Contributi a progetti di promo-commercializzazione turistica realizzati da imprese - Emilia Romagna

Scadenza: 20 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Emilia Romagna

Dotazione Complessiva
€ 2.000.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

La Regione Emilia-Romagna intende promuovere lo sviluppo delle attività turistiche attraverso l’attuazione di progetti di promo-commercializzazione realizzati da imprese, in forma singola o associata, operanti nel territorio della regione.

Interventi ammissibili

I progetti finanziati devono prevedere la realizzazione di interventi di promo-commercializzazione turistica.

Il proponente può presentare un progetto a strategia annuale o a strategia triennale:

  • Nel caso di progetto a strategia triennale il proponente si impegna a presentare, ogni anno per tre anni, un progetto integrato e coordinato a quelli degli anni precedenti o dei successivi, il beneficiario quindi deve rispettare la struttura strategica triennale del progetto e, di conseguenza, deve presentare il progetto attuativo anche nei due anni successivi all’anno di presentazione della prima annualità;
  • Il progetto per l’anno di riferimento deve essere chiaramente riconducibile agli obiettivi, risultati attesi, mercati e target previsti per il triennio, dichiarati nella prima annualità di progetto e richiamati nelle successive. Il progetto per l’anno di riferimento, se non si configura come la prima annualità, delle tre annualità, deve saper contestualizzarsi rispetto agli altri anni in termini di stato di avanzamento e risultati.

Tutte le azioni previste dal progetto devono essere completamente realizzate entro il 31 dicembre dell’anno di riferimento.

Chi può partecipare

Possono presentare domanda ed essere beneficiari dei contributi previsti dal bando:

  • le imprese singole;
  • i consorzi e le società consortili;
  • le cooperative turistiche;
  • le associazioni temporanee di imprese (A.T.I). Le associazioni devono essere già costituite, tramite atto pubblico e/o scrittura privata autenticata regolarmente registrati all’Agenzia delle Entrate e devono essere composte da un minimo di 3 imprese fra loro indipendenti. La soglia minima di partecipazione alle spese del progetto di ogni soggetto appartenente al raggruppamento deve essere pari ad almeno 10.000 Euro.

I richiedenti dovranno, inoltre, possedere i seguenti requisiti:

  • essere micro, piccola o media impresa;
  • essere regolarmente costituite ed iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura competente per territorio e in regola con il diritto annuale;
  • possedere almeno un Codice Ateco relativo ad attività turistiche;
  • avere almeno una sede operativa o unità locale nel territorio regionale;
  • avere espresso alla DT di riferimento o al Territorio Turistico Bologna-Modena la volontà di partecipare alle azioni del relativo Programma di promo-commercializzazione turistica;
  • essere in regola con quanto previsto al paragrafo 4b, pagine 5 e 6 del bando in ordine alla disponibilità di camere e posti letto.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 2.000.000 Euro

Il contributo è concesso sulla base del punteggio attribuito, con riferimento ai criteri di valutazione riportati nel bando, come di seguito indicato:

  • progetti con punteggio da 100 a 80: classe valutazione “Alto”. La percentuale di contributo non potrà essere superiore al 50% della spesa ammessa;
  • progetti con punteggio da 79 a 60: classe di valutazione “Medio”. La percentuale di contributo non potrà essere superiore al 40% della spesa ammessa;
  • progetti con punteggio da 59 a 40: classe di valutazione “Basso”. La percentuale di contributo non potrà essere superiore al 30% della spesa ammessa;

I progetti con punteggio da 39 a 24 non raggiungono la soglia minima di punteggio per poter accedere a contributo.

Ai fini dell'ammissibilità i progetti presentati non possono essere di importo unitario inferiore a 35.000 Euro e superiore a 150.000 Euro.

I contributi sono concessi nell’ambito del regime de minimis.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Le spese ammissibili sono tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto. Si consiglia pertanto di verificarle con attenzione (Cfr. par. 8a-8b, pagg. 9-11 del bando)

È molto importante leggere attentamente i criteri di valutazione e di attribuzione del punteggio adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di stesura del progetto, i criteri di valutazione rappresenteranno la tua guida per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Si consiglia di prestare molta attenzione ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio, perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 10g-10h, pagg. 17-19 del bando).

Si precisa che la liquidazione del contributo verrà effettuata, in un’unica soluzione, entro 90 giorni decorrenti dalla data di protocollazione della rendicontazione delle spese.

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Contatta i seguenti recapiti:

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.