Scadenza: 2 marzo 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – Single Market Programme (SPM – COSME)

Dotazione Complessiva
€ 12.420.000
Finanziamento Massimo
€1.200.000
Finanziamento Minimo
€900.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

La Strategia industriale dell'UE sottolinea la necessità di accelerare la transizione verde e digitale, dando priorità agli ecosistemi industriali e ai settori che affrontano le sfide più importanti e che sono stati più pesantemente colpiti dalla crisi generata dal diffondersi della pandemia Covid-19, come il turismo. Parallelamente, la Strategia per le PMI per un'Europa sostenibile e digitale, adottata nel marzo 2021, identifica come fattori chiave per la transizione verso la sostenibilità e la digitalizzazione il capacity building e il sostegno alle PMI.Tuttavia, solo un quarto circa delle PMI in Europa offre prodotti o servizi verdi, e quasi non sussistono dati strategici sull’offerta di questi nel settore del turismo.Nel contesto generale di una maggiore consapevolezza e delle mutate preferenze dei consumatori, le PMI oggi si trovano ad affrontare la sfida del passaggio a pratiche commerciali più sostenibili. Un percorso reso più difficile da sempre più complicate procedure amministrative e legali, oltre che dalla mancanza di una chiara comprensione delle questioni da affrontare e dei modi migliori per implementare le nuove pratiche. In questo contesto, l'obiettivo generale del bando è quello di monitorare le prestazioni di sostenibilità delle PMI nel settore del turismo, aumentando la loro consapevolezza e lo sviluppo di capacità nell'area delle innovazioni sostenibili.

Interventi ammissibili

Questo bando intende fornire contributi ad azioni mirate a rafforzare la competitività e la sostenibilità delle PMI del settore del turismo.

Si tratta di un bando in cui si finanziano azioni che dovranno essere messe in atto da un partenariato. I vincitori del bando, dovranno a loro volta occuparsi di concedere sostegno a PMI del settore turistico, con il fine di incrementare le competenze aziendali in ambito sostenibile per le suddette PMI.

In particolare, il bando mira a:

  • sostenere le PMI turistiche nello sviluppo delle loro competenze e capacità nel turismo sostenibile, creando strategie di sostenibilità in linea con le esigenze e le priorità del loro territorio;
  • fornire assistenza tecnica alle PMI nell’applicazione di quadri e strumenti europei di sostenibilità (come i metodi EMAS e Ecolabel UE);
  • sviluppare framework per il monitoraggio che raccolga e renda regolarmente disponibili i dati sulle prestazioni di sostenibilità delle PMI, caratterizzato da interoperabilità e in collegamento con i sistemi statistici nazionali;
  • promuovere soluzioni innovative per il turismo sostenibile, che possano fornire alle imprese e una maggiore resilienza agli shock, una maggiore consapevolezza sui temi della responsabilità sociale, economica e ambientale;
  • costruire meccanismi efficaci per lo scambio di best practice e la diffusione di strumenti e conoscenze trasferibili tra le PMI, anche a livello europeo.

Nel promuovere strategie e innovazioni per la sostenibilità, il bando intende affrontare i seguenti temi specifici:

  • turismo legato alla conservazione del patrimonio naturale e della biodiversità;
  • sviluppo dell'agriturismo, del turismo sportivo, del turismo rurale e dell'ecoturismo, con particolare attenzione al turismo lento e legato alle stagioni, e in relazione al rispetto dell'autenticità e del benessere delle comunità ospitanti;
  • lo sviluppo e il sostegno del turismo culturale in relazione al patrimonio culturale materiale e immateriale.

