Scadenza: 26 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - Single Market Programme (SMP Competition)

Dotazione Complessiva
€ 1.000.000
Finanziamento Massimo
€300.000
Finanziamento Minimo
€50.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

L'obiettivo del bando è quello di cofinanziare progetti volti a formare i giudici nazionali nel contesto dell'applicazione delle norme europee sulla concorrenza, inclusa l'applicazione pubblica e privata delle norme antitrust e degli aiuti di Stato, migliorando così la conoscenza e il know-how dei giudici nazionali. L'obiettivo finale è quello di garantire un'applicazione coerente e omogenea del diritto della concorrenza dell'UE da parte dei tribunali nazionali.

Interventi ammissibili

I progetti devono includere attività di formazione sul diritto della concorrenza dell'UE, come ad esempio:

  • Conferenze;
  • Workshop e seminari interattivi e orientati alla pratica;
  • Visite di studio congiunte presso i tribunali dell’UE;
  • Realizzazione di materiali e strumenti per la formazione in presenza, l'apprendimento misto o per l'e-learning, come ad esempio handbook, manuali, banche dati di casi giurisprudenziali, eventi di formazione per formatori, piattaforme di rete, video, podcast, ecc., in combinazione con l’organizzazione delle attività di formazione poc’anzi elencate.

Le attività di formazione dovrebbero essere orientate alla pratica, includere casi studio, fare riferimento alla giurisprudenza pertinente della Corte di Giustizia Europea e includere un'analisi della giurisprudenza attinente dell'UE.

L'ambiente in cui si svolge la formazione partecipativa per i giudici nazionali deve essere reso sufficientemente sicuro per permettere ai partecipanti di scambiare liberamente opinioni ed esperienze e di imparare gli uni dagli altri, senza controlli o interferenze esterne. I progetti si rivolgono quindi, nel migliore dei casi, esclusivamente ai giudici nazionali.

Durata progettuale: 24 mesi

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando enti pubblici o privati dotati di personalità giuridica che siano:

  • stabiliti in uno dei seguenti Paesi:
  • Stati membri dell’UE (compresi i paesi e i territori d’oltremare);
  • Paesi non-UE: Paesi dell’Area Economica Europea e Paesi associati al Single Market Programme o Paesi che abbiano in corso negoziati per un accordo di associazione che entri in vigore prima della firma della sovvenzione; Paesi che stanno negoziando accordi di associazione al Programma;
  • nel caso di enti privati: essere enti senza scopo di lucro.

Le domande possono essere presentate sia individualmente che in partenariato.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.000.000 Euro

Contributo minimo per progetto: 50.000Euro

Contributo massimo per progetto: 300.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 90%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

SMP-COMP-JUDG-2022

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

È fondamentale che il progetto dimostri attinenza alle priorità politiche indicate nel bando! Prendi del tempo per analizzare le politiche richiamate (Cfr. paragrafo 2, pagg. 4 e ss. del bando) e proponi un progetto che contribuisca al loro raggiungimento.

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. paragrafo 10, pagg. 17 e ss. del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. paragrafo 10, pagg. 18 e ss. del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. paragrafo 9, pagg. 15 e ss. del bando).

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.