Scadenza
31 marzo 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

MiBACT - Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali

Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

La legge 17 ottobre 1996, n. 534 ha istituito l’erogazione di contributi statali annuali alle istituzioni culturali. Le norme per l’attribuzione di tali contributi sono state riviste e pubblicate dalla Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT mediante la Circolare n.3/2021, di cui si riportano a seguire i principali elementi.

Interventi ammissibili

Modalità di presentazione della domanda

La richiesta di contributi va presentata esclusivamente in modalità elettronica, mediante compilazione dei moduli presenti nel sito internet della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali (www.dger.beniculturali.it).

Maggiori dettagli sulla documentazione da trasmettere ai fini della richiesta di contributo sono presenti all’articolo 2 della Circolare DG-ERIC n.3/2021.

Per l’anno 2021, si può presentare la domanda dall’1 al 31 marzo 2021. Dal 2022, la domanda di concessione dei contributi dovrà essere presentata dal 2 al 31 gennaio di ciascun anno.

Chi può partecipare

Sono ammessi a presentare domanda di contributo gli istituti culturali che:

  • siano stati istituiti con legge dello Stato e svolgano compiti stabiliti dalla stessa legge, oppure siano in possesso della personalità giuridica e svolgano la loro attività da almeno un triennio;
  • prestino rilevanti servizi in campo culturale;
  • promuovano e svolgano attività di ricerca, di organizzazione culturale e di produzione editoriale a carattere scientifico;
  • svolgano la propria attività sulla base di un programma almeno triennale e dispongano di attrezzature idonee per la sua realizzazione.

Entità del contributo

I contributi vengono assegnati alle domande ammesse nei limiti delle risorse di bilancio e comunque in misura non superiore al 50% del totale delle voci di spesa espresse in ciascuna domanda.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Circolare DG-ERIC n.3/2021

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Si fa presente che la commissione di valutazione propone l'attribuzione dei contributi tenendo conto dei seguenti criteri:

  • attrezzaturee adeguatezza della sede agli scopi istituzionali;
  • consistenza e qualità del materiale librario posseduto;
  • consistenza e qualità del materiale archivistico posseduto;
  • consistenza e qualità del materiale storico e artistico, archeologico;
  • presenza di un museo aperto al pubblico:
    • consistenza e qualità della collezione;
    • numero di visitatori degli ultimi 5 anni precedenti a quello cui si riferisce la domanda.
  • digitalizzazione e consultabilità telematica del materiale librario e/o archivistico e/o storico-artistico posseduto;
  • partecipazione a reti telematiche;
  • ampiezza e tipologia delle attività culturali realizzate, anche con riferimento al numero e alla qualità di:
    • progetti di ricerca realizzati o in corso;
    • collaborazione con università o enti di ricerca (pubblici, privati, nazionali, internazionali);
    • convegni organizzati (nazionali, internazionali);
    • seminari organizzati (nazionali, internazionali);
  • volumi monografici e/o riviste periodiche promossi e pubblicati dall’Ente e/o pubblicati all’interno di collane editoriali curate e pubblicate dall’Ente;
  • attività di diffusione culturale riconducibile a:
    • organizzazione di attività culturali di pubblica utilità (es.: concerti, spettacoli teatrali, rassegne cinematografiche, eventi sportivi, mostre, esposizione e altri eventi);
    • divulgazione scientifica (es.: pubblicazioni dedicate al pubblico non accademico, produzione di programmi radiofonici e televisivi, pubblicazione e gestione di siti web e altri canali social di comunicazione e divulgazione scientifica, escluso il sito istituzionale dell’Ente);
    • iniziative di coinvolgimento dei cittadini nelle attività svolte dall’Istituto (es. dibattiti, festival);
    • attività di coinvolgimento e interazione con il mondo della scuola (es.: simulazioni ed esperimenti, attività laboratoriali).
  • struttura organizzativa;
  • capacità di autofinanziamento.

All’interno della domanda di contributo è necessario dare evidenza degli elementi di cui ai precedenti punti anche per ciascun anno del triennio successivo all’anno in cui si presenta la domanda. E’ inoltre necessario, quando possibile, dare prova documentale di quanto dichiarato (come ad esempio: frontespizio di locandine congressuali; di volumi; di riviste etc.).

Tenere a mente che i soggetti ammessi a contributo hanno l'obbligo di trasmettere all’autorità responsabile un dettagliato rendiconto circa l'utilizzo del contributo, attraverso la modulistica messa a disposizione, entro il semestre successivo al ricevimento del contributo. La presentazione del rendiconto di attività costituisce condizione di ammissibilità per la eventuale concedibilità del contributo per l’anno successivo.

 

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Vai al bando
Bando scaduto
Hai bisogno di chiarimenti sul contenuto del bando?
Vuoi una consulenza per partecipare a questo bando?