Ogni consorzio dovrà:

  • compilare gli obiettivi specifici della loro proposta, e identificare i settori turistici specifici che prevedono di coprire con il loro progetto;
  • elencare i paesi in cui il consorzio intende offrire supporto alle PMI turistiche e il numero proposto di PMI turistiche per paese;
  • definire gli obiettivi specifici che devono essere raggiunti dalle PMI del turismo che partecipano al progetto;
  • scegliere la categoria/le categorie di PMI del turismo ammissibili al sostegno finanziario, e organizzare una Call per selezionare le PMI del turismo che parteciperanno allo schema di sostegno proposto e che beneficeranno del sostegno finanziario, in linea con le Linee Guida per la concessione del sostegno finanziario a terzi (PMI del turismo) fornite sul sito web dell'EISMEA;
  • fornire un sostegno finanziario alle PMI turistiche selezionate in linea con le disposizioni specifiche individuate nel presente invito (vedi qui sotto);
  • organizzare un semplice ma robusto sistema di monitoraggio sui risultati/progressi/assorbimento di soluzioni sostenibili da parte delle PMI turistiche durante e alla fine del progetto, attraverso un deliverable dedicato.
  • sviluppare indicatori rilevanti per la sostenibilità valutati attraverso metodi e strumenti applicati (impronta ambientale, EMAS, Ecolabel UE, altri schemi di certificazione) e pratiche sostenibili innovative, da raccogliere dalle PMI turistiche che beneficiano del sostegno finanziario attraverso lo stesso deliverable di cui sopra.

Maggiori dettagli in merito alle attività ammissibili sono elencate a pagg. 12 e seguenti del bando.

Attività che non possono essere finanziate:

  • Sviluppo/miglioramento di infrastrutture fisiche;
  • Progetti che non sviluppino schemi di sostegno transnazionali e intersettoriali.

I vincitori dovranno fornire il sostegno finanziario a terzi tramite un bando aperto sotto forma di voucher, sovvenzioni e/o somme forfettarie.

Inoltre, Il sostegno finanziario a terzi (PMI del turismo) è consentito alle seguenti condizioni:

  • i costi per il sostegno finanziario a terzi saranno rimborsati al 100%;
  • l'importo per il sostegno finanziario a terzi (PMI del turismo) deve essere compreso tra il 55% e il 75% dell'importo totale della sovvenzione;
  • l'importo massimo del sostegno finanziario a ciascun terzo non può superare i 10.000 Euro.

Durata: i progetti dovranno prevedere una durata compresa tra 25 e 36 mesi, dalla data della firma del contratto.

Chi può partecipare

Enti pubblici e privati dotati di personalità giuridica stabiliti nei Paesi ammissibili (Stati membri dell’UE (inclusi Paesi e Territori d’Oltremare), Paesi appartenenti allo Spazio Economico Europeo e Paesi associati al Programma Single Market).

Gli stakeholder privati sono definiti come incubatori di imprese, acceleratori e organizzazioni di supporto alle imprese che forniscono supporto alle PMI e alle start-up che cooperano con i fornitori di soluzioni sostenibili, centri di riciclaggio, centri di educazione ambientale, associazioni di economia sociale, associazioni professionali, gestori di destinazioni.

Tali attori pubblici e privati saranno anche responsabili dell'organizzazione di attività specifiche per le PMI del turismo.

Composizione del consorzio

Le proposte devono essere presentate da un consorzio transnazionale che soddisfi le seguenti condizioni:

  • un minimo di cinque (5) e un massimo di otto (8) enti (in qualità di beneficiari del contributo) di cinque (5) diversi paesi ammissibili;
  • almeno una (1) Organizzazione di supporto alle imprese (BSO);
  • almeno una (1) Destination Management Organization (DMO) che si occupi di sostenibilità applicata al settore turistico.

"BSO" si riferisce a un incubatore/acceleratore d'impresa, una start-up, un laboratorio, un hub di innovazione, un'università o un istituto di istruzione, un centro di ricerca e qualsiasi altra organizzazione pertinente con una comprovata capacità ed esperienza nella gestione di attività di sostegno alle imprese incentrate sulle PMI.

