Scadenza: 22 marzo 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

PRIMA MED (Partnership for Research and Innovation in the Mediterranean Area)

Dotazione Complessiva
€ 35.500.000
Finanziamento Minimo
€1.500.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Nella regione del Mediterraneo, il cambiamento climatico congiuntamente a pratiche di gestione delle risorse poco sostenibili, stanno comportando conseguenze rilevanti sulla disponibilità e la qualità delle risorse come l'acqua e il cibo. Affinché la popolazione venga fornita degli strumenti per reagire a tali impatti risulta necessario agire su più fronti.

I tal senso, questo bando intende finanziare azione di Ricerca e Innovazione sui seguenti Topic:

  • Topic 1. Gestione dell'acqua: prevenire e ridurre la salinizzazione e l'inquinamento della terra e dell'acqua dovuti alle attività agroalimentari.
  • Topic 2. Gestione del sistema agricolo: prevenire e ridurre la salinizzazione e l'inquinamento della terra e dell'acqua dovuti alle attività agroalimentari.
  • Topic 3. Catena del valore alimentare:consentire la transizione verso un comportamento alimentare sano e sostenibile.

Interventi ammissibili

Topic 1. Gestione dell'acqua: prevenire e ridurre la salinizzazione e l'inquinamento della terra e dell'acqua dovuti alle attività agroalimentari.

Riguardo questo topic sarà importante considerare la gestione dell'acqua sia nel processo agricolo che nell'industria alimentare.

Saranno ammissibili azioni che:

  • analizzino la specificità dei suoli del Mediterraneo includendo uno studio sulla salinità e i fattori pedoclimatici specifici del territorio;
  • propongano soluzioni tecniche per minimizzare l'inquinamento delle acque riportando gli standard di qualità dell'acqua ad un livello accettabile;
  • nell'ottica di un'economia circolare, propongano soluzioni di riutilizzo dell'acqua (specialmente nel contesto dell'industria alimentare) e della valorizzazione degli altri sottoprodotti degli impianti di trasformazione agroalimentare;
  • propongano soluzioni per migliorare i regimi di fertilizzazione delle pratiche agricole, effettuando uno studio sulla mineralizzazione per una migliore gestione della materia organica;
  • forniscano soluzioni innovative per evitare la contaminazione dell'acqua derivante da pesticidi e inquinanti organici;
  • effettuino studi socio-economici che valutino i costi-benefici per ciascuna delle nuove pratiche proposte, considerando le condizioni di governance dell'intero bacino idrico.

Topic 2. Gestione del sistema agricolo: prevenire e ridurre la salinizzazione e l'inquinamento della terra e dell'acqua dovuti alle attività agroalimentari.

Le proposte progettuali di questo specifico topic dovranno concentrarsi sulle buone pratiche pastorali nell'area mediterranea, promuovendo azioni per la creazione di un ambiente favorevole all’agricoltura agropastorale e un uso razionale dei pascoli. In tal senso, i progetti dovranno contenere soluzioni per la gestione della terra, dell'acqua e della biodiversità (comprese le razze animali locali), del carbonio, dell'azoto e dell'impronta globale dei gas serra.

Le proposte progettuali dovranno inoltre:

  • proporre azioni basate sulle pratiche agroforestali per sostenere la produzione di bestiame pastorale e agropastorale che vanno dalla conservazione degli alberi a sistemi più intensivi;
  • considerare la qualità dei prodotti in termine di salute e sicurezza dei consumatori e la fornitura dei servizi socio-ecosistemici;
  • analizzare le questioni e le dinamiche sociali, di genere e generazionali sulla questione;
  • affrontare la definizione delle politiche e il quadro di mercato che hanno implicazioni rilevanti per l'agricoltura agro-pastorale per fornire consigli e suggerimenti per un ambiente istituzionale ed economico più favorevole.

Topic 3. Catena del valore alimentare: consentire la transizione verso un comportamento alimentare sano e sostenibile.

Le proposte progettuali del Topic 3 dovranno:

  • identificare, comprendere e misurare i fattori che influenzano l'adozione di comportamenti alimentari sani nelle comunità mediterranea;
  • implementare strategie su misura per aiutare le persone di tutte le età a spostarsi verso comportamenti alimentari sani.

Tali azioni dovranno essere supportate da un approccio combinato che provveda ad aumentare la consapevolezza dei benefici generali delle diete mediterranee a tutte le età e ad aumentare la disponibilità e l'accessibilità di alimenti mediterranei altamente nutrizionali, sani, sostenibili e poco elaborati nei mercati.

Saranno ammissibili:

  • campagne di sensibilizzazione su misura per le diverse comunità mediterranee, utilizzando strategie di comunicazione tradizionali e applicazioni basate sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione;
  • sviluppo di kit di strumenti educativi, corsi di cucina, strutture dimostrative e materiali promozionali adattati ai diversi gruppi socio-economici rispetto a età, sesso e culture;
  • sviluppo di nuovi modelli a livello di industria alimentare per produrre e distribuire piatti tradizionali, locali, poco lavorati, pre-preparati e di alto valore nutrizionale, seguendo i modelli dietetici mediterranei accreditati e considerando gli aspetti di sostenibilità legati al consumo dei pasti preparati. Si dovranno inoltre tenere presente il cibo biologico prodotto senza pesticidi per un consumo più sostenibile e sano in linea con la strategia Farm to Fork.

