Investimenti nel settore dell’agroalimentare tradizionale locale e dell’artigianato

Scadenza: 20 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

GAL Terre d’Abruzzo

Dotazione Complessiva
€ 800.000
Finanziamento Massimo
€50.000
Co-finanziamento
40%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando intende sostenere finanziariamente, attraverso la concessione di un contributo in conto capitale, gli investimenti materiali e immateriali proposti dai soggetti richiedenti e risponde ai seguenti obiettivi specifici del Piano di Sviluppo Locale del GAL Terre d’Abruzzo:

  • OS 1 Migliorare l’attrattività del territorio, in particolare delle aree D ed interne, nei confronti di fasce di popolazione giovane ed attiva;
  • OS 2 Favorire l’insediamento di capitale umano vocato all’auto-imprenditorialità;
  • OS 3 Contrastare il fenomeno della disoccupazione favorendo la creazione di nuova occupazione e il mantenimento di quella esistente in ambiti economici non ancora pienamente sviluppati: turismo, produzioni agroalimentari tradizionali, energie rinnovabili;
  • OS 4 Sostenere iniziative finalizzate al miglioramento delle competenze professionali ed imprenditoriali;
  • OS 5 Valorizzare le risorse locali (produttive, ambientali e paesaggistiche, turistiche, energetiche), promuovere la loro conoscenza;
  • OS 6 Migliorare la competitività delle imprese incentivando l’innovazione, la cooperazione, la creazione e lo sviluppo di reti di impresa, di filiere corte e mercati locali, di sistemi produttivi;
  • OS 7 Favorire lo sviluppo dei tre ambiti economici non ancora pienamente sviluppati: turismo, produzioni agroalimentari tradizionali, energie rinnovabili.

Interventi ammissibili

Il bando prevede una suddivisione in 4 Linee di intervento. Per ciascuna Linea gli interventi ammissibili sono:

  • Linea intervento A: Investimenti materiali ed immateriali nelle aziende agricole connessi alla produzione agricola primaria;
  • Linea intervento B: Investimenti materiali o immateriali che riguardano la trasformazione di prodotti agricoli e la commercializzazione di prodotti agricoli di cui all’Allegato I del TFUE esclusi i prodotti della pesca;
  • Linea intervento C: Investimenti materiali ed immateriali finalizzati alla realizzazione o sviluppo di esercizi commerciali che promuovono e vendono prodotti agroalimentari tradizionali del territorio;
  • Linea intervento D-Start up: Investimenti materiali ed immateriali realizzati da Start up finalizzati alla realizzazione o sviluppo di laboratori di trasformazione o punti vendita di prodotti agroalimentari tradizionali del territorio.

Le spese ammissibili comuni a tutte le Linee di intervento sono:

  • costruzione o miglioramento di beni immobili e delle loro aree pertinenziali, funzionali alla realizzazione del progetto presentato;
  • acquisto di macchinari e attrezzature, compresa la relativa impiantistica, funzionali alla realizzazione del progetto presentato;
  • acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d'autore e marchi commerciali, funzionali alla realizzazione del progetto presentato;
  • spese generali collegate agli investimenti di cui ai punti precedenti nel limite massimo del 4%, elevato al 8% in presenza di lavori edili, comprensivo delle spese tecniche.

Ciascun soggetto richiedente può presentare una sola domanda di sostegno e scegliere una sola Linea intervento a valere sul bando.

Gli investimenti delle 4 Linee intervento dovranno essere realizzati sul territorio interessato dal PSL del GAL Terre D’Abruzzo elencati nell’Allegato 1.

Chi può partecipare

Potranno partecipare al bando i seguenti soggetti beneficiari, dipendentemente dalla Linea di intervento:

  • Linea intervento A: Imprenditori agricoli e imprese agricole iscritti al Registro delle Imprese;
  • Linea intervento B: Microimprese o piccole imprese che esercitano attività di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’Allegato I del TFUE esclusi i prodotti della pesca;
  • Linea intervento C: Microimprese o piccole imprese che esercitano attività di commercializzazione di prodotti alimentari e bevande;
  • Linea intervento D-Start up: Microimprese o piccole imprese iscritte al Registro delle Imprese dopo il 01/01/2021 che esercitano attività di trasformazione o commercializzazione di prodotti alimentari e bevande.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 800.000 Euro

La dotazione finanziaria è così suddivisa:

  • 635.000 Euro allocata alle Linee intervento A, B, C e comprendente una riserva di 300.000 Euro per il sostegno agli interventi destinati all’implementazione della Strategia Area Interna “Val Fino Vestina” e “Alto Aterno Gran Sasso Laga”;
  • 165.000 Euro allocata alla Linea intervento D-Start up.

Contributo massimo per progetto: 50.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 40%

Per la Linea A il sostegno può raggiungere il 60% dei costi dell’investimento ammissibili nei seguenti casi:

  • se il beneficiario è un “giovane agricoltore” come definito dall’art. 2 del Reg. UE 1305/2013 o che si sia già insediato durante i cinque anni precedenti la domanda di sostegno;
  • per soggetti operanti in zone soggette ai vincoli di cui all’art. 32 del Reg. UE 1305/2013 (Allegato 5).

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Allegati

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Aggiornamento 14 novembre 2022. I termini per la presentazione della domanda sono stati prorogati al 20 dicembre 2022.

Attenzione! Le domande di sostegno vanno presentate entro e non oltre il 60° giorno decorrente dalla data in cui sarà resa disponibile la compilazione e trasmissione telematica delle domande stesse sul portale SIAN, ovvero dal 15/09/2022.

Assicuratevi di aver compreso correttamente le modalità di presentazione e di modifica della domanda, di essere in possesso di tutta la documentazione necessaria e di compilare in modo corretto tutta la modulistica da allegare alla domanda (Cfr. Art. 15 pagg. 11-13).

Prestare massima attenzione ai criteri di valutazione e di attribuzione del punteggio adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo (Cfr. Art. 15 pagg. 13-17).

Prestate attenzione alle modalità di erogazione dei contributi, alle domande di pagamento, alle tempistiche e alla documentazione necessaria da presentare fare richiesta dei pagamenti. Assicuratevi, inoltre, di poter sopperire alle spese del vostro progetto nell’attesa dell’erogazione del sostegno (Cfr. Art. 15 pagg. 20-23).

È sempre consigliabile prendere contatto diretto con l’Ente finanziatore, vi aiuterà a comprendere se possedete le giuste caratteristiche per poter accedere ai contributi e ti fornirà assistenza di natura tecnica o in relazione alle informazioni del bando. Potrai contattare l’Ente ai seguenti contatti:

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.