Interventi per il successo formativo e la personalizzazione dei percorsi a.s. 2022/2023

Scadenza: 7 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Emilia-Romagna

Dotazione Complessiva
€ 4.550.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

L’Invito intende rendere disponibili, anche per l'a.s. 2022/2023, azioni e opportunità per garantire la personalizzazione dei percorsi di IeFP e sostenere il successo formativo.

Le azioni che si intendono rendere disponibili dovranno concorrere all’arricchimento dell’offerta curricolare del sistema di IeFP, garantendo la massima sinergia con i servizi territoriali, valorizzando la collaborazione tra autonomie educative, scuole ed enti di formazione.

Interventi ammissibili

Sono ammissibili operazioni costituite unicamente da due progetti che, nella loro integrazione e complementarità, rendano disponibili agli studenti che frequenteranno un percorso di IeFP realizzato dagli Enti di Formazione Professionale accreditati azioni e opportunità per il successo formativo.

Le operazioni candidate dovranno rappresentare una organica progettualità esecutiva per dare attuazione per l’a.s. 2022/2023 alla “Azione regionale per il successo formativo”. Le operazioni candidate dovranno essere costituite, pena la non ammissibilità, da n. 2 progetti riconducibili a due distinti modelli di intervento che si completano e integrano rispondendo a diverse attese, attitudini e bisogni dei giovani e che pertanto dovranno essere resi disponibili sull’intero territorio regionale.

Progetto 1: finalizzato alla progettazione ed erogazione di interventi di arricchimento extra curricolare e di integrazione e personalizzazione del percorso individuale. Il Progetto dovrà rendere disponibili interventi di riallineamento delle competenze di base e tecnico professionali previste dal profilo per tutti gli allievi e ulteriori interventi per il completamento della triennalità per i giovani a rischio di dispersione. In particolare, il progetto dovrà permettere di rendere disponibili agli studenti, in funzione degli specifici fabbisogni:

  • attività formative in piccoli gruppi e/o personalizzate realizzate in contesti d’aula, laboratori e/o nei contesti di impresa, volte alla costruzione, al riallineamento, al rafforzamento e al potenziamento delle competenze di base, tecnico professionali e trasversali;
  • servizi di tutoraggio nelle fasi di transizione per la presa in carico e per la ridefinizione del percorso scolastico formativo al fine di accompagnare i giovani in entrata nei percorsi anche in corso d’anno, nonché prepararli alle eventuali transizioni verso altri contesti formativi o lavorativi.

Progetto 2: finalizzato ad assicurare la strutturazione di luoghi formativi e orientativi territoriali su base provinciale, con la costituzione un “gruppo classe aperto” in grado di corrispondere alla effettiva domanda, che permettano agli allievi di poter fruire di un primo anno personalizzato “propedeutico” all’inserimento nel secondo e terzo anno del sistema di IeFP. Il progetto dovrà permettere di rendere disponibili agli studenti, in funzione degli specifici fabbisogni:

  • laboratori orientativi volti all’accoglienza anche nella fase di transizione dal Primo al Secondo Grado di istruzione per gli alunni a rischio di dispersione e abbandono e al potenziamento delle competenze orientative e di base;
  • laboratori esperienziali per le competenze, intesi come momenti formativi in piccoli gruppi e/o personalizzati realizzati in contesti d’aula, laboratori e/o nei contesti di impresa, volti alla costruzione, al riallineamento, al rafforzamento e al potenziamento delle competenze di base, delle competenze tecnico professionali e delle competenze trasversali;
  • servizi di tutoraggio nelle fasi di transizione per la presa in carico e per la ridefinizione del percorso formativo e per prepararli alla transizione verso il biennio successivo di IeFP.

Chi può partecipare

Può partecipare al bando un Ente di formazione professionale accreditato ai sensi della deliberazione di Giunta regionale n. 177/2003 per l’obbligo di istruzione nell’ambito obbligo formativo.

L’Ente titolare dovrà candidarsi in qualità di mandatario di un raggruppamento temporaneo di impresa, o di un costituendo raggruppamento temporaneo di impresa, rappresentativo, territorialmente, del sistema degli Enti di formazione professionale accreditati titolari dell’offerta di percorsi di IeFP per la qualifica professionale per l'a.s. 2022/2023.

Nel caso di Operazione candidata da un costituendo raggruppamento temporaneo di impresa, i componenti dovranno indicare, all’interno del formulario, l’impegno di costituirsi in Associazione Temporanea di Impresa (A.T.I.).

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 4.550.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Sarà selezionata una sola operazione a valere sull’intero territorio regionale ovvero l’operazione che avrà conseguito il punteggio più alto.

Ricorda!Il bando specifica due priorità:

  • Pari opportunità, non discriminazione, interculturalità: intesa come capacità di contrastare disparità di accesso, di garantire modelli e modalità di erogazione inclusivi orientati a perseguire le pari opportunità, il contrasto alle discriminazioni e la valorizzazione dell’interculturalità;
  • Sviluppo territoriale: intesa come capacità di rispondere in rete alla riduzione dei gap territoriali anche attivando le necessarie relazioni con le autonomie educative e gli attori istituzionali locali.

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. I., pagg. 9-11 del bando).

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Invia un’email al seguente indirizzo: progval@regione.emilia-romagna.it.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.