Concessione di contributi per la costituzione di reti di trasmissione della conoscenza e per la promozione dell'utilizzo dei servizi forniti dalle KIBS regionali per progetti di internazionalizzazione o di ampliamento dell'offerta commerciale delle impres

Scadenza: 15 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Friuli Venezia Giulia

Finanziamento Massimo
€150.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il decreto del Presidente della Regione 27/10/2022, n. 0143/Pres ha emanato un regolamento che stabilisce criteri e modalità per la concessione di:

  • Contributi diretti a favorire la costituzione di reti di trasmissione della conoscenza, tra KIBS regionali, imprese del territorio e centri di creazione della conoscenza regionali, nazionali e internazionali;
  • Contributi diretti alla promozione dell'utilizzo dei servizi forniti dalle KIBS regionali per progetti di internazionalizzazione o di ampliamento dell'offerta commerciale delle imprese .

Interventi ammissibili

progetti di aggregazione in rete devono prevedere almeno una delle seguenti azioni:

  • Sviluppo delle imprese e delle startup regionali;
  • Sviluppo di innovazione di processo a carattere tecnologico, organizzativo, gestionale, nelle tecniche di promozione del territorio, nelle relazioni tra operatori e nei rapporti con i clienti;
  • Processi di internazionalizzazione;
  • Sviluppo di funzioni condivise dall'aggregazione, tra le quali progettazione, logistica, servizi connessi, comunicazione, informatizzazione, finalizzate all'aumento dell'efficienza e dell'imprenditorialità;
  • Realizzazione di attività comuni per l'innovazione di prodotto;
  • Definizione di regole di commercializzazione supportate da linee comuni di marketing;
  • Organizzazione e partecipazione a tavoli tecnici per la standardizzazione dei processi aziendali e per la condivisione di procedure sulla qualità dei processi e sul rispetto di normative in materia ambientale;
  • Creazione e promozione di marchi di rete.

I progetti di internazionalizzazione o di ampliamento dell'offerta commerciale delle imprese riguardano l’acquisizione di pacchetti aggregati di servizi prestati dalle KIBS.

La durata massima dei progetti è di 18 mesi.

Chi può partecipare

Beneficiano degli incentivi i soggetti che realizzano il progetto di aggregazione in rete.

Tale rete deve inoltre essere costituita in forma di consorzio, società consortile o in base ad un accordo di collaborazione, nonché comprendere almeno dieci soggetti, di cui imprese KIBS, imprese del territorio, uno o più cluster e centri di creazione della conoscenza.

Il consorzio, la società consortile e, nel caso di accordi di collaborazione, l’impresa capofila, devono avere la sede legale o unità operativa nel territorio del Friuli Venezia Giulia, così come tutti i soggetti che compongono la rete.

Per i progetti di internazionalizzazione o di ampliamento dell'offerta commerciale delle imprese che riguardano l’acquisizione di pacchetti aggregati di servizi prestati dalle KIBS possono beneficiare dei contributi le imprese del settore manifatturiero, regolarmente costituite ed iscritte nel Registro delle imprese, con sede legale o unità operativa in cui viene realizzato il progetto, attiva nel territorio regionale.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: Non si trova nel bando. Dovrei spulciare la legge regionale

L’importo massimo del contributo concedibile è pari a 150.000 euro per i progetti di aggregazione; di 100.000 euro per i progetti di internazionalizzazione o di ampliamento dell'offerta commerciale delle imprese. L’importo minimo della spesa ammissibile per i progetti di aggregazione e di internazionalizzazione a 20.000 euro.

Link e Documenti

Bando

Modulistica

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Le domande di contributo, sottoscritte con firma digitale a garanzia della paternità e integrità della stessa, sono presentate esclusivamente mediante PEC all’indirizzo economia@certregione.fvg.it.

 

Rispetto dei criteri di eleggibilità delle proposte. Nella fase di valutazione ci sono due step: il primo è la valutazione dei criteri di eleggibilità e il secondo è la qualità della proposta. Le statistiche a disposizione ci dicono che il 10% delle proposte non arrivano alla valutazione sulla qualità del progetto perché i criteri di eleggibilità non vengono soddisfatti. Fate, dunque, molta attenzione ai criteri di ammissibilità stabiliti nel bando (Art. 5 pag. 5 del Bando) e accertatevi di esserne in linea dal punto di vista amministrativo, territoriale e finanziario.

 

Leggete con attenzione tutta ladocumentazione allegata al bando, è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta (Art. 11 pag. 8 del Bando)  L’individuazione e la raccolta della documentazione completa è di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.