Scadenza: 30 giugno 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

GAL del Ducato – Regione Emilia-Romagna

Dotazione Complessiva
€ 124.464
Co-finanziamento
60%
Vai al bando
37 giorni alla scadenza del bando
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando intende sostenere progetti di innovazione sociale - anche al fine di generare nuova occupazione - volti allo sviluppo di una economia di comunità in grado di mantenere vive le comunità locali, prendersi cura del territorio in cui operano, e di svolgere una funzione più generale di servizio utile alla popolazione che risiede stabilmente o temporaneamente nell’area Leader del GAL del Ducato.

Interventi ammissibili

L’Accordo di Comunità (AC) può aggregare persone fisiche o giuridiche che appartengono alla comunità interessata e deve contenere i seguenti elementi:

  • identificazione del “territorio di comunità” con riferimento primario a un criterio geografico o amministrativo (uno o più borghi, una frazione, un comune ecc.);
  • “l’obiettivo di comunità” che si intende perseguire nello specifico attraverso lo sviluppo di attività economiche, di produzione di beni e servizi, di recupero di beni ambientali e monumentali e di creazione di offerta di lavoro, al fine di incidere in modo stabile sulla qualità della vita economica e sociale della comunità di riferimento;
  • l’esplicitazione delle modalità di coinvolgimento della comunità territoriale nel suo insieme e quali azioni sono state realizzate o si vogliono realizzare per coinvolgere la comunità nella progettazione e nell’attuazione del Progetto di Comunità (PC);
  • i ruoli, i compiti e le responsabilità di ciascun partecipante, compresi quelli associati senza coinvolgimento finanziario diretto, all’attuazione del PC;
  • il soggetto referente;
  • le modalità di adesione e recesso, gestione, monitoraggio e verifica dell’Accordo;
  • clausole relative alla disciplina di eventuali controversie;
  • la durata (minimo tre anni a partire dalla conclusione del progetto di comunità) e la decorrenza della stessa.

L’AC deve essere sottoscritto da tutti i soggetti partecipanti che devono essere in numero non inferiore a tre.

L’AC non è necessario se l’elemento del coinvolgimento della comunità territoriale sia già istitutivo dell’ente proponente (e quindi rinvenibili nell’atto costitutivo) e la proposta progettuale presentata dal beneficiario, sulla base delle azioni e degli interventi previsti, consenta di verificare nello specifico l’obiettivo di comunità che si intende perseguire, i ruoli e i compiti dei partecipanti e le modalità di coinvolgimento della comunità territoriale di riferimento.

Il Progetto di Comunità deve indicare le attività e gli investimenti previsti per raggiungere l’obiettivo di Comunità e deve contenere la descrizione delle attività e delle modalità di attuazione del progetto di investimento.

I beneficiari dovranno realizzare il PC entro 12 mesi dalla concessione notificata.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le forme aggregative già costituite che presentino un Accordo di comunità (AC) per la realizzazione di un Progetto di Comunità (PC) e in particolare:

  • società cooperative;
  • cooperative sociali;
  • imprese sociali;
  • altre forme giuridiche di impresa senza scopo di lucro.

Per tutte le fattispecie elencate, la base sociale deve essere costituita in maggioranza (50% più 1) da persone fisiche o giuridiche che appartengono alla comunità interessata.

Le suddette forme aggregative devono avere caratteristiche di micro e piccole imprese.

Attenzione! Per poter presentare qualsiasi domanda di contributo, è tassativa l’iscrizione all’Anagrafe delle Aziende Agricole della Regione Emilia-Romagna.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 124.464 Euro

Quota di cofinanziamento: 60%

La spesa ammissibile va da un minimo di 10.000 Euro a un massimo di 50.000 Euro.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 8, pagg. 8 e ss. del bando).

Presta attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 11, pagg. 10 e ss. del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 20, pagg. 19 e ss. del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Leggi con attenzione tutta la documentazione allegata al bando, è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta (pagg. 23 e ss. del bando). L’individuazione e la raccolta della documentazione completa sono di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.