Scadenza: 30 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Toscana

Dotazione Complessiva
€ 2.000.000
Finanziamento Massimo
€400.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il Fondo regionale per la montagna ha lo scopo di sostenere finanziariamente le politiche di sviluppo delle zone montane ed è destinato alle spese di investimento per la realizzazione di interventi localizzati esclusivamente in zona classificata come montana.

Interventi ammissibili

Le tipologie di interventi ammissibili possono essere selezionate fra uno o più degli ambiti di seguito elencati, aventi quale finalità generale il contrasto al fenomeno dello spopolamento:

  • la difesa del suolo e dell'assetto idrogeologico;
  • la tutela e la valorizzazione delle risorse ambientali, ivi compresi gli impianti per la produzione di energia, e del patrimonio forestale ed il sostegno alle attività agro-silvo-pastorali;
  • la qualità delle infrastrutture viarie;
  • il potenziamento dei servizi pubblici locali, ivi comprese le infrastrutture digitali, ed i servizi sociosanitari;
  • la promozione delle attività industriali, artigianali, manifatturiere, commerciali e della cooperazione;
  • la tutela dell'identità storica e culturale dei territori, la promozione e la valorizzazione del turismo sostenibile, ambientale, responsabile, ivi comprese le attività stagionali, ed il sostegno all'impiantistica sportiva;
  • il sostegno all'economia circolare e la trasformazione dei servizi ecosistemici in valore, da ricavarsi nella generalità della contribuzione, da destinare allo sviluppo delle aree montane.

La realizzazione degli interventi avviene entro 36 mesi.

Chi può partecipare

Possono presentare domanda di contributo:

  • le unioni di comuni di cui all’articolo 67 l.r. 68/2011 o comunque costituite a seguito dell'estinzione delle comunità montane ai sensi della l.r. 37/2008;
  • le unioni di comuni, diverse da quelle del punto precedente, che hanno almeno il 30% del proprio territorio classificato montano o nelle quali almeno il 30% della popolazione è residente in territorio classificato montano;
  • i comuni classificati montani che non fanno parte di unioni di comuni o che fanno parte di un’unione di comuni diversa da quelle di cui ai due punti precedenti.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 2.000.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 90%

Il limite massimo del finanziamento per singolo progetto è fissato in:

  • 400.000 Euro per le Unioni di comuni;
  • 200.000 Euro per i comuni montani e parzialmente montani.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Qualora il progetto interessi più ambiti l’ente proponente è tenuto a dare adeguata spiegazione della trasversalità tematica.

Se hai intenzione di presentare la tua domanda in partenariato, leggi attentamente le informazioni contenute nel bando in marito a tale possibilità (Cfr. Art. 5, pag. 2 del bando).

È molto importante leggere scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di stesura del progetto, i criteri di valutazione rappresenteranno la tua guida per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Si consiglia di prestare molta attenzione ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio, perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 9, pagg. 3-4 del bando).

È fondamentale chiedersi sin da subito se si possiedono le risorse necessarie per far partire il progetto. Assicurati, dunque, di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 14, pag. 5 del bando).

Non aspettare fino all’ultimo momento per inviare il progetto! È sempre consigliabileinviare la domanda con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza per evitare problemi tecnici dell’ultimo minuto (es. congestione del portale web dedicato).

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.