Scadenza
28 luglio 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Fondazione Compagnia di San Paolo

Finanziamento Massimo
€ 50.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio
Richiesta media/consolidata esperienza nella progettazione.

Finalità

Con il Documento programmatico pluriennale 2021-2024, la Fondazione Compagnia di San Paolo allinea la sua azione alle grandi politiche di ricostruzione nazionali ed europee, in modo coerente con l’opzione per lo sviluppo locale sostenibile e con gli obiettivi dell’Agenda 2030.

La transizione verde è la sfida prioritaria di tutte le principali politiche a livello sia internazionale sia nazionale. In tale scenario si inserisce anche il progetto Nuovo Bauhaus Europeo, lanciato nel settembre 2020 dalla Commissione Europea. Si tratta di un'iniziativa creativa e interdisciplinare che vuole creare uno spazio concettuale e progettuale d’incontro per progettare futuri modi di vivere, situato al crocevia tra arte, cultura, inclusione sociale, scienza e tecnologia. La Fondazione Compagnia di San Paolo condivide i valori che ispirano l’iniziativa del New European Bauhaus che vede già oggi al centro di identità e dinamiche del proprio territorio di riferimento. In questo contesto, il bando Wonder promuove l’incontro tra gli enti del terzo settore e i designer, aumentando la consapevolezza dei primi rispetto al valore del design come strumento di sviluppo di soluzioni a impatto sociale e dando la possibilità ai designer di esplorare l’ecosistema e la cultura dell’innovazione sociale del territorio torinese.

Interventi ammissibili

Il bando intende:

  • contribuire al posizionamento di Torino come luogo di produzione e creatività contemporanea nell’ambito del design;
  • contribuire al posizionamento di Torino come modello di ecosistema dell’innovazione per il bene comune;
  • promuovere un alto livello di “vivibilità”, qui intesa come sintesi dei tre principi chiave del New European Bauhaus beautiful, sustainable, together, come condizione desiderata su cui attrarre persone e imprese design-related;
  • favorire l’ibridazione di competenze, la comunicazione e la collaborazione tra creativi, imprese culturali ed enti del terzo settore che intendono generare innovazione sociale;
  • rafforzare le connessioni del mondo del design con i diversi ambiti della comunità: welfare, salute, rigenerazione urbana, educazione, sostenibilità ambientale, ecc.;
  • stimolare una riflessione e una visione proattiva sulla sfida della transizione verde tra gli attori dell’ecosistema dell’innovazione per il bene comune, che operano per rispondere a vecchi e nuovi bisogni sociali sul territorio

Nello specifico, il bando si prefigge di:

  • individuare soluzioni e servizi innovativi che, affrontando la sfida posta dalla transizione verde, rispondano a bisogni sociali del territorio;
  • sviluppare progetti che contengano una componente di design tangibile, adattabile, replicabile;
  • favorire lo sviluppo e la realizzazione di soluzioni concrete, manufatti e servizi di qualità che siano frutto di un processo di progettazione collaborativa, consapevole delle esperienze internazionali;
  • promuovere un ambiente di incontro tra gli enti del terzo settore e i designer, che favorisca l’ibridazione tra le competenze e i metodi disciplinari e professionali del design e la cultura e gli obiettivi dell’innovazione sociale.

Il bando si articola in due fasi.

Fase 1: Nella Fase 1 si richiede la presentazione di una manifestazione di interesse, rispettivamente e indipendentemente avanzata da parte di enti non commerciali e di designer.

  • L’ente non commerciale che intende candidarsi al bando dovrà presentare una manifestazione di interesse che comprenda i seguenti elementi:
  • un profilo descrittivo dell’organizzazione;
  • la motivazione a elaborare un progetto nel contesto torinese in collaborazione con un designer volto alla creazione di servizi e soluzioni innovative di design;
  • l’obiettivo che l’ente intende perseguire;
  • uno o più bisogni specifici per l’ente e/o per il contesto territoriale, che l’ente intende soddisfare attraverso il progetto che sarà elaborato;
  • l’ambito di intervento specifico in cui il progetto andrebbe ad agire con riferimento alla sfida della transizione verde quale, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’economia circolare, il riciclo e il riuso dei materiali, la riparazione e la condivisione di beni, il packaging e la distribuzione dei prodotti alimentari, la moda sostenibile, il turismo.
  • Il designer che intende candidarsi al bando dovrà presentare una manifestazione di interesse che comprenda i seguenti elementi:
  • il proprio portfolio, che metta in evidenza una selezione di massimo 5 progetti relativi all’ambito del bando;
  • curriculum vitae dei professionisti, comprensivo delle proprie esperienze, anche non strettamente professionali, svolte in ambiti correlati all’impatto sociale, all’innovazione sociale e per il bene comune, alla sostenibilità e al green;
  • la motivazione a partecipare al bando e a perseguire le sue finalità.

