Operazioni in attuazione del Programma regionale 2021-2023 cinema e audiovisivo – Anno 2022

Scadenza: 28 luglio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Emilia-Romagna

Dotazione Complessiva
€ 1.600.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

L’investimento è finalizzato a rendere disponibile un’offerta formativa che concorra alla qualificazione e all’innalzamento delle competenze dell’industria cinematografica e audiovisiva regionale e, pertanto, ad aumentare gli impatti attesi delle politiche regionali volte a sostenere un sistema complesso e articolato costituito da professionalità, organizzazioni di impresa, enti e istituzioni del settore. L’investimento nelle competenze è inteso quale strumento per il rafforzamento dell’occupabilità e adattabilità delle persone e per la crescita qualitativa della filiera produttiva regionale.

Interventi ammissibili

Il bando intende contribuire all’attuazione di quanto previsto dal “Programma regionale in materia di cinema e audiovisivo ai sensi della L.R. n. 20 del 2014, art. 12. Priorità e strategie di intervento per il triennio 2021-2023”.

Le operazioni ammissibili dovranno rendere disponibile un’offerta finalizzata a permettere alle persone di acquisire le conoscenze e le competenze necessarie ad esercitare professionalmente il proprio ruolo sia come lavoratori dipendenti sia come lavoratori autonomi nel sistema del cinema e dell’audiovisivo favorendone la qualificazione e l’innovazione.

Potranno essere candidate operazioni costituite da progetti di cui alle tipologie di seguito riportate:

  • Formazione progettata con riferimento al Sistema regionale delle qualifiche per rendere disponibili percorsi che prevedono al termine il conseguimento di un Certificato di Competenze o di Qualifica Professionale dell’area professionale “Produzione artistica dello spettacolo” ad esclusione della qualifica di “Tecnico organizzazione eventi” e con particolare attenzione alla qualifica “scenografo”, “costumista”, “tecnico del suono” e “tecnico delle luci”;
  • Percorsi di alta formazione che configurino percorsi formativi che permettano alle persone, con conoscenze-capacità attinenti all’area professionale, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali, l’acquisizione di conoscenze e competenze tecniche e professionali, unitamente a competenze artistiche e creative, spendibili nei processi di lavoro tipici del sistema del cinema e dell’audiovisivo favorendone la qualificazione e l’innovazione;
  • Percorsi di formazione permanente che configurino percorsi formativi che permettano alle persone, con conoscenze-capacità attinenti all’area professionale, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali e con pregresse esperienze lavorative, di consolidare le competenze gestionali e completare le competenze specialistiche con competenze utili a rafforzare la capacità di stare sui mercati e di incrementare il proprio profilo professionale e competitivo;
  • Percorsi di alta formazione aventi a riferimento Festival/Rassegne che configurino percