GAL Casacastra - Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative e turistiche su piccola scala

Scadenza: 19 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

GAL Casacastra

Dotazione Complessiva
€ 603.573
Finanziamento Massimo
€60.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando mira a sostenere investimenti pubblici, su piccola scala, tesi allo sviluppo di itinerari turistici e ricreativi del patrimonio culturale, rurale, naturale e storico della Regione, e alla promozione e valorizzazione del territorio dal punto di vista turistico.

Interventi ammissibili

La tipologia di intervento mira alla tutela e alla valorizzazione del territorio rurale attraverso la concessione di aiuti destinati alla realizzazione di interventi su piccola scala per:

  • l'adeguamento e l'ammodernamento di strutture su proprietà pubblica, per l’accoglienza, l’informazione e la valorizzazione del territorio dal punto di vista turistico;
  • la realizzazione, la riqualificazione e la messa in sicurezza, in aree pubbliche non forestali, di infrastrutture ricreative, anche specifiche per la gestione dell’ambiente - in collegamento con le tipologie di attività previste dal Priority Action Framework (PAF) della Campania, laddove pertinente - ed in particolare di percorsi escursionistici per favorire l’accessibilità e la fruibilità turistico ricreativa.

Per gli interventi su piccola scala è consentito il recupero e la riqualificazione di strutture pubbliche da destinare a titolo esemplificativo, ma non esaustivo, a:

  • sale multimediali ed esposizioni museali;
  • infopoint e/o centri di visita per l’informazione e la divulgazione delle risorse del territorio e delle attività turistiche locali.

Per tali interventi deve essere assicurato l’inserimento nel contesto paesaggistico, anche con l’uso di materiali tradizionali per le finiture.

Con riferimento ai percorsi turistici è consentita:

  • la realizzazione di itinerari tematici (artistici, architettonici, religiosi, etc.);
  • la realizzazione di piccole infrastrutture esclusivamente su aree pubbliche, per favorire l’accessibilità e la fruibilità dei percorsi turistici;
  • la riqualificazione di piccole infrastrutture pubbliche dismesse attraverso il recupero di strade ferrate, delle aree contigue i canali di bonifica, per la realizzazione di itinerari tematici o la riqualificazione di strutture di piccola scala già esistenti per realizzare ad esempio rifugi, bivacchi;

Per “interventi su piccola scala” si intendono investimenti materiali, non superiori a 200.000 Euro IVA inclusa, riferiti alla spesa ammissibile indicata nella domanda di partecipazione, su un bene immobile, costituiti da opere, impianti e installazioni permanenti.

La tipologia d’intervento trova applicazione nei comuni dell’area del GAL Casacastra.

Gli interventi dovranno essere conclusi entro 12 mesi dall'emanazione del provvedimento di concessione del sostegno.

Chi può partecipare

Il bando è riservato ai Comuni dell’area del GAL Casacastra ed è facoltà degli Enti partecipare in forma associata.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 603.573,11 Euro

Contributo massimo per progetto: 60.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 100%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Le spese ammissibili sono tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto. Si consiglia pertanto di verificarle con attenzione (Cfr. par. 9, pagg. 6-9 del bando).

Si precisa che, per i 5 anni successivi alla data del pagamento finale, gli investimenti previsti non dovranno avere finalità economica, dovranno essere aperti al pubblico senza alcuna restrizione e fruibili gratuitamente ovvero a fronte di contributi volti a coprire una frazione dei costi del servizio offerto.

È molto importante leggere attentamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo e quali aspetti sono più rilevanti ai fini dell’attribuzione del punteggio (Cfr. par. 12, pagg. 10-12 del bando).

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.