Scadenza
2 giugno 2021
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Commissione Europea – Erasmus +

Dotazione Complessiva
€ 52.197.374
Finanziamento Massimo
€ 300.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

L'obiettivo generale del Programma Erasmus+ è sostenere lo sviluppo formativo, professionale e personale degli individui nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport, in Europa e nel resto del mondo, contribuendo in tal modo alla crescita sostenibile, all'occupazione e alla coesione sociale come pure al rafforzamento dell'identità europea.

Il programma rappresenta pertanto uno strumento fondamentale per costruire uno spazio europeo dell'istruzione, sostenere l'attuazione della cooperazione strategica europea in materia di istruzione e formazione e le relative agende settoriali, portare avanti la cooperazione sulla politica in materia di gioventùnell'ambito della strategia dell'Unione per la gioventù 2019-2027 e sviluppare la dimensione europea dello sport.

Le prioritàdel Programma Erasmus+ riguardano:

  • Inclusione e diversità
  • Trasformazione Digitale
  • Ambiente e lotta al cambiamento climatico
  • Partecipazione alla vita democratica

Il Programma è articolato in 3 Azioni chiave:

KA1- mobilità ai fini dell'apprendimento ("azione chiave 1")

KA2- cooperazione tra organizzazioni e istituti ("azione chiave 2")

KA3- sostegno allo sviluppo delle politiche e alla cooperazione ("azione chiave 3")

Gli obiettivi sono, inoltre, perseguiti tramite le Azioni Jean Monnet

I progetti e le attività sostenute nell'ambito di quest’ultima azione dovrebbero produrre uno o più dei seguenti risultati sulle organizzazioni partecipanti:

  • aumentare la capacità di operare a livello UE / internazionale: migliorare le capacità di management e le strategie di internazionalizzazione; rafforzare la cooperazione con partner di altri paesi; rafforzare la capacità di allocare risorse finanziarie (diverse dai fondi dell'UE) per strutturare progetti UE / internazionali; aumentare le capacità di preparazione, attuazione, monitoraggio e follow-up dei progetti UE / internazionali;  
  • mettere in atto modalità innovativedi operare nei confronti dei propri gruppi target, assicurando ad esempio: programmi più attraenti per studenti, tirocinanti, apprendisti, giovani e volontari, e che siano in linea con le loro esigenze e aspettative; qualificare personale docente e di formazione; migliorare i processi di riconoscimento e convalida delle competenze acquisite durante i periodi di apprendimento all'estero; mettere in campo attività più efficaci a beneficio delle comunità locali, migliorare metodi e pratiche di lavoro con i giovani e con i gruppi svantaggiati per coinvolgerli attivamente;  
  • favorire un ambiente più moderno, dinamico, impegnato e professionale all'interno dell'organizzazione, creando un terreno fertile per l’integrazione di buone pratiche e nuovi metodi nelle attività quotidiane; aperto a sinergie con organizzazioni attive in diversi ambiti sociali, educativi e occupazionali; pianificare strategicamente lo sviluppo professionale del proprio personale in relazione alle esigenze individuali e agli obiettivi organizzativi; attrarre ottimi studenti e personale accademico da tutto il mondo.

Le azioni Jean Monnet offrono opportunità nel campo dell'istruzione superiore e in altri settori dell'istruzione e della formazione. Le azioni Jean Monnet contribuiscono a diffondere la conoscenza sulle questioni relative all'integrazione nell'Unione europea.

All’interno della cornice Jean Monnet, vengono supportate le seguenti linee:

  • Azioni Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore
  • Azioni Jean Monnet in altri settori dell'istruzione e della formazione

Queste linee saranno attuate dall'Agenzia esecutiva per l'istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA).

Interventi ammissibili

AZIONI JEAN MONNET NEL CAMPO DELL'ISTRUZIONE SUPERIORE

L'azione Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore sostiene l'insegnamento e la ricerca nel campo degli studi sull'Unione europea in tutto il mondo.

Per studi UE si intende lo studio dell'Europa nella sua interezza, con particolare enfasi sulla dimensione europea, da una prospettiva interna ma anche globale. Gli studi dell'UE dovrebbero promuovere la cittadinanza e i valori europei, affrontare il ruolo dell'UE in un mondo globalizzato, accrescendo la consapevolezza sull'Unione e facilitando l'impegno futuro nonché il dialogo tra le persone.

