Implementazione di un progetto pilota sugli strumenti di cooperazione istituzionalizzati dell'UE per esplorare la fattibilità di un possibile status giuridico europeo per le alleanze tra istituti di istruzione superiore

Scadenza: 6 ottobre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – Programma Erasmus+

Dotazione Complessiva
€ 1.000.000
Finanziamento Massimo
€200.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Erasmus+ è il programma dell'Unione europea nel campo dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport. Mira allo sviluppo formativo, professionale e personale degli individui in questi campi per contribuire alla crescita sostenibile, a posti di lavoro di qualità, alla coesione sociale, alla promozione dell'innovazione e al rafforzamento dell'identità europea e della cittadinanza attiva.

L'obiettivo generale della call è quello di testare ed esplorare più a fondo strumenti di cooperazione transnazionale per sviluppare ulteriormente una dimensione autenticamente europea nel settore dell'istruzione superiore, basata su valori condivisi, come indicato nella Strategia europea per le Università presentata dalla Commissione il 18 gennaio 2022 e come confermato nelle Conclusioni del Consiglio su una strategia europea volta a rafforzare il ruolo degli istituti di istruzione superiore per il futuro dell’Europa e nella Raccomandazione del Consiglio sulla costruzione di ponti per un'efficace collaborazione a livello europeo nel campo dell’istruzione superiore, adottata il 5 aprile 2022. aprile 2022

L’obiettivo specifico del topicERASMUS-EDU-2022-POL-EXP-EUstatus è quello di esaminare, testare e facilitare l'uso degli strumenti di cooperazione istituzionalizzati esistenti a livello europeo, come ad esempio un possibile status giuridico per le coalizioni di istituti di istruzione superiore, con l'obiettivo di agevolare una cooperazione transnazionale più profonda, a lungo termine e flessibile. L'obiettivo è dare alle coalizioni, su base volontaria, la possibilità di agire congiuntamente, prendere decisioni strategiche comuni, sperimentare assunzioni congiunte, progettare programmi di studio comuni o unire risorse e capacità umane, tecniche, di dati, educative, di ricerca e di innovazione.

Interventi ammissibili

Le attività pilota sostenute dal bando devono esaminare, testare e facilitare l'uso degli strumenti di cooperazione istituzionalizzati esistenti a livello europeo che forniscono un possibile status giuridico alle coalizioni delle istituzioni di istruzione superiore (HEI), in stretta collaborazione, se del caso, con le autorità nazionali, regionali e/o degli HEI interessati. Si tratta, ad esempio, del Gruppo Europeo di Cooperazione Territoriale (EGTC), il Gruppo Europeo di Interesse Economico (EEIG) o la Società Europea (nota anche come Societas Europea).

I beneficiari dovranno analizzare ed esaminare il modo in cui gli strumenti di cooperazione istituzionalizzati esistenti a livello europeo possano fornire soluzioni agli ostacoli incontratiper quanto riguarda la cooperazione più profonda che le coalizioni stanno perseguendo, sulla base di una valutazione dei bisogni dell'alleanza.

Le attività pilota dovranno includere, verso la fine del progetto, anche una proposta di miglioramento degli strumenti UE di cooperazione istituzionalizzati esistenti o elementi chiave per la progettazione di un nuovo strumento a livello dell’UE, tenendo conto delle esigenze specifiche dell'alleanza e, se pertinente, dei quadri normativi regionali/nazionali a cui i singoli istituti di istruzione superiore che fanno parte dell'alleanza devono aderire.

Le attività dovranno includere un piano di comunicazione e divulgazione.

Durata progettuale: 12 mesi

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando gli Istituti di istruzione superiore in possesso di una valida Carta Erasmus per l’Istruzione Superiore (ECHE) e/o le organizzazioni pubbliche e private attive nei settori dell’istruzione e della formazione o in altri campi rilevanti per lacall, stabiliti in uno dei seguenti Paesi ammissibili:

  • Stati membri dell’UE (compresi i paesi e i territori d’oltre mare – PTOM);
  • Paesi non UE: Paesi terzi associati al Programma Erasmus+ (compresi i Paesi della Zona Economica Europea) e Paesi che sono in fase di negoziazione per un accordo di associazione al Programma Erasmus+, il quale entri in vigore prima della firma della sovvenzione.

Attenzione! Soltanto gli Istituti di istruzione superiore in possesso della ECHE possono ricoprire il ruolo di coordinatori del progetto.

Le proposte devono essere presentare da un partenariato composto da almeno 2 istituti di istruzione superiore eleggibili stabiliti in due diversi paesi ammissibili.

Entità del contributo

Per il topic ERASMUS-EDU-2022-POL-EXP-EUstatus sono stati stanziati 1.000.000 Euro.

Contributo massimo per progetto: 200.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 80%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

ERASMUS-EDU-2022-POL-EXP-EUstatus

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 9, pagg. 20-21 del bando).

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 10, pagg. 22-24 del bando).

Dedica tempo alla costruzione del partenariato! La scelta dei partner non deve mai essere casuale. La parola d’ordine è complementarietà. Assicuriamoci che i soggetti che decidiamo di coinvolgere nella realizzazione del progetto abbiano le stesse nostre motivazioni. Se non ho un buon partenariato, un progetto, per quanto ben scritto, avrà delle serie difficoltà in fase di valutazione. Assicurati, inoltre, che tutti i partner siano eleggibili e che la composizione del partenariato rispetti i requisiti richiamati nel bando (Cfr. par. 6, pag. 15 del bando). Sono altamente raccomandati i partenariati tra una coalizione di istituzioni di istruzione superiore e autorità pubbliche coinvolte nell'istituzione di uno strumento di cooperazione istituzionalizzata dell'UE.

Riprendi le buone pratiche! È sempre consigliabile consultare la banca dati dei progetti già finanziati dalle precedenti edizioni del bando/programma, ti aiuterà a comprendere quale tipologia di progetto è considerata vincente (https://erasmus-plus.ec.europa.eu/projects).

Sei hai bisogno di chiarimenti, puoi consultare il Manuale Online o contattare l’Help Desk  

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.