra Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia nell’ambito dell’Accordo per la competitività 2019-2023, ha origine il bando “Il turismo agricolo del vino e dell’olio di qualità”, strumento che si prefigge, in applicazione delle disposizioni normative relative alle attività di enoturismo, oleoturismo e agriturismo, di supportare le imprese agricole, gli agriturismi produttori di vino DOP e IGP e olio DOP, comprese le cantine e i frantoi, che intendono promuovere i vini e gli oli lombardi di qualità e le Strade del Vino e dei Sapori (12 percorsi enogastronomici riconosciuti che si snodano attraverso l’intero territorio lombardo e guidano il visitatore alla scoperta di prodotti di eccellenza, paesaggi naturali e bellezze artistiche e architettoniche).

Interventi ammissibili

Sono ammissibili gli interventi di adeguamento delle imprese vitivinicole, degli agriturismi che promuovono i vini lombardi DOP e IGP, dei Consorzi di produttori di vino DOP e IGP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento dell’attività eno-agrituristicaai sensi dei Decreti Attuativi del MIPAAF sulle modalità operative dell’enoturismo.
In analogia con quanto previsto dal Decreto Attuativo, sono ammissibili interventi similari per gli agriturismi produttori di olio extravergine di oliva lombardo DOP, imprese agricole produttrici di olio, frantoi, i Consorzi dell’olio extravergine di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP e delle Strade del Vino e dei Sapori per lo svolgimento di attività informative e formative per la conoscenza delle produzioni di qualità degli olii extravergini DOP. Gli interventi ammessi devono interessare esclusivamente il territorio lombardo.

Chi può partecipare

Possono accedere ai contributi:

  • le micro piccole e medie imprese lombarde aventi almeno una sede operativa o un’unità locale in Lombardia e operanti come imprese vitivinicole (produttori di vino, cantine), imprese agricole produttrici di olio, frantoi e agriturismi lombardi che intendono promuovere vini (DOP e IGP e olii di qualità) con i codici ATECO 01.21, 10.41.1, 11.02, 01.26 e 56.10.12 come attività primaria o secondaria;
  • i Consorzi di Tutela dei vini DOP e IGP lombardi e degli olii extravergini di oliva “Garda” e “Laghi Lombardi” DOP che abbiano sede operativa in Lombardia;
  • le Strade dei vini e dei sapori che hanno ottenuto il riconoscimento da parte di Regione Lombardia in base ai criteri stabiliti dalla D.G.R. n. 2575/2000, in forma singola o in partenariato fra di loro, ed eventuali loro Associazioni e Federazione.

Entità del contributo

Le risorse complessivamente stanziate per l’iniziativa ammontano a 390.000 Euro, di cui:

Per Imprese e consorzi la dotazione finanziaria è di 190.000 Euro di cui:

  • 70.000 Euro messe a disposizione dalla DG Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi
  • 120.000 Euro messe a disposizione dalle Camere di Commercio su base territoriale come indicato:
  • Bergamo: 10.000 Euro
  • Brescia: 70.000 Euro
  • Cremona: 5.000 Euro
  • Mantova: 10.000 Euro
  • Pavia: 15.000 Euro
  • Sondrio: 10.000 Euro

Per le Strade del vino e dei sapori la dotazione finanziaria è di 200.000 Euro messe a disposizione dalla DG Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi.

L’agevolazione consiste nella concessione di un contributo a fondo perduto parametrato alle sole spese ammissibili al netto di IVA (tranne nei casi in cui la stessa non sia in alcun modo recuperabile) in misura pari:

  • al 50% per imprese e Consorzi nel limite massimo di 10.000 Euro per beneficiario
  • al 100% per le Strade del Vino e dei Sapori nel limite massimo di 18.000 Euro per beneficiario.

L’investimento minimo per imprese e Consorzi è pari a 2.000 Euro; l’investimento minimo per le Strade del vino e dei Sapori è pari a 5.000 Euro.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verificate con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. B.3 Spese ammissibili, pag. 8).

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di predisposizione della domanda, i criteri di valutazione vi guideranno per capire l’importanza che sarà necessario dare ai singoli aspetti della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza a quegli aspetti che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. C.3 Istruttoria Criteri di valutazione, pag. 13).

Per questa tipologia di bandi, il fattore tempo è fondamentale. Generalmente, la dotazione finanziaria complessiva stanziata si esaurisce rapidamente. Puoi inviare un quesito per accertarti che siano ancora disponibili fondi. Al raggiungimento del limite della dotazione finanziaria stanziata, la piattaforma su cui si presenteranno le domande di contributo consentirà la presentazione di domande in lista d’attesa, da considerarsi overbooking, fino al raggiungimento di un importo aggiuntivo pari massimo al 100% della predetta dotazione finanziaria.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.