Obiettivi dei progetti di “Insegnamento e ricerca”:

  • promuovere l'eccellenza nell'insegnamento e nella ricerca nel campo degli studi sull'Unione europea in tutto il mondo;
  • promuovere il dialogo tra il mondo accademico e la società, compresi i responsabili politici a livello locale e statale, i dipendenti pubblici, gli attori della società civile, i rappresentanti dei diversi livelli di istruzione e dei media;
  • generare conoscenze e approfondimenti a sostegno del processo decisionale dell'UE e rafforzare il ruolo dell'UE all'interno dell'Europa e in un mondo globalizzato;
  • raggiungere un pubblico più ampio e diffondere la conoscenza dell'UE alla società più ampia (al di là del mondo accademico e del pubblico specializzato) avvicinando l'UE al pubblico.

L'azione mira anche a svolgere il ruolo di vettore per la diplomazia pubblica nei confronti dei paesi partner, promuovendo i valori dell'UE e per migliorare la visibilità di ciò che l'Unione europea rappresenta effettivamente e di ciò che intende ottenere.

Caratteristiche dei progetti di “Insegnamento e ricerca”:

i progetti devono assumere una delle seguenti forme: moduli, cattedre e centri di eccellenza.

  • I moduli sono brevi programmi o corsi di insegnamento nel campo degli studi sull'Unione europea offerti presso un istituto di istruzione superiore. Ogni Modulo ha una durata minima di 40 ore di insegnamento per anno accademico, per una durata di tre anni. I moduli possono concentrarsi su una particolare disciplina negli studi europei o avere un approccio multidisciplinare e quindi richiedere il contributo accademico di diversi professori ed esperti. Possono anche assumere la forma di programmi di specializzazione di breve durata o estivi.
  • Le cattedre sono ruoli di insegnamento con una specializzazione in studi sull'Unione europea per professori universitari per una durata di tre anni. Una cattedra Jean Monnet è tenuta da un solo professore, che fornisce un minimo di 90 ore di insegnamento per anno accademico. La cattedra può anche avere un team per supportare e migliorare le attività, inclusa la fornitura di ore di insegnamento aggiuntive.
  • I centri di eccellenza Jean Monnet sono puti chiave di competenza e conoscenza sulle materie dell'Unione europea. Dovrebbero raccogliere le esperienze e le competenze di esperti di alto livello al fine di sviluppare sinergie tra le varie discipline e risorse negli studi europei, creano attività transnazionali congiunte, assicurano anche l'apertura alla società civile. I centri di eccellenza Jean Monnet hanno un ruolo importante nel raggiungere gli studenti delle facoltà che normalmente non si occupano di questioni dell'Unione europea, nonché i responsabili politici, i funzionari, la società civile organizzata e il grande pubblico in generale.

I beneficiari Jean Monnet sono invitati a organizzare attività ed eventi che garantiscano l'apertura ai responsabili politici, ai funzionari pubblici, alla società civile e al pubblico in generale.

Durata dei progetti

3 anni (le formule “Moduli” e “Cattedre” si differenziano per il numero di ore di cattedra da realizzare, rispettivamente minimo 40 ore e minimo 90 ore). 

AZIONI JEAN MONNET IN ALTRI SETTORI DELL'ISTRUZIONE E DELLA FORMAZIONE

Imparare a conoscere gli obiettivi e il funzionamento dell'Unione europea è un elemento importante per la promozione della cittadinanza attiva e dei valori comuni di libertà, tolleranza e non discriminazione. Emerge una diffusa mancanza di conoscenza sull'Unione europea e molta disinformazione. Pertanto, insegnanti e formatori sono desiderosi di cogliere opportunità per il proprio sviluppo professionale; per sviluppare un'atmosfera di classe inclusiva utilizzando le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (ICT) e insegnare in classi multilingue e multiculturali. Hanno anche bisogno di opportunità di crescita professionale per quanto riguarda l’insegnamento della dimensione europea, secondo modalità coinvolgenti.

L'obiettivo generale dunque, è promuovere una migliore comprensione, sia nell'istruzione generale che nella formazione professionale (ISCED 1-4), sull'Unione europea e sul funzionamento delle sue istituzioni.

