Scadenza: 24 marzo 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – Programma CERV (Cittadinanza, Uguaglianza, Diritti e Valori)

Dotazione Complessiva
€ 6.500.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il Programma CERV (Cittadinanza, Eguaglianza, Diritti e Valori) intende fornire finanziamenti per azioni volte a sostenere l’uguaglianza, l'impegno dei cittadini, l'attuazione dei diritti e dei valori dell'UE.

In tale contesto si inserisce il bando “Contributi per implementare progetti di Network fra città” che, con il fine di ampliare la prospettiva dei cittadini dell’UE,  intende finanziare progetti che incentivino il senso di appartenenza ed identità europee attraverso attività che implementino il network fra città.

Interventi ammissibili

Ci si aspetta che i progetti riflettano su una nuova narrativa per l'Europa, orientata al cittadino e che promuova l'uguaglianza, che sia lungimirante, costruttiva e coinvolgente per le giovani generazioni in particolare.

I network di città dovrebbero fornire alle città e ai comuni la possibilità di approfondire e intensificare la loro cooperazione e il loro dibattito in una prospettiva a lungo termine, di sviluppare reti sostenibili e di delineare la loro visione per il futuro dell'integrazione europea.

L’iniziativa intende perseguire i seguenti scopi:

  • rafforzare la dimensione democratica del processo decisionale europeo. Le reti di città sono invitate a sviluppare progetti che rafforzino la democrazia sostenendo la partecipazione attiva dei cittadini alla vita politica europea e all'esercizio dei loro diritti elettorali;
  • sostenere elezioni libere ed eque in Europa. In vista delle elezioni europee del 2024, i network di città sono invitati a lavorare sulla conservazione delle istituzioni democratiche dell'UE e sulla partecipazione dei cittadini. Il coordinamento all'interno e tra le reti interessate potrebbe portare in particolare all'istituzione di metodi di lavoro comuni, lo sviluppo di capacità per individuare e affrontare possibili minacce alle elezioni, l'elaborazione di modelli di buone pratiche e linee guida;
  • favorire il senso di appartenenza all'Europa. Le reti di città potrebbero dare ai cittadini la possibilità di esprimere che tipo di Europa vogliono attraverso l’organizzazione di dibattiti, con il fine di suggerire azioni che l'Unione Europea potrebbe intraprendere. Il fine è di promuovere un senso di appartenenza all'Europa, per comprendere i benefici dell'Unione Europea e per rafforzare la coesione sociale e politica dell'UE.
  • riflettere sull'impatto della pandemia da COVID-19 sulle comunità locali. Le reti di città sono incoraggiate a riflettere sull'impatto della pandemia sulla vita e sul funzionamento delle comunità locali, così come sulle forme che la partecipazione civica assume sotto la crisi dovuta al COVID-19.

Le attività ammissibili potranno inoltre includere: workshop, seminari, conferenze, attività di formazione, riunioni di esperti, webinar, attività di sensibilizzazione, raccolta di dati e consultazione, sviluppo, scambi e diffusione di buone pratiche tra autorità pubbliche autorità pubbliche e organizzazioni della società civile, sviluppo di strumenti di comunicazione e l'uso dei media sociali.

Durata progetto: i progetti dovrebbero una durata minima di 12 mesi e massima di 24 mesi.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando enti pubblici e privati che:

I candidati potranno essere enti pubblici od organizzazioni no profit come: città/comuni e/o altri livelli di autorità locali o i loro comitati di gemellaggio o altre organizzazioni senza scopo di lucro che rappresentano le autorità locali.

Le proposte devono essere presentate da un consorzio di almeno 5 candidati e inoltre:

  • il progetto deve coinvolgere comuni di almeno cinque paesi ammissibili di cui almeno tre devono essere Stati membri dell'UE;
  • le attività devono svolgersi in almeno due diversi paesi ammissibili al programma.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 6.500.000 Euro

Non ci sono limiti stabiliti dal bando per il finanziamento di ogni progetto. 

Ai  progetti vincitori sarà corrisposto un contributo forfettario, calcolabile sulla base di determinate categorie di spesa indicate nella Decision authorising the use of lump sums for actions under the Citizens, Equality, Rights and Values Programme (2021-2027) - – Cfr. sezione Link e Documenti.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

CERV 2021-2022 work programme

Decision authorizing the use of lump sums

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

È fondamentale che il progetto dimostri attinenza alle priorità politiche indicate nel bando! Le reti di città sono incoraggiate a rispondere agli obiettivi della Conferenza sul futuro dell'Europa e inoltre nel bando si fa esplicito riferimento : Piano d'azione europeo per la democrazia,Quadro strategico dell'UE per i rom sull'uguaglianza, l'inclusione e la partecipazione, Strategia per rafforzare l'applicazione della Carta dei diritti fondamentali nell'UE, Relazione sulla cittadinanza dell'UE 2020. Prendi del tempo per analizzare le politiche richiamate (pag. 6 del bando) e proponi un progetto che contribuisca al loro raggiungimento.

Attenzione! Nel bando si indica che non vi sono limiti nel finanziamento di un singolo progetto (pag. 20 del bando). In tal senso, il grado di competitività potrebbe essere alto, prenditi quindi del tempo per valutare se hai le competenze organizzative, finanziarie e amministrative per poterlo affrontare.

Leggi con cura la sezione del bando dedicata al contributo.Il bando fa riferimento alla DECISION authorising the use of lump sums for actions under the Citizens, Equality, Rights and Values Programme (2021-2027) in cui sono specificate le spese che vengono considerate nell'importo forfettario. Per calcolare gli importi che saranno coperti dall'eventuale contributo, tieni a mente che la somma forfettaria si basa su due parametri: numero di partecipanti diretti e numero di paesi ammissibili per evento (in situ o online). Un evento avviene in un arco di tempo definito e può includere diversi tipi di attività (conferenze, workshop, corsi di formazione, seminari, dibattiti, webinar, mostre, proiezioni/realizzazione di film, campagne, pubblicazioni, indagini, ricerche, flashmob, ecc.). Un evento corrisponde a un pacchetto di lavoro nel modulo di domanda. 1 pacchetto di lavoro = 1 evento = una o più attività (pag 21 del bando). Per calcolare l'importo che verrà coperto dall'eventuale contributo forfettario considera le voci di spese nelle modalità descritte, in questo modo avrai maggiore chiarezza sull'importo che potrai ottenere.

La prospettiva della parità di genere dovrebbe essere presa in considerazione quando si progetta il "formato" delle attività (pag.8). Quando strutturi l’attività, abbi cura di verificare con attenzione questo aspetto per garantire che le attività del progetto siano in egual misura accessibili, in tal senso potrebbe esserti utile usufruire del Gender Impact Assessment.

L’Ente ha predisposto delle FAQ in accompagnamento al bando. Controlla periodicamente il portale per verificare l'eventuale pubblicazione di nuove FAQ.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.