Scadenza: 14 giugno 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - Programma Europa Creativa (CREA)

Dotazione Complessiva
€ 5.000.000
Finanziamento Massimo
€750.000
Co-finanziamento
70%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il Programma “Europa Creativa” incentiva azioni a sostegno dei settori culturali e creativi europei.

Gli obiettivi generali del Programma sono:

  • salvaguardare, sviluppare e promuovere la diversità e il patrimonio culturale e linguistico europeo;
  • aumentare la competitività e il potenziale economico dei settori culturali e creativi, in particolare del settore audiovisivo.

L’obiettivo specifico della sezione “Media” è quello di promuovere la competitività, la scalabilità, la cooperazione, l'innovazione e la sostenibilità, anche attraverso la mobilità nel settore audiovisivo europeo.

Nell’ambito di questo obiettivo specifico, una delle priorità della sezione “Media” è migliorare la circolazione, la promozione, la distribuzione online e nelle sale di opere audiovisive europee, all’interno dell’Unione e a livello internazionale nel nuovo ambiente digitale, anche attraverso un modello commerciale innovativo.

La sezione “Media” fornisce sostegno alle vendite internazionali e alla circolazione delle opere europee non nazionali su tutte le piattaforme(ad es. nelle sale cinematografiche, online) mirando alle produzioni di piccole e grandi dimensioni, anche attraverso strategie di distribuzione coordinate che coprono diversi paesi e incoraggiando l'uso di sottotitoli, doppiaggio e, se del caso, strumenti di audiodescrizione.

Il bando “Agenti di vendita di film europei intende incoraggiare e sostenere una più ampia distribuzione transnazionale di film europei recenti fornendo fondi agli agenti di vendita, sulla base dei loro risultati sul mercato, per ulteriori investimenti nell’acquisizione, promozione e distribuzione (anche online) di film europei non nazionali recenti.

Interventi ammissibili

Il bando prevede due fasiper le attività finanziate:

  • La generazione di un fondo potenziale che sarà attribuito in base alla performance dell'azienda sul mercato europeo;
  • L'attuazione dell'azione - il fondo potenziale così generato da ogni azienda deve essere reinvestito in:
  • garanzie minime o gli anticipi versati per i diritti di vendita internazionale dei film europei non nazionali ammissibili;
  • promozione, marketing e pubblicità sul mercato dei film europei non nazionali ammissibili.

Ammissibilità dei film

Al fine di generare il fondo potenziale e qualificarsi per le misure di reinvestimento, il film deve soddisfare i seguenti criteri di ammissibilità:

  • deve essere un film (compresi i film d'animazione) o documentario, con una durata minima di 60 minuti;
  • deve avere ottenuto il suo primo copyright non prima del 2015;
  • non deve consistere in contenuti alternativi (opere liriche, concerti, spettacoli, ecc.), pubblicità, materiale pornografico o razzista e non deve incitare alla violenza;
  • deve essere prodotto in maggioranza da uno o più produttori stabiliti nei paesi partecipanti al settore “Media”;
  • deve essere prodotto con la partecipazione significativa di professionisti che siano cittadini/residenti dei paesi partecipanti al settore “Media”.

Fase 1 – Generazione di un fondo potenziale

Un fondo potenziale sarà:

  • attribuito sulla base delle presenze ammissibili ottenute dai film europei film non nazionali distribuiti da distributori ammissibili;
  • calcolato sulla base di un coefficiente per gli ingressi ammissibili secondo la nazionalità del film;
  • a disposizione degli agenti di vendita per ulteriori investimenti in film europei non nazionali europei non nazionali ammissibili.

Fase 2 – Attività di reinvestimento ammissibili

Il reinvestimento può essere effettuato su un massimo di 5 diversi film non nazionali ammissibili film. Il fondo deve essere reinvestito in due tipi di attività ammissibili:

  • investimento nell’acquisizione di diritti di vendita internazionali;
  • promozione, marketing e pubblicità.

Attenzione! I progetti non dovrebbero superare la durata di 24 mesi.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando gli enti pubblici e privati dotati di personalità giuridicai quali devono:

  • essere stabiliti in uno dei seguenti Paesi:
  • Stati Membri dell’UE, compresi i paesi e i territori d’oltremare;
  • Paesi che non fanno parte dell’UE, che fanno parte dell’Area economica europea o paesi che hanno in corso dei negoziati per un accordo di associazione (elenco dei paesi partecipanti);
  • essere stabiliti in uno dei Paesi che partecipano al settore “Media” del Programma “Europa Creativa”;
  • essere un agente di vendita europeo;
  • essere nominato come agente di vendita dal produttore di ogni film dichiarato o sostenuto per mezzo di un contratto o un accordo scritto, il quale sarà accettato soltanto nel caso in cui esso si stabilisce il diritto dell’agente di vendere il film in almeno 10 paesi partecipanti al settore “Media”.

Per agente di vendita europeo si intende una società europea che agisce come agente intermediario per il produttore, specializzata nell’uso a scopo commerciale di un film attraverso la commercializzazione e il rilascio della licenza per un film ai distributori o ad altri acquirenti per paesi esteri.

Sono ammesse soltanto le domande presentate in forma singola. 

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 5.000.000 Euro.

Contributo massimo per progetto: 750.000 Euro.

Quota di cofinanziamento: 70%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

 CREA-MEDIA-2022-FILMSALES

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione!I progetti devono rispettare i più alti standard etici e le leggi europee, internazionali e nazionali applicabili. Non possono includeremateriale pornografico o razzista o sostenere la violenza.

Si suggerisce di valutare attentamente tutti i criteri di ammissibilità riferiti alle attività finanziabili (Cfr. pagg. 11 e ss. del bando).

Valuta scrupolosamente l'ammontare complessivo delle risorse stanziate (dotazione complessiva) e l'importo massimo del contributo che può essere richiesto (finanziamento massimo). Potrai calcolare facilmente il numero orientativo di proposte che saranno finanziate e valutare la convenienza del bando. Quest’ultimo specifica che i candidati devono avere risorse stabili e sufficienti per attuare con successo i progetti e contribuire con la loro quota.

Si consiglia di leggere i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione vi guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Paragrafo 9, pagg. 17 e seguenti del bando).

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.