Fondo a sostegno della ceramica artistica e del vetro artistico di Murano

Scadenza: 15 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) – Invitalia S.p.a.

Dotazione Complessiva
€ 5.000.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Facile

Finalità

Il Decreto ha lo scopo di contenere gli effetti negativi causati dalla pandemia da COVID-19 e dagli aumenti dei prezzi nel settore elettrico e del gas naturale, concedendo un ristoro ad un piccolo settore di eccellenza, quello della ceramica artistica e del vetro artistico di Murano.

Interventi ammissibili

Il Decreto prevede una misura di supporto per le imprese operanti è finalizzata a fornire alle imprese un sostegno per il pagamento delle bollette del gas naturale e dell’energia elettrica prima della loro scadenza, in modo da far fronte alla carenza di liquidità.

 

Chi può partecipare

Possono accedere al contributo le imprese operanti nel settore della ceramica artistica e/o del vetro artistico di Murano la cui attività è individuata dai codici ATECO 2007 23.1 o ATECO 2007 23.41, con sede operativa nell’isola di Murano(comune di Venezia).

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva:5.000.000 Euro

Il contributo è a fondo perduto ed è erogato in via anticipata.

Per le bollette del gas naturale è pari a:

  • prodotto tra i consumi effettivi su base mensile e il differenziale tra il prezzo del gas naturale nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 31 agosto 2022 e un prezzo convenzionalmente fissato in misura pari a 0,25 Euro/mc. Il prezzo del gas naturale è determinato facendo riferimento al prezzo unitario (Euro/UM) riportato nelle bollette per la fornitura mensile nel periodo considerato e relativo alle voci (Materia prima gas + Adeguamento PCS Materia prima gas).

Per le bollette dell’energia elettrica è pari a:

  • prodotto tra i consumi effettivi su base mensile e il differenziale tra il costo medio unitario dell’energia elettrica su base mensile, nel periodo compreso tra il 16 maggio ed il 31 agosto 2022, e un costo medio fissato in misura pari a 0,070 Euro/kWh. Il costo medio unitario dell’energia elettrica su base mensile è pari al rapporto tra quanto fatturato per la voce spesa per la materia energia e i kWh fatturati.

Non sono ammesse all’agevolazione le spese relative a imposte e tasse. L’imposta sul valore aggiunto è ammissibile all’agevolazione solo se rappresenta per l’impresa un costo effettivo non recuperabile.

Attenzione! Le agevolazioni non sono cumulabili - sugli stessi costi - con nessun’altra agevolazione pubblica nazionale, europea o regionale.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Decreto

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Invitalia esamina le domande di ammissione alle agevolazioni secondo l’ordine cronologico di ricevimento, verificando la sussistenza dei requisiti prescritti e la completezza della documentazione prodotta (Cfr. art. 10, pag. 6 del decreto).  Le domande di contributo possono essere presentate continuativamente all’indirizzo di Invitalia segreteriainnovazione@postacert.invitalia.it dal 17 maggio 2022.

Hai verificato le spese ammissibili, cioè tutte quelle voci di costo imputabili nel budget di progetto (Cfr. art. 8, pag. 6 del decreto)?

Per ulteriori chiarimenti, prendi pure contatto diretto con l’ente finanziatore: gpiipmi.div5@mise.gov.it 

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.