Scadenza: 7 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – Programma Horizon Europe

Dotazione Complessiva
€ 3.000.000
Finanziamento Massimo
€3.000.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Horizon Europe è il più grande programma di finanziamento al mondo per la ricerca e l’innovazione lungo l'intera catena del valore (dalla ricerca di frontiera al mercato) e coinvolge più di 130 paesi.

Obiettivo Generale: generare un impatto scientifico, economico e sociale attraverso gli investimenti dell’Unione nel campo della ricerca e dell’innovazione, al fine di rafforzare le basi scientifiche e tecnologiche dell’Unione e promuoverne la competitività, anche nel suo settore industriale, realizzare le priorità strategiche dell’Unione e contribuire ad affrontare le sfide globali, compresi gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

All’interno del Regolamento di Horizon Europe sono individuati cinque settori di missione (mission area):

  • Cancro;
  • Adattamento al cambiamento climatico, compresa la trasformazione della società;
  • Oceani, mari, acque costiere e interne sani;
  • Città climaticamente neutre e intelligenti;
  • Cibo e terreni sani.

L'obiettivo della Missione Cancro è migliorare la vita di oltre 3 milioni di persone entro il 2030, attraverso la prevenzione, la cura e la possibilità di far vivere più a lungo e meglio le persone colpite dal cancro e le loro famiglie. Gli obiettivi comprendono:

  • comprendere;
  • prevenire ciò che è prevenibile;
  • ottimizzare la diagnostica e il trattamento;
  • sostenere la qualità della vita;
  • garantire un accesso equo in tutte le aree citate.

Interventi ammissibili

Le proposte dovranno affrontare le sfide esistenti e sviluppare un piano d’azione verso la creazione del Centro digitale europeo per i pazienti affetti da cancro (ECPDC) come rete virtuale e federata di infrastrutture nazionali di dati sanitari controllati dai pazienti ("nodi nazionali o regionali"), tenendo conto delle sinergie con la futura piattaforma UNCAN.eu, integrata in una più ampia rete europea di infrastrutture, alla quale ogni Stato membro dovrebbe avere un unico portale d’accesso.

Le proposte progettuali dovrebbero riguardare tutte le seguenti attività:

  • coinvolgere attivamente e facilitare la valutazione delle reti di dati sanitari controllati dai pazienti esistenti a livello di UE e di Stati membri/paesi associati, per valutare come l'ECPDC si integrerà e interagirà con i percorsi di cura nazionali e i sistemi informatici esistenti. Nello sviluppo della rete federata proposta dovrebbe essere coinvolto un team multidisciplinare, che comprenda anche utenti come pazienti, operatori sanitari e ricercatori;
  • sviluppare un piano d’azione che delinei le tappe intermedie necessarie per la creazione di una rete federata di infrastrutture nazionali di dati sanitari, compresi i requisiti tecnici, gli aspetti di governance e le tempistiche;
  • progettare ed eseguire una fase di test della rete prima del suo rilascio, al fine di consentire l'adattamento dei suoi strumenti/funzionalità, convalidare l'approccio proposto e fornire informazioni su come potrebbe essere ridimensionata e sostenuta;
  • analizzare e fornire soluzioni per l'estrazione di dati sanitari, ad esempio dalle cartelle cliniche elettroniche, dalle banche dati genomiche (ad esempio 1+MG), dalla Cancer Imaging Initiative e dalla futura Cancer Survivor Smart-Card202. Devono essere prese in considerazione le norme sulla protezione dei dati personali;
  • analizzare e fornire soluzioni per il trasferimento transfrontaliero di dati personali e opzioni per l'accesso e la conservazione dei dati dei pazienti, tenendo conto dell'eIDAS, del GDPR, di altre legislazioni nazionali e dell'UE e dell'integrazione dell'ECPDC nello Spazio europeo dei dati sanitari;
  • stabilire una comunicazione solida e uno scambio di informazioni efficace tra attori diversi, come i pazienti e i sopravvissuti al cancro, i caregiver formali e informali, i policy maker e i ricercatori.

Tipologia di azione: Azioni di coordinamento e supporto (CSA).Quest’ultime si intendono come misure di accompagnamento come la standardizzazione, la diffusione, la sensibilizzazione e la comunicazione, la creazione di reti, il coordinamento o i servizi di supporto, i dialoghi politici e gli esercizi e gli studi di apprendimento reciproco.

    Chi può partecipare

    Può partecipare al bando qualsiasi soggetto giuridico stabilito in uno dei seguenti paesi ammissibili:

    • gli Stati membri dell’Unione Europea, comprese le loro regioni ultraperiferiche;
    • i paesi e i territori d’oltremare (PTOM);
    • Paesi extra UE ammissibili:
    • Paesi associati a Horizon Europe;
    • Paesi a basso e medio reddito.

    Potranno altresì partecipare:

    • Organizzazioni Internazionali;
    • Enti affiliati;
    • Organismi internazionali di ricerca europei.

    I soggetti giuridici che formano un partenariato sono ammessi a partecipare alle azioni a condizione che il consorzio comprenda:

    • almeno un soggetto giuridico indipendente stabilito in uno Stato membro;
    • almeno altri due soggetti giuridici indipendenti, ciascuno stabilito in Stati membri o Paesi associati diversi.

    Entità del contributo

    Dotazione finanziaria complessiva: 3.000.000 Euro

    Quota di cofinanziamento: 100%

    Attenzione! Verrà finanziato massimo una proposta progettuale.

    Link e Documenti

    Consigli degli esperti

    Attenzione! Dato il budget a disposizione e il numero di progetti che si intendono finanziare, il bando risulta essere molto competitivo.

    Riguardo le tempistiche per la presentazione della domanda, si ricorda che sarà possibilepossibile presentare la propria candidatura a partire dal 24/05/2022.  

    Presta attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Allegato D - Award criteria, pag. 19 del documento “General Annexes”).

    Rimani aggiornato anche in fase di candidatura! Mentre scrivi la proposta progettuale, consulta regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

    Condividi

    Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

    È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.