Le proposte progettuali dovranno includere negli approcci proposti il concetto di riduzione dei rifiuti alimentari e l'utilizzo dei sottoprodotti come ingredienti alimentari benefici per la transizione verso un sistema alimentare più sostenibile.

Tipologia di azione

Per i tre topic, il bando finanzia le c.d. Azioni di Ricerca e Innovazione (RIA). Per RIA si intendono azioni che mirano a stabilire nuove conoscenze e/o a esplorare la fattibilità di una tecnologia, un prodotto, un processo, un servizio o una soluzione nuovi o migliorati. A questo scopo, possono includere la ricerca di base e applicata, lo sviluppo e l'integrazione della tecnologia, il test e la convalida su un prototipo in scala ridotta in un laboratorio o in un ambiente simulato. I progetti possono contenere attività dimostrative o pilota strettamente connesse ma limitate, volte a mostrare la fattibilità tecnica in un ambiente quasi operativo.

Durata dei progetti: 48 mesi

Attenzione!Le proposte dovranno indicare i TRL – Technology Readiness Leveliniziali e finali della/e tecnologia/e chiave oggetto della proposta.

Chi può partecipare

Risultano ammissibili a ricevere finanziamenti nell’ambito del Programma:

  1. Enti pubblici e privati dotati di personalità giuridica, stabiliti nei seguenti paesi partecipanti al Programma PRIMA:
  • Paesi UE: Croazia, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Spagna e Slovenia. Sono inclusi i Paesi e i Territori d’Oltremare (Paesi partecipanti al programma PRIMA).
  • Paesi terzi partecipanti al Programma Horizon 2020: Israele, Tunisia e Turchia.
  • Paesi terzi non associati al Programma Horizon 2020 ma con i quali sono stati stipulati accordi di cooperazione nell’ambito del Programma PRIMA: Algeria, Egitto, Giordania, Libano e Marocco.
  1. Enti pubblici dell’Unione europea.
     
  2. Organizzazioni internazionali di interesse europeo.
     
  3. Organizzazioni internazionali o altri enti dotati di personalità giuridica stabiliti in paesi non elencati sopra, purché sia soddisfatta almeno una delle seguenti condizioni:
    • la partecipazione è considerata essenziale per la realizzazione dell'azione;
    • il finanziamento è fornito nel quadro di un accordo bilaterale scientifico e tecnologico.

Per questa specifica tipologia di azione (RIA), le proposte devono essere presentate da un minimo di 3 enti dotati di personalità giuridica stabiliti in 3 diversi Paesi ammissibili, di cui:

  • almeno uno deve essere stabilito in uno Stato membro dell'UE o in un paese terzo associato a Horizon 2020 e che non sia un MPC (Mediterranean Partner Countries);
  • almeno uno deve essere stabilito in un paese terzo che si affaccia sul Mar Mediterraneo (MPC).

Tutti e tre i soggetti giuridici devono essere indipendenti l'uno dall'altro

Attenzione!Ogni ente deve verificare la propria ammissibilità al finanziamento in conformità con quanto stabilito dalle agenzie di finanziamento nazionali.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria: 35.500.000 Euro

Cofinanziamento: 100%

Contributo minimo per progetto: 1.500.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

PRIMA Annual Work Plan 2022

Guide for applicants

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Il percorso submission prevede due step:

  • consegna pre-proposal (scadenza: 22/03/2022)
  • consegna full-proposal (scadenza: 13/09/2022)

Solamente i partenariati che avranno ottenuto una valutazione positiva della pre-proposal potranno passare alla fase successiva e consegnare la full-proposal. Nella fase dipre-proposal, il documento descrittivo del progetto dovrà avere una lunghezza massima di 10 pagine.

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione vi guideranno per capire l’importanza che sarà necessario dare ai singoli aspetti della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza agli aspetti che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. sezione 5.1.7. Annual Work Programme).

È fondamentale che il progetto dimostri attinenza alle priorità politiche indicate nel bando! Prendi del tempo per analizzare le politiche richiamate nel bando come di seguito indicato e proponi un progetto che contribuisca al loro raggiungimento:

  • Topic 1 - pag. 4;
  • Topic 2 - pag. 7;
  • Topic 3 - pag. 10.

Vuoi proporre un progetto ma non hai partner? Sul sito web del Programma PRIMA troverai uno strumento di ricerca partner per cercare altre organizzazioni con cui formare il partenariato.

I candidati sono incoraggiati a contattare i Punti di contatto nazionali PRIMA (NCP) per ricevere ulteriori informazioni e indicazioni sui bandi. Qui la lista dei Punti di contatto nazionali.

Attenzione!Prenditi del tempo per analizzare i progetti finanziati dal programma Europeo Horizon 2020 e dal Programma PRIMA e assicurati di creare una sinergia con i loro risultati.

Se hai dubbi sui temi di questa specifica call, puoi inoltre rivolgerti al seguente contatto come indicato nella pagina web del bando: Eda.demir@prima-med.org.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.