Investimenti per organizzare la ciclabilità e collegamenti intermodali (barca+bici+treno+bus) – III Bando

Scadenza: 28 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

GAL DELTA 2000 – Regione Emilia-Romagna

Dotazione Complessiva
€ 1.532.464
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Per rispondere ai principi del turismo sostenibile, che deve essere integrato, diversificato, e pianificato, e considerando l’offerta specifica del territorio, non ancora ben strutturata e non pienamente in linea con i principi del turismo sostenibile, si intende intervenire per sostenere progetti pilota di connessione tra siti naturali, e/o emergenze storico-culturali con effetti dimostrativi e replicabili.

In particolare, l’avviso è finalizzato alla realizzazione di interventi derivanti dalla mappatura di cui all’azione 01.A “Il Masterplan dell’intermodalità”, per adeguare percorsi esistenti sulla base di standard di qualità, introducendo gli elementi di riconoscimento, e/o per realizzare percorsi di nuova percorrenza con priorità a percorsi che valorizzino l’intermodalità sostenibile, vale a dire mobilità organizzata con i seguenti mezzi: a piedi, bicicletta, mezzo pubblico (treno, bus, barca, ecc.) finalizzati a collegare i siti naturali, con i centri rurali e con le valenze storico-culturali.

Interventi ammissibili

I progetti dovranno fare riferimento al Masterplan dell’intermodalità, un progetto condiviso per la mobilità sostenibile e la rigenerazione territoriale dei comuni ricadenti nell’Area. Gli interventi oggetto del sostegno dovranno essere coerenti con gli strumenti di pianificazione urbanistica.

Sono finanziabili gli interventi in linea con il Masterplan e coerenti con le seguenti tipologie di intervento (ad esempio):

  • reti urbane ed extraurbane di piste e corsie ciclabili da realizzarsi nel rispetto delle norme tecnico-costruttive vigenti;
  • ciclovie, interventi di recupero a fini ciclabili di strade arginali di fiumi, torrenti, laghi e canali, tratturi, di tratti di viabilità dismessa o declassata, di sedimi di strade ferrate dismesse, di tratti di viabilità forestale e militare, di strade di servizio, di altre opere di bonifica, di acquedotti, di ponti dismessi e altri manufatti stradali;
  • raccordo di percorsi esistenti e messa in sicurezza di punti critici, per il superamento della frammentazione e della mancanza di continuità delle piste ciclabili esistenti urbane ed extraurbane finalizzate a collegare punti di interesse turistico;
  • interventi di moderazione del traffico che favoriscano la ciclabilità;
  • sottopassi e sovrappassi ciclabili e ciclopedonali;
  • dotazioni infrastrutturali utili alla sicurezza del traffico ciclistico;
  • fornitura e installazione di tecnologie intelligenti per il monitoraggio della ciclabilità;
  • segnaletica finalizzata a segnalare i percorsi ciclabili, a piedi e in barca nel rispetto del manuale del codice della strada;
  • cartellonistica informativa.

Possono essere realizzati interventi finalizzati alla realizzazione di sistemi di interscambio intermodale tramite infrastrutture e serviziper favorire l’intermodalità quali:

  • approdi e pontili per favorire il turismo fluviale;
  • cartellonistica e tabelle informative sull’esistenza di eventuali servizi di collegamento (bici, bus, treno, barca, taxi) per raggiungere località di interesse turistico;
  • strutture mobili e infrastrutture atte a realizzare una migliore accessibilità per l'intermodalità fra biciclette, autoveicoli e mezzi di trasporto pubblico, eliminazione di barriere e ostacoli, velostazioni, parcheggi per biciclette nelle aree di pertinenza delle stazioni ferroviarie e delle autostazioni, nei punti di approdo o pontili di partenza di barche per itinerari turistici.

Gli interventi dovranno essere realizzati nel rispetto delle norme edilizie comunali.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando Enti Pubblici (Comuni e Province) singoli, le Unioni dei Comuni, Enti di gestione delle aree protette.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.532.464 Euro

Quota di cofinanziamento: 100%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Gli interventi devono essere localizzati nel territorio ricadente nell’Area Leader del GAL DELTA 2000 ovvero nei Comuni di Alfonsine (RA), Berra (FE), Codigoro (FE), Comacchio (FE), Fiscaglia (FE), Goro (FE), Jolanda di Savoia (FE), Lagosanto (FE), Mesola (FE), Ostellato (FE), e in parte dei Comuni di Argenta (FE), Bagnacavallo (RA), Cervia (RA), Conselice (RA), Portomaggiore (FE), Ravenna, Russi (RA), limitatamente alle aree censuarie indicate nell’elenco disponibile al link https://www.deltaduemila.net/sito/wpcontent/uploads/2019/05/LEADER2020_Elenchi-mappali-comuni-parzialmente-inclusi.pdf.

Si consiglia di leggere attentamente le linee strategiche del Masterplan (Cfr. Art. 9, pag. 7 del bando).

Verifica scrupolosamente quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 10, pagg. 8-10 del bando).

Presta attenzione i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 14, pagg. 14-16 del bando).

Consulta tutta ladocumentazione allegata al bando, è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta (pagg. 29 e ss. del bando). L’individuazione e la raccolta della documentazione completa sono di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.