Contributi alle scuole del primo ciclo per lo sviluppo delle competenze STEM - biennio 2022-2024

Scadenza: 31 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Piemonte

Dotazione Complessiva
€ 500.000
Finanziamento Massimo
€8.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando finanzia i progetti afferenti ad un percorso didattico-educativo, rivolto agli studenti delle istituzioni scolastiche statali del primo ciclo.

Il progetto dovrà raggiungere obiettivi educativi e didattici riguardanti lo sviluppo e il graduale potenziamento delle competenze sulle STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) con l’intento di far conseguire agli studenti apprendimenti interdisciplinari, sistemici e in progressioni concettuali, sostenuti anche con gli strumenti tecnologici/informatici che sono ormai centrali nella vita di ogni cittadino e costitutivi delle esigenze lavorative in continuo cambiamento. Le iniziative dovranno mirare al coinvolgimento di tutti gli allievi, in un’ottica di equità, di miglioramento dei risultati e di progressiva riduzione della dispersione scolastica.

Interventi ammissibili

I seguenti aspetti progettuali dovranno essere caratterizzanti:

  • l’educazione degli studenti verso il lavoro di gruppo collaborativo, praticato in interdipendenza positiva, realizzato con adeguate abilità sociali e con evidenze delle responsabilità individuali;
  • la valutazione formativa, che permette al docente un adattamento continuo della didattica ai bisogni della classe e, contemporaneamente, costituisce per gli studenti un accertamento dei propri livelli di apprendimento, in modo da poter creare situazioni di sostegno reciproco per il miglioramento di tutti;
  • l’impiego, nelle attività didattiche, di attrezzature e laboratori per favorire lo sviluppo delle competenze di problem solving sperimentali, delle abilità investigative e dialogiche. Le attività pratiche problematizzanti, se condotte con modalità d’interazioni sociali e non come le tradizionali ricette, sono essenziali per favorire l’apprendimento delle conoscenze disciplinari tecniche, ingegneristiche e scientifiche.

Nella strutturazione del percorso progettuale, oltre al lavoro con gli studenti, potrà essere prevista una formazione per i docenti coinvolti e, inoltre, l’acquisto di materiali didattici e/o attrezzature di laboratorio per la costruzione di apprendimenti sperimentali. Per redigere il progetto le Istituzioni possono, volendo, anche avvalersi di Enti esterni riconosciuti con esperienza sulle modalità didattiche del progetto.

Per gli studenti con BES le azioni dei progetti dovranno essere calibrate in relazione agli obiettivi individuati nei PEI/PDP, prevedendo il coinvolgimento delle figure preposte al sostegno e all’assistenza alla persona e alla comunicazione in ambito scolastico in quanto determinanti per la promozione della cultura dell’inclusione degli studenti con disabilità

Il progetto dovrà essere strutturato su due anni scolastici per garantire la possibilità di una opportuna continuità didattica e per approfondire al meglio le varie fasi delle azioni.

Chi può partecipare

Potranno partecipare al bando le istituzioni scolastiche statali e paritarie del primo ciclo del Piemonte (con riferimento alla primaria e/o alla secondaria di primo grado). Nel caso di onnicomprensivi statali, la progettualità dovrà riguardare solo la primaria e/o la secondaria di primo grado.

Uno stesso progetto può essere realizzato tramite accordo di rete tra due o più istituzioni scolastiche, associazioni scolastiche, culturali e di volontariato presenti sul territorio regionale o Enti locali del territorio.

Attenzione! Sono escluse le scuole dell’infanzia e i centri per l’educazione degli adulti.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 500.000 Euro

Contributo massimo per progetto per gli anni scolastici 2022/2023 e 2023/2024: 8.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 5, pag. 5 del bando).

È molto importante leggere attentamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Si consiglia di prestare molta attenzione ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio, perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 8.2.1, pagg. 7-8 del bando).

È fondamentale chiedersi sin da subito se si possiedono le risorse necessarie per far partire il progetto. Assicurati, dunque, di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. par. 10, pag. 9 del bando).

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Contatta i seguenti recapiti:

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.