Scadenza: 22 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l'acquacoltura (EMFAF)

Dotazione Complessiva
€ 2.500.000
Finanziamento Massimo
€1.250.000
Finanziamento Minimo
€1.000.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Gli obiettivi principali della call sono i seguenti:

  • aumentare la partecipazione e la rappresentanza delle donne nei diversi settori della Blue Economy sostenibile;
  • aumentare la conoscenza e raccogliere dati sul contributo delle donne alla Blue Economy sostenibile, in modo da promuovere e integrare efficacemente la dimensione di genere;
  • promuovere e far progredire l'uguaglianza di genere nella Blue Economy sostenibile (ad es. contrastare gli stereotipi di genere, i pregiudizi consapevoli e inconsapevoli, promuovere la parità retributiva, affrontare le condizioni di lavoro precarie, ecc.) anche attraverso la promozione di opportunità di carriera nel settore blu per le ragazze fin dai primi anni di istruzione;
  • promuovere la leadership, l'imprenditorialità e la partecipazione delle donne nelle strutture di governance e nei meccanismi decisionali di organizzazioni pubbliche e/o private della Blue Economy sostenibile.

Le azioni finanziate nell'ambito della call “Donne nella Blue Economy” aiuteranno i settori della Blue Economy sostenibile (ad esempio la pesca, l'acquacoltura, la cantieristica, il trasporto marittimo, l'energia rinnovabile offshore, la bioeconomia blu, l'acquacoltura dell’entroterra e offshore, ecc.) a scegliere un cambiamento profondo e strutturale per facilitare e promuovere l'inclusione delle donne nell'economia marittima in generale.

Interventi ammissibili

Il bando è aperto a tutti i settori della Blue Economy sostenibile. Tuttavia, ogni progetto dovrà concentrarsi su almeno 3 settori, da quelli in cui sono già disponibili dati e azioni e in cui sono già state intraprese azioni in termini di eguaglianza di genere (ad es. shipping, pesca, ecc.) a quelli in cui la disponibilità di dati e le azioni sono ancora limitate.

Le proposte dovrebbero garantire la più ampia portata geografica possibile e coinvolgere partner di diversi bacini marittimi.

All’interno della propria proposta progettuale i richiedenti devono spiegare come implementeranno le attività elencate di seguito, con risultati concreti e misurabili entro la fine del progetto:

  • raccogliere dati e analizzare delle lacune che essi evidenziano;
  • sviluppare attività di networking;
  • sostenere la leadership e all’imprenditoria femminile nella Blue Economy sostenibile attraverso azioni mirate (ad es. formazione, mentoring e coaching);
  • individuare le buone pratiche esistenti e valutare la loro scalabilità e sostenibilità al fine di diffonderle in tutti i settori della Blue Economy;
  • assicurare la sostenibilità delle attività del progetto.

Le proposte possono includere altre attività, purché siano in linea con gli obiettivi del bando.

Durata progettuale: tra i 24 e i 36 mesi

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando enti pubblici e privati dotati di personalità giuridica stabiliti in uno Stato Membro dell’UE (compresi i paesi e i territori d’oltremare (PTOM).

Possono partecipare anche le organizzazioni internazionali, le associazioni e i gruppi di interesse e gli enti privi di personalità giuridica (quest’ultimi, eccezionalmente).

Le proposte devono essere presentate da un partenariato composto da almeno 3 enti indipendenti provenienti da 3 diversi Stati membri dell’UE.

Il bando incoraggia i candidati ad includere nel partenariato rappresentanti di diversi settori della Blue Economy (ad es. organismi consultativi, professionali e rappresentativi o associazioni) e organizzazioni rilevanti (ad es. ONG, cluster marittimi, università, ecc.) attive nella promozione della parità di genere.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 2.500.000 Euro

Contributo minimo richiedibile per progetto: 1.000.000 Euro

Contributo massimo richiedibile per progetto: 1.250.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 90%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

EMFAF-2022-PIA-WBE

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Il bando è altamente competitivo. Si prevede di finanziare fino a due progetti.

Dedicatevi con cura alla stesura dell’Analisi di contestoedimostrate che il vostro progetto intende sopperire ad un fabbisogno reale. A tal fine, assicurati che questa sezione sia corredata di dati e studi ufficiali.

Si ricordi che non è ammesso il sostegno finanziario a terzi.

Prestare attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. paragrafo 9, pagg. 16 e ss. del bando).

Verificate con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. paragrafo 10, pagg. 18-19 del bando).

Assicuratevi di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. paragrafo 10, pag. 19 del bando).Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.