Fase 2

La Fase 2 prevede la presentazione dei progetti sviluppati dall’ente non commerciale in collaborazione con il designer, come esiti di un percorso di capacity building e di matching coordinato dal Circolo del Design e di Torino Social Impact e del successivo processo di progettazione. Potranno accedere alla Fase 2 soltanto gli enti non commerciali e i designer che sono stati selezionati nella Fase 1 e che avranno partecipato con assiduità al percorso di capacity building e di matching.

  • I progetti:
  • dovranno indicare il designer con il quale è stato formalizzato l’accordo ed è stato elaborato il progetto;
  • dovranno comprendere l’indicazione di eventuali collaborazioni di cui si avvarrà il designer per la realizzazione del progetto;
  • dovranno specificare gli ambiti di intervento specifici riferiti alla sfida della transizione verde in cui il progetto andrà ad agire. 

Chi può partecipare

Il bando è dedicato ai seguenti soggetti:

  • enti non commerciali, ammissibili ai contributi della Fondazione Compagnia di San Paolo secondo quanto indicato nelle Linee applicative del Regolamento delle attività istituzionali e in possesso dei seguenti requisiti:
    • avere almeno una sede operativa sul territorio torinese;
    • esercitare, in via esclusiva o principale, una o più attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, in base all’elenco previsto nell’articolo 5 del Codice del terzo settore (D.lgs. 3 luglio 2017, n. 117 e successivi aggiornamenti).
  • designer liberi professionisti, associazioni attive nel campo del design e società attive nel campo del design, con sede legale e/o operativa in Italia.

Entità del contributo

Contributo massimo per progetto: 50.000 Euro

Quota di co-finanziamento: 80% delle spese ammissibili.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Documento programmatico pluriennale 2021-2024

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

La scadenza per la Fase 1 è il 28/07/2021. I soggetti che saranno ammessi alla Fase 2 dovranno presentare la proposta entro il 21/12/2021.

Si fa presente che mentre la candidatura alla Fase 1 potrà essere presentata sia da un ente non commerciale singolo sia da un designer, per la Fase 2 è necessario che la candidatura sia presentata esclusivamente da un ente non commerciale.

Inoltre, i soggetti selezionati in Fase 1 accederanno a un percorso di capacity building e matching, coordinato da Circolo del Design e da Torino Social Impact, che si svolgerà fra il 4 ottobre e il 19 novembre 2021, al termine del quale ogni ente dovrà scegliere il designer con cui esso intende sviluppare la propria idea e ogni designer individuerà l’ente che esprime il tema e/o il bisogno sui cui esso intende lavorare. I gruppi così formati elaboreranno il progetto per la candidatura alla Fase 2 del bando.

Modalità di presentazione delle domande:

Per presentare la candidatura al bando nella Fase 1:

  • gli enti non commerciali invieranno la propria manifestazione di interesse all’indirizzo di posta elettronica info@torinosocialimpact.it ;
  • i designer invieranno la propria manifestazione di interesse, completa degli allegati richiesti, all’indirizzo di posta elettronica info@circolodeldesign.it.

Per presentare la candidatura al bando nella Fase 2, sarà obbligatorio utilizzare esclusivamente la procedura ROL richiesta on-line, nella sezione “Contributi” del sito della Fondazione Compagnia di San Paolo, accedendo alla modulistica dedicata al bando.

 

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Finanziamento Massimo
€ 50.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio
Richiesta media/consolidata esperienza nella progettazione.
Condividi
Registrati e consulta tutti i bandi aperti