Scadenza: 7 febbraio 2023
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - Direzione generale per Occupazione, Affari sociali e Inclusione (DG EMPL) - Prerogative Sociali e Linee di Competenze Specifiche (SocPL)

Dotazione Complessiva
€ 7.300.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il bando in oggetto si pone come obiettivo la promozione dell’analisi e della ricerca nel settore delle relazioni industriali, sia in rete europea che in termini comparativi tra sistemi industriali esistenti negli Stati Membri UE e nei Paesi candidati, intendendo contribuire allo scambio di informazioni ed esperienze tra gli attori coinvolti. Esso si inserisce nel più ampio programma SocPL, il cui scopo è il finanziamento della promozione del dialogo sociale interprofessionale e intersettoriale nel contesto dell’UE.

Interventi ammissibili

Analisi e ricerca nel campo delle relazioni industriali:

  • Attività di analisi di temi legati al dialogo sociale nelle relazioni sull’occupazione;
  • Attività di ricerca sulle relazioni industriali e il dialogo sociale;
  • Misure per migliorare i dati, la raccolta e l'utilizzo di informazioni comparative sui sistemi di relazioni industriali negli Stati membri dell'UE e nei paesi candidati e sugli sviluppi a livello europeo;
  • Iniziative per promuovere la consapevolezza di pratiche efficaci di relazioni industriali, sia a livello nazionale che europeo, anche riunendo attori del mondo accademico, le parti sociali e i referenti politici.

Scambio di informazioni ed esperienze tra i soggetti attivamente coinvolti nelle relazioni industriali, per contribuire a sviluppare e rafforzare le strutture delle relazioni industriali in Europa:

  • Misure per l'individuazione e lo scambio di informazioni in materia di relazioni industriali, anche attraverso attività di reti tra soggetti e/o esperti di relazioni industriali.

Azioni per diffondere i risultati di cui sopra in pubblicazioni, tavole rotonde, seminari, conferenze, misure di formazione e strumenti di formazione:

  • Azioni che contribuiscano alla futura analisi delle relazioni industriali da parte della Commissione.

I progetti devono avere una durata compresa tra i 12 e i 24 mesi (proroghe sono eccezionalmente possibili, se debitamente motivate e mediante modifica).

Chi può partecipare

Per essere ammissibili, i richiedenti (beneficiari, entità affiliate e partner associati) devono:

  • Essere persone giuridiche (enti pubblici o privati)
  • Essere stabilito in uno dei paesi ammissibili, vale a dire:
    • Stato membro dell'UE.
    • Paesi extra UE (non applicabile per coordinatore e candidati singoli): Paesi candidati: Albania, Moldavia, Macedonia del Nord, Montenegro, Serbia, Turchia, Ucraina.
  • Il Coordinatore, gli altri beneficiari, i soggetti affiliati e i partner associati devono rientrare in una delle seguenti categorie:
    • Organizzazioni senza scopo di lucro quali università e istituti di ricerca;
    • Parti sociali;
    • Autorità pubbliche;
    • Organizzazioni internazionali o a livello europeo.
  • In caso di richiedente unico, si deve essere un'organizzazione internazionale.
  • Gli enti affiliati e i partner associati possono far parte sia delle proposte da unico proponente sia di quelle da consorzi.

Per essere ammissibili, le proposte presentate da un consorzio devono rispettare le seguenti condizioni:

  • Le azioni devono includere un coordinatore e almeno un altro beneficiario;
  • Il consorzio deve essere composto da almeno un'università o un istituto di ricerca senza scopo di lucro quale coordinatore o altro beneficiario. Questo requisito non è applicabile se il coordinatore è un'organizzazione internazionale;
  • Se il coordinatore non è un'organizzazione a livello europeo o internazionale, esso deve far parte di un consorzio con almeno un'organizzazione di un paese ammissibile diverso da quello del coordinatore.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 7.300.000 Euro

Sono finanziabili progetti con budget compreso tra 150.000 e 650.000 Euro.

Quota di cofinanziamento: 90%

Si prevede di finanziare tra le 15 e le 30 proposte.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

SOCPL-2022-IND-REL

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Rispetto i criteri di eleggibilità delle proposte. Nella fase di valutazione ci sono due step: il primo è la valutazione dei criteri di eleggibilità e il secondo è la qualità della proposta. Secondo le statistiche, il 10% delle proposte non arriva alla valutazione sulla qualità del progetto perché i criteri di eleggibilità non vengono soddisfatti. Fate, dunque, molta attenzione ai criteri di ammissibilità stabiliti nel bando (Cfr. Art. 6 pag. 10) e accertatevi di esserne in linea dal punto di vista amministrativo, territoriale e finanziario.

Assicuratevi di aver compreso i requisiti finanziari e le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 7 pag. 12 e Art. 10 pag. 16). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Dedicate tempo e attenzione alla costruzione del partenariato! La scelta dei partner non deve mai essere casuale. La parola d’ordine è complementarietà. Assicuriamoci che i soggetti che decidiamo di coinvolgere nella realizzazione del progetto abbiano le stesse nostre motivazioni. Senza un buon partenariato, un progetto, per quanto ben scritto, avrà delle serie difficoltà in fase di valutazione. Assicuratevi, inoltre, che tutti i partner siano eleggibili e che la composizione del partenariato rispetti i requisiti richiamati nel bando (Art.6 pag. 12)

Prestate massima attenzione aicriteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione vi guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto. (Art.8 e 9 pag. 15-16)

Non aspettare fino all’ultimo momento per inviare il progetto! È sempre consigliabile inviare la domanda con sufficiente anticipo rispetto alla scadenza per evitare problemi tecnici dell’ultimo minuto (es. congestione del portale web dedicato).

Rimanete aggiornati anche in fase di candidatura! Mentre predisponete la proposta progettuale, ricordate di consultare regolarmente la pagina ufficiale del bando, dove saranno pubblicati aggiornamenti e informazioni supplementari riguardanti l’invito.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.