"DMO" è definito come uno stakeholder/ autorità pubblica o privata che gestisce una strategia turistica locale, regionale o nazionale in uno dei paesi che fanno parte del consorzio. Le responsabilità della DMO possono includere, ma non si limitano ad assumere la responsabilità dell'offerta turistica locale, la pianificazione/sviluppo del turismo sostenibile e l'impatto del turismo sul territorio. La DMO tipicamente intraprende anche attività aggiuntive come l'analisi del business, il marketing, l'implementazione strategica e politica, le relazioni interistituzionali e internazionali.

Attenzione! I partecipanti potranno proporre un solo progetto a valere sul bando. Gli stessi non potranno prendere parte ad altre proposte.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 12.420.000 Euro

Il budget di progetto dovrà essere compreso tra i seguenti limiti:

  • importo minimo concesso: 900.000 Euro
  • importo massimo concesso: 1.200.000 Euro

Cofinanziamento

  • 100% per i costi collegati al supporto finanziario a terze parti
  • 90% per tutte le altre categorie di costi

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

SMP-COSME-2021-TOURSME

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

È fondamentale che il progetto dimostri attinenza alle priorità politiche indicate nel bando!Il bando intende perseguire gli obiettivi politici espressi nel Green Deal Europeo . In particolare, per le azioni che si intendono porre in essere, è importante fare riferimento a: Sustainable and smart mobility strategy , Sustainable Blue Economy Strategy, Circular Economy Action Plan , Renovation Wave for buildings, Biodiversity Strategy, EU Plastics Strategy, Farm to Fork Strategy, Long-term vision for Rural areas, European Climate Pact, Zero Pollution Action Plan, sustainable finance and taxonomy framework. Prendi del tempo per analizzare le politiche richiamate (pagg. 5-9 del bando) e proponi un progetto che contribuisca al loro raggiungimento.

Attenzione! L'invito a presentare proposte COS-TOURCOOP-2019-3-01, "Boosting sustainable tourism development and capacity of tourism SMEs through transnational cooperation and knowledge transfer", ha già fornito buone pratiche per sostenere le PMI nello sviluppo di soluzioni innovative e sostenibili. Si consiglia di consultare il database dei progetti finanziati e di tenere in considerazione questi esempi e modelli affinché non vengano replicati nelle azioni proposte.

Prendetevi del tempo per analizzare i deliverables che dovranno caratterizzare le proposte progettuali. I candidati dovranno includere e perseguire deliverables (pag. 16 del bando) con specifiche caratteristiche e tempistiche. Leggete con cura quali sono e la loro struttura per candidare una proposta progettuale vincente.

Per le attività progettuali, è richiesto che le stesse forniscano un valore aggiunto chiaramente identificabile alle PMI nella loro gestione aziendale (pagg. 25-26 del bando). Durante la stesura della proposta progettuale è consigliabile identificare le modalità di misurazione degli impatti sulle PMI e la congruenza delle attività con gli impatti stessi attraverso la scelta di indicatori solidi e concreti.

Riguardo le categorie di budget e i costi elegibili (pag. 27 del bando). Prima della stesura della proposta progettuale, assicuratevi di aver analizzato con attenzione le categorie di costo finanziate. In tal senso, aumenterete le chances di ottenere il contributo indicato.

In relazione alle capacità operative (pag. 22 del bando), i candidati devono avere il know-how, le qualifiche e le risorse per attuare con successo i progetti. Questa capacità sarà valutata sulla base della competenza e dell'esperienza dei candidati e dei loro team di progetto, comprese le risorse operative (umane e tecniche). Assicuratevi prima di candidarvi di essere in linea con le capacità operative richieste.

Attenzione! Dopo la firma della sovvenzione, si riceverà un prefinanziamento per iniziare a lavorare sul progetto che di norma corrisponde al 50% dell'importo massimo della sovvenzione. Assicuratevi quindi di avere le capacità finanziare per portare avanti le attività progettuali.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.