Scadenza: 24 marzo 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea-Programma CERV (Cittadinanza, Uguaglianza, Diritti e Valori)

Dotazione Complessiva
€ 4.500.000
Finanziamento Massimo
€30.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il Programma CERV (Cittadinanza, Eguaglianza, Diritti e Valori) intende fornire finanziamenti per azioni volte a sostenere l’uguaglianza, l'impegno dei cittadini, l'attuazione dei diritti e dei valori dell'UE.

In tale contesto si inserisce il bando “Contributi per implementare progetti di gemellaggio fra città”, finalizzato ad ampliare la prospettiva dei cittadini dell’UE sviluppando un senso di appartenenza e identità europea attraverso azioni volte a sviluppare iniziative di gemellaggi fra città.

Quanto alle priorità politiche, l’iniziativa intende contribuire attivamente a: Piano d'azione europeo per la democrazia,Quadro strategico dell'UE per i rom sull'uguaglianza, l'inclusione e la partecipazione, Strategia per rafforzare l'applicazione della Carta dei diritti fondamentali fondamentali nell'UE, Relazione sulla cittadinanza dell'UE 2020.

Interventi ammissibili

Ci si aspetta che i progetti di gemellaggio tra città riflettano su una nuova narrativa per l'Europa orientata al cittadino e che sia costruttiva e coinvolgente in particolare per le giovani generazioni.

Le proposte progettuali dovranno avere il fine di:

  • sensibilizzare sulla ricchezza dell'ambiente culturale e linguistico in Europa, fondandosi sullo sviluppo alla comprensione e tolleranza reciproca;
  • rafforzare il processo di integrazione europea basato sulla solidarietà,basandosi sul contribuire a superare le percezioni nazionali favorendo la comprensione reciproca e creando forum in cui le soluzioni comuni possono essere discusse in modo costruttivo. Il loro obiettivo dovrebbe essere quello di aumentare la consapevolezza dell'importanza della solidarietà e dei valori comuni;
  • favorire il senso di appartenenza promuovendo il dibattito sul futuro dell'Europa, attraverso dibattiti basati su una cultura di scambio democratico, in cui i punti di vista di tutti i partecipanti sono ugualmente valutati indipendentemente dal loro sesso, età o origine etnica;
  • riflettere sull'impatto della pandemia di COVID-19 sulle comunità locali, esaminando l'impatto della pandemia sulla vita e sul funzionamento delle comunità locali, così come sulle forme che la partecipazione civica assume sotto la crisi del COVID-19.

Saranno ammissibili: workshop, seminari, conferenze, attività di formazione, riunioni di esperti, webinar, attività di sensibilizzazione, raccolta di dati e consultazione, sviluppo, scambi e diffusione di buone pratiche tra autorità pubbliche e organizzazioni della società civile, sviluppo di strumenti di comunicazione e l'uso dei media.

Ci si aspetta che i progetti:

  • aumentino e incoraggino la comprensione reciproca e l'amicizia tra una gamma diversificata di cittadini a livello locale;
  • coinvolgano una gamma diversificata di cittadini dall'esperienza delle comunità locali e riconoscano il valore aggiunto che l'UE fornisca attraverso l'approccio di base;
  • promuovano un maggiore senso di appartenenza all'UE.

Durata del progetto: i progetti dovrebbero avere una durata di 12 mesi.

Chi può partecipare

I candidati potranno essere enti pubblici od organizzazioni no profitcome:città/comuni e/o altri livelli di autorità locali o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano le autorità locali.

I partecipanti dovranno avere sede in uno degli Stati membri dell'UE (compresi i Paesi E Territori D'oltremare (PTOM) o nei paesi associati al programma CERV.

Inoltre:

  • il progetto deve coinvolgere comuni di almeno due paesi ammissibili di cui almeno uno è uno Stato membro dell'UE;
  • le attività devono svolgersi in un paese ammissibile che partecipa al progetto;
  • gli eventi devono coinvolgere un minimo di 50 partecipanti diretti, di cui un minimo di 25 partecipanti sono "partecipanti invitati".

Sono ammesse solo candidature singole. Le proposte di gemellaggio devono coinvolgere comuni di almeno 2 paesi ammissibili di cui almeno uno è uno Stato membro dell'UE.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 4.500.000 Euro

Verrà accordato un contributo massimo di 30.000 Euro per ogni progetto.

Ai progetti vincitori sarà corrisposto un contributo forfettario, calcolabile sulla base di determinate categorie di spesa – Cfr. sezione Link e Documenti - Decision authorising the use of lump sums for actions under the Citizens, Equality, Rights and Values Programme (2021-2027) 

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

CERV 2021-2022 work programme

Decision authorizing the use of lump sums

CERV-2022-CITIZENS-TOWN-TT

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

È fondamentale che il progetto dimostri attinenza alle priorità politiche indicate nel bando! Prendi del tempo per analizzare le politiche richiamate (pag. 6 del bando) e proponi un progetto che contribuisca al loro raggiungimento.

Attenzione al targetdi invitati indicato nel bando (pag. 13 del bando)! Per i partecipanti agli eventi delle attività progettuali si fa riferimento ai "partecipanti invitati" per i quali si intendono soggetti provenienti da rovenienti da paesi ammissibili al progetto diversi dal paese che ospita l'evento di gemellaggio.

Leggi con cura la sezione del bando dedicata al contributo.Il bando specifica quali sono le spese considerate nell’importo forfettario di finanziamento. Il calcolo dell'importo forfettario si basa su un parametro: numero di partecipanti internazionali (o "invitati"). Un evento corrisponde a un pacchetto di lavoro nel modulo di domanda per cui 1 pacchetto di lavoro = 1 evento = una o più attività. Per calcolare l'importo che verrà coperto dall'eventuale contributo forfettario considera le voci di spese nelle modalità descritte, in questo modo avrai maggiore chiarezza sull'importo che potrai ottenere (pagg. 15-17 del bando). 

La prospettiva della parità di genere dovrebbe essere presa in considerazione quando si progetta il "formato" delle attività (pag.8). Quando strutturi le attività progettuali, abbi cura di verificare con attenzione questo aspetto per garantire che le attività del progetto siano in egual misura accessibili.

L’Ente ha predisposto delle FAQ in accompagnamento al bando. Controlla periodicamente il portale per verificare l'eventuale pubblicazione di nuove FAQ.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.