Azione di “Formazione per insegnanti”

Nell'ambito di questa azione, gli istituti di istruzione superiore o gli istituti/agenzie di formazione degli insegnanti organizzeranno attività che consentiranno agli insegnanti delle scuole e ai fornitori di istruzione e formazione professionale (VET) di sviluppare nuove competenze, insegnare e impegnarsi sulle questioni dell'UE e una migliore comprensione del suo funzionamento.

Le attività di formazione degli insegnanti supporteranno il personale educativo nelle scuole e gli operatori IFP (ISCED 1 - 4).

Obiettivi dei progetti di “Formazione per insegnanti”

I corsi di formazione per insegnanti Jean Monnet mirano a sostenere le scuole e i fornitori di IFP nella pianificazione, organizzazione e fornitura di contenuti UE nelle loro attività curriculari ed extracurriculari. Gli obiettivi principali sono:

  • consentire alle scuole e ai fornitori di IFP di acquisire conoscenze sull'UE tra il loro personale docente;
  • offrire proposte formative strutturate su materie europee per scuole e fornitori di IFP, fornire contenuti e metodologie per insegnanti che insegnano a vari livelli, con background ed esperienze differenti;
  • offrire corsi di formazione specifici individuali o di gruppo (modulari, residenziali, misti o online) per insegnanti interessati all'UE e desiderosi di integrare le materie dell'UE nel loro lavoro quotidiano;
  • promuovere la fiducia degli insegnanti nell'integrazione di un punto di vista dell'UE nel loro lavoro quotidiano.

Caratteristiche dei progetti di “Formazione per insegnanti”

Gli insegnanti dotati di metodologie nuove e innovative per proporre contenuti sull'Unione europea agli studenti aiuteranno a introdurre fatti e conoscenze sull'Unione europea nelle attività curriculari ed extracurriculari.

Le attività Jean Monnet "Formazione degli insegnanti" dovrebbero includere la preparazione e l'erogazione di attività formative rivolte a questo specifico target. Possono assumere la forma di corsi o moduli mirati che includono l'apprendimento a distanza (MOOC e / o attività miste). La formazione dovrebbe essere formale e terminare con un certificato.

Le attività proposte dovrebbero includere anche il sostegno ai partecipanti (es. Contributo per viaggio e soggiorno, fornitura di manuali e altri strumenti specifici, esenzione dalle tasse).

I "Corsi di formazione per insegnanti" Jean Monnet devono rispettare una delle seguenti forme:

  • formazione sulle metodologie di insegnamento al fine di affrontare le questioni relative all'Unione europea;
  • formazione su questioni relative all'Unione europea;
  • esperienze di apprendimento su materie dell'Unione Europea che integrano corsi già esistenti (apprendimento collaborativo tra classi, co-insegnamento);
  • seminari, corsi estivi e intensivi, altri tipi di esperienze dell'UE che coinvolgono altre parti interessate.

Quanto sopra può essere fatto tramite:

  • Fornitura di linee guida ad hoc per la selezione della formazione;
  • Formazione fisica, a distanza e/o mista.

Durata dei progetti: 3 anni

 

RETI JEAN MONNET IN ALTRI SETTORI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE

Le reti di scuole e/o fornitori di IFP dovrebbero servire allo scopo di dare un aspetto internazionale al nuovo filone Jean Monnet e consentire lo scambio di buone pratiche, nonché l'esperienza del co-insegnamento all'interno di un gruppo di paesi.

Le attività faciliteranno una comprensione comune delle metodologie di apprendimento sulle questioni relative all'Unione europea tra i professionisti che lavorano in contesti diversi, affrontando sfide e vincoli diversi dovuti alle legislazioni nazionali e alla struttura dei curricula.

L'obiettivo delle reti sarà duplice. Da un lato, le scuole/fornitori di IFP si scambieranno informazioni e pratiche su cosa e come far acquisire ai loro studenti una maggiore conoscenza dell'UE. D'altra parte, gli insegnanti potranno beneficiare di esperienze di mobilità di alcuni giorni per organizzare e fornire co-insegnamento/co-tutoraggio con i partner di progetto.

Obiettivi dell'azione “Reti in altri settori di istruzione e formazione”

Le reti Jean Monnet mirano a dare un sostegno alle scuole e ai fornitori di IFP per aumentare la conoscenza su come insegnare le materie dell'Unione europea, ma daranno anche un margine internazionale all'esercizio di apprendimento.

