GAL Torre Natisone – Bando per lo sviluppo e l’innovazione delle filiere corte e dei sistemi produttivi locali volti alla creazione di reti locali

Scadenza: 3 novembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

GAL Torre Natisone – Regione Friuli Venezia Giulia

Dotazione Complessiva
€ 48.000
Co-finanziamento
40%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando intende sostenere gli investimenti delle aziende agricole volti all’avvio di filiere corte o al miglioramento delle stesse anche attraverso introduzione di sistemi innovativi di prodotto e di processo. Gli investimenti riguardano la manipolazione, trasformazione, commercializzazione e/o lo sviluppo di prodotti agricoli. Persegue, inoltre, le seguenti finalità:

  • rafforzare il sistema produttivo ed economico del territorio;
  • rafforzare le risorse che concorreranno alla realizzazione del prodotto turistico locale attraverso l’adesione dei beneficiari ad una rete territoriale.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili al sostegno i seguenti interventi:

  • Per nuove filiere: interventi volti all’avvio della filiera corta riguardanti le strutture e le dotazioni produttive da impiegarsi nelle diverse fasi della filiera corta che soddisfino i seguenti requisiti:
    • dovranno riguardare l’avvio di almeno una delle fasi della filiera corta (manipolazione, trasformazione, commercializzazione);
    • non devono riguardare le attività di preparazione dei prodotti alla prima vendita né la prima vendita a rivenditori o a imprese di trasformazione;
    • i prodotti manipolati, trasformati e commercializzati attraverso la vendita diretta dovranno essere per almeno l’80% di provenienza aziendale. Il prodotto trasformato, per almeno il 51%, dovrà essere venduto al consumatore finale presso l’azienda agricola o presso mercati locali che distano al massimo 30 km dal luogo di produzione (interno all’area GAL).
  • Per filiere esistenti: interventi volti al miglioramento, anche attraverso introduzione di sistemi innovativi, riguardanti le strutture e le dotazioni produttive da impiegarsi nelle diverse fasi della filiera corta, che soddisfino i seguenti requisiti:
    • Devono riguardare il miglioramento di almeno una delle fasi della filiera (manipolazione, trasformazione, commercializzazione);
    • non devono riguardare le attività di preparazione dei prodotti alla prima vendita né la prima vendita a rivenditori o a imprese di trasformazione;
    • non devono riguardare la mera sostituzione di attrezzature e dotazioni;
    • i prodotti manipolati, trasformati e commercializzati attraverso la vendita diretta dovranno essere per almeno l’80% di provenienza aziendale. Il prodotto trasformato, per almeno il 51%, dovrà essere venduto al consumatore finale presso l’azienda agricola o presso mercati locali che distano al massimo 30 km dal luogo di produzione (interno all’area GAL).

In particolare, sono finanziabili gli interventi:

  • che riguardino la trasformazione, manipolazione e commercializzazione di prodotti agricoli compresi nell’allegato I del TFUE;
  • che riguardino la trasformazione di prodotti agricoli e in cui il prodotto ottenuto non è un prodotto agricolo di cui all’allegato I del TFUE, interventi che riguardino la commercializzazione di prodotti non compresi nell’allegato I del TFUE.

Gli interventi oggetto di aiuto sono realizzabili nei Comuni elencati all’Art. 4 pagine 4 e 5 del bando.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le micro e piccole imprese agricole con codice ATECO 01 iscritte al registro delle imprese e cooperative agricole di produzione primaria che abbiano sede nei territori di intervento. Esse, tra i vari requisiti, devono derire ad una rete territoriale.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 48.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 40%

Il costo minimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno è pari a 10.000 Euro.

Il costo massimo ammissibile dell’operazione per la quale è presentata domanda di sostegno è pari a 60.000 Euro.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 12, pagg. 10-11 del bando).

È molto importante leggere attentamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri, infatti, ti consentirà di comprendere se la tua domanda possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo (Cfr. Art. 18, pagg. 13-22 del bando).

Non aspettare fino all’ultimo momento per inviare la tua domanda! È sempre consigliabile inviare le domande di partecipazione con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza per evitare problemi tecnici dell’ultimo minuto (es. congestione del portale web dedicato).

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Contatta i seguenti recapiti:

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.