Scadenza: 24 gennaio 2023
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – Programma Europa Digitale

Dotazione Complessiva
€ 8.000.000
Finanziamento Massimo
€8.000.000
Finanziamento Minimo
€4.000.000
Co-finanziamento
50%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il Programma “Europa Digitale” è un programma di finanziamento dell'UE incentrato sullo sviluppo della tecnologia digitale per imprese, cittadini e amministrazioni pubbliche.

La call prevede 6 topic. Il topic Spazio dati per la mobilità (distribuzione)(DIGITAL-2022-CLOUD-AI-03-DS-MOBILITY) ha l’obiettivo di contribuire all'ulteriore sviluppo dello spazio comune europeo dei dati sulla mobilità annunciato nella Strategia sui dati e nella Strategia per la mobilità sostenibile e intelligente, costruito e gestito nel pieno rispetto della legislazione UE vigente nei settori della mobilità e dei trasporti.

L’obiettivo specifico è quello di sostenere la creazione e la diffusione, attraverso progetti di implementazione reali, di un'infrastruttura tecnica combinata con meccanismi di governance che facilitino l'accesso e la condivisione delle principali risorse di dati in questo settore, anche a livello transfrontaliero. Ciò si baserà e sarà in pieno allineamento con le iniziative di mobilità e di trasporto esistenti e future (alcune delle quali sono regolamentate) che organizzano la condivisione dei dati sia per i passeggeri che per le merci nei domini e diventano parte integrante dell'emergente infrastruttura europea di dati e servizi cloud.

I progetti contribuiranno allo sviluppo di servizi e applicazioni innovative e supporterà la definizione delle politiche, aiutando a rendere disponibili, condividere e riutilizzare i dati per gli indicatori di mobilità urbana sostenibile (SUMI) e per le informazioni sul traffico e sui viaggi nelle aree urbane e regionali.

Interventi ammissibili

I progetti premiati realizzeranno uno spazio dati operativo che consentirà ai partecipanti di rendere disponibili e accessibili i dati in un formato leggibile dalle macchine e di condividere i dati in modo controllato, semplice e sicuro. Ciò consentirà di costruire una grande quantità di dati accurati e affidabili che potranno essere utilizzati, tra l'altro, per l'intelligenza artificiale.

I progetti dovranno riguardare le due aree seguenti:

  • sostenere la pianificazione e la gestione della mobilità urbana sostenibile e consentire servizi e applicazioni innovativi, rendendo disponibili e accessibili in formato leggibile dalla macchina i dati per gli indicatori UE di mobilità urbana sostenibile, come le emissioni di gas serra, la congestione, la sicurezza stradale, i tempi di percorrenza dei pendolari e la ripartizione modale, in linea con la definizione e la metodologia dell'UE;
  • rendere disponibili e accessibili le informazioni sul traffico e sulla mobilità a livello urbano in un formato leggibile meccanicamente, in linea con la Direttiva 2010/40/UE sui sistemi di trasporto intelligenti (ITS) e in particolare con il Regolamento delegato (UE) 2015/962 sui servizi di informazione sul traffico in tempo reale (e la versione rivista 2022/670 che si applicherà a partire dal 2025) e il Regolamento delegato (UE) 2017/1926 sui servizi di informazione sulla mobilità multimodale (e la sua revisione che si prevede di adottare nel 2023).

Le attività devono concentrarsi principalmente sull'implementazione nel mondo reale degli elementi costitutivi dello spazio dati attraverso casi d'uso basati sulla condivisione dei dati sulla mobilità. Possono essere accompagnate da attività relative alla digitalizzazione dei processi al fine di implementare gli elementi costitutivi dello spazio dati, rendere disponibili i dati per i casi d'uso e assicurarsi che i futuri aggiornamenti siano realizzati in formato digitale.

Durata progettuale: tra 24 e 36 mesi

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando enti pubblici o privati dotati di personalità giuridica, stabiliti in uno dei seguenti paesi ammissibili:

  • Stati Membri dell’UE, compresi i paesi e i territori d’oltremare (PTOM);
  • Paesi che non fanno parte dell’UE, che fanno parte dell’Area economica europea e sono associati al Programma “Europa Digitale” o paesi che hanno in corso dei negoziati per un accordo di associazione (elenco dei paesi partecipanti).

Attenzione! Gli enti ammissibili non devono essere controllati direttamente o indirettamente da un Paese che non rientra tra i Paesi ammissibili.

La domanda deve essere presentata in partenariato, il quale deve essere composto da almeno 3 beneficiari indipendenti provenienti da 3 diversi paesi ammissibili.

Il consorzio deve coinvolgere sia i fornitori di dati che gli utenti di dati sulla mobilità, sia pubblici che privati. Dovrebbe comprendere almeno città o regioni di tre diversi Paesi ammissibili (cioè Stati membri o Paesi associati) e imprese del settore della mobilità e dei trasporti.

Entità del contributo

La dotazione finanziaria complessiva prevista per la call è pari a 118.000.000 Euro.

Per il topic Spazio dati per la mobilità (distribuzione)(DIGITAL-2022-CLOUD-AI-03-DS-MOBILITY) sono stanziati 8.000.000 Euro.

Contributo minimo per progetto: 4.000.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 8.000.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 50%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

DIGITAL-2022-CLOUD-AI-03-DS-MOBILITY

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

La data di apertura della call è il 29 settembre 2022.

Consulta attentamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 9, pagg. 39- 40 del bando).

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 10, pagg. 41-43 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. par. 10, pagg. 43-44 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Consulta il Manuale Online e il portale dedicato alle FAQ oppure invia un quesito attraverso il sistema “Scrivici”.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.