Lo scambio di conoscenze degli insegnanti, lavoro collaborativo su argomenti e metodologie specifiche, esperienze di co-insegnamento, attività comuni sono alla base delle attività di rete. Ad esempio si potrà:

  • Scambiare informazioni sui contenuti e promuovere i risultati delle metodologie applicate;
  • Rafforzare la cooperazione tra diverse scuole / fornitori di IFP fornendo loro esperienza internazionale e una posizione europea;
  • Favorire lo scambio di conoscenze e mobilità per il co-insegnamento;
  • Promuovere la cooperazione e creare una piattaforma di conoscenza solida e sostenibile tra scuole e fornitori di IFP.

Caratteristiche dei progetti “Reti in altri settori di istruzione e formazione”

Le reti Jean Monnet devono rispettare una o più delle seguenti forme:

  • raccogliere e discutere metodologie di insegnamento per attività curriculari ed extracurriculari;
  • raccogliere e condividere buone pratiche per l'apprendimento delle materie dell'Unione europea;
  • organizzare esperienze di co-insegnamento e di insegnamento collaborativo sia in mobilità che online.

Quanto sopra può essere fatto tramite:

  • Produzione di documenti e linee guida per la diffusione di buone pratiche;
  • Incontro fisico e a distanza;
  • co-insegnamento e insegnamento collaborativo

Durata dei progetti: 3 anni

Chi può partecipare

Per leazioni Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore, per le formule “Moduli”, “Cattedre” e “Centri di Eccellenza” sono ammissibili:

  • Gli istituti di istruzione superiore stabiliti in qualsiasi paese del mondo.
  • Gli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Gli istituti di istruzione superiore stabiliti nei paesi del programma Erasmus + devono essere in possesso di un ECHE valido.L'ECHE non è richiesta per gli IIS partecipanti nei paesi partner.

Numero e profilo delle organizzazioni partecipanti

  • Per la formula “Moduli”: un istituto di istruzione superiore stabilito in qualsiasi paese del mondo.
  • Per la formula “Cattedre”:
    • gli istituti di istruzione superiore stabiliti in qualsiasi paese del mondo;
    • i titolari della cattedra Jean Monnet devono essere membri permanenti del personale presso l'istituto richiedente;
    • la cattedra Jean Monnet è detenuta da un solo professore, il titolare della cattedra, che si assume la responsabilità esclusiva di fornire il requisito minimo di 90 ore di insegnamento per anno accademico. Il professore titolare della cattedra può anche avere una squadra di supporto.
  • Per la formula “Centri di Eccellenza”: gli istituti di istruzione superiore stabiliti in qualsiasi paese del mondo.

Per le Azioni Jean Monnet in altri settori dell'istruzione e della formazione,sono ammissibili:

  • Un istituto di istruzione superiore o un istituto/agenzia di formazione per insegnanti che fornisce formazione iniziale e/o in servizio a insegnanti di scuole e/o istituti di formazione professionale.
  • Gli individui non possono richiedere direttamente una sovvenzione.

Il richiedente dovrebbe essere stabilito in un paese aderente al programma Erasmus +.

Gli istituti di istruzione superiore devono essere in possesso di un ECHE valido.

Per leReti Jean Monnet in altri settori di istruzione e formazione,sono ammissibili:

  • Una scuola o un istituto di IFP stabilito in un paese del programma Erasmus + per conto dei partner della rete proposta.

Il partenariato

  • Minimo 5 scuole e/o fornitori di IFP stabiliti in almeno 3 diversi paesi del Programma Erasmus +.

Entità del contributo

Il totale degli stanziamenti disponibili previsti nell'ambito del Programma di lavoro annuale 2021 per gli Stati membri dell'UE, i paesi appartenenti allo Spazio economico europeo e gli altri paesi partecipanti al programma (Macedonia del Nord, Turchia, Serbia e altri paesi dei Balcani occidentali) ammonta a 2.849.010.543 Euro.

Questa azione segue un modello di finanziamento forfettario. Questo schema di finanziamento consentirebbe di concentrarsi sugli output piuttosto che sugli input, ponendo così l'accento sulla qualità e sul livello di raggiungimento degli obiettivi misurabili.

La dotazione finanziaria complessiva per le Azioni Jean Monnet è pari a 52.197.374 di Euro.

Azioni Jean Monnet nel campo dell'istruzione superiore

Contributo massimo per progetto:

  • Moduli Jean Monnet: 30.000 Euro
  • Cattedre Jean Monnet: 50.000 Euro
  • Centri di Eccellenza Jean Monnet: 100.000 Euro

Quota di cofinanziamento per progetto:

  • Moduli e Cattedre Jean Monnet: 75% delle spese ammissibili
  • Centri di Eccellenza Jean Monnet: Il valore forfettario sarà limitato a un massimo dell'80% del budget stimato determinato dopo la valutazione. E i parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi ammissibili totali, ecc.) saranno fissati nella convenzione di sovvenzione.

Azioni Jean Monnet in altri settori dell'istruzione e della formazione e Reti Jean Monnet in altri settori di istruzione e formazione

Contributo massimo: 300.000 Euro

Il valore forfettario sarà limitato a un massimo dell'80% del budget stimato determinato dopo la valutazione.

I parametri della sovvenzione (importo massimo della sovvenzione, tasso di finanziamento, costi ammissibili totali, ecc.) saranno fissati nella convenzione di sovvenzione

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

2021 Erasmus+ Annual Work Programme

2021 Erasmus+ Invito a presentare proposte

Guida al Programma Erasmus+ 2021

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Come viene gestito il Programma Erasmus+? Pur essendo la Commissione europea responsabile in ultima analisi della gestione del programma Erasmus+, l'implementazione del Programma Erasmus + è tuttavia attuata principalmente a gestione indiretta, il che significa che la Commissione Europea affida compiti di esecuzione del bilancio alle Agenzie Nazionali; la logica di questo approccio è avvicinare il più possibile Erasmus + ai suoi beneficiari e adattarsi alla diversità dei sistemi nazionali di istruzione, formazione e gioventù. A tal fine, ogni Paese aderente al Programma ha nominato una o più Agenzie Nazionali. Alcuni inviti a presentare proposte vengono inoltre gestiti dall’Agenzia esecutiva per l'istruzione e la cultura della Commissione europea (EACEA).

Attenzione! L’implementazione di questa specifica linea di finanziamento è affidata a EACEA.

Per ricevere un finanziamento, è molto importante strutturare progetti effettivamente in linea con le priorità politiche indicate dall’Unione Europea. A tal proposito, è necessario concentrarsi su: Inclusione e diversità, Trasformazione Digitale, Ambiente e lotta al cambiamento climatico, Partecipazione alla vita democratica. È vivamente consigliato prendersi del tempo per approfondire quanto esposto al paragrafo 2.1 del documento Annual Work Programme (pag.23) denominato Policy Framework e il paragrafo 2.2 - Erasmus+ Main Priorities in 2021.

Fare sempre riferimento alla Guida al Programma per tutte le informazioni pratiche relative ad ogni diversa tipologia di progetto di mobilità. Per ognuna di queste, la Guida fornisce tutte le informazioni dettagliate su ciò che è necessario per presentare domanda e sul livello di sovvenzione offerto.

La Guida al programma fornisce inoltre informazioni dettagliate sui criteri di aggiudicazione per ciascun invito. Pertanto, si consiglia di prestare massima attenzione ai criteri di selezione richiamati all’interno della Guida al Programma!

Per essere prese in considerazione, le proposte devono ottenere almeno 70 punti in totale e almeno 15 punti in ciascun criterio di aggiudicazione. Alle proposte ex aequo nell'ambito dello stesso argomento verrà data priorità ai progetti con il punteggio più alto in base al criterio "rilevanza del progetto" e quindi "impatto".

Attenzione: icandidati devono disporre di fonti di finanziamento stabili e sufficienti a mantenere la loro attività per tutto il periodo durante il quale l'azione finanziata viene svolta. La verifica della capacità finanziaria non si applica invece agli enti pubblici e alle organizzazioni internazionali. Ai sensi dell'articolo 21, paragrafo 3, del Regolamento, gli enti pubblici, nonché le scuole, gli istituti di istruzione superiore e le organizzazioni nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport che hanno ricevuto oltre il 50% delle loro entrate annuali da fonti pubbliche nel corso degli ultimi due anni si considerano dotati della necessaria capacità finanziaria, professionale e amministrativa per svolgere le attività previste dal Programma. In questo caso gli Enti non sono tenuti a presentare ulteriore documentazione per dimostrare tale capacità.

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.

Dotazione Complessiva
€ 52.197.374
Finanziamento Massimo
€ 300.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Condividi
Registrati e consulta tutti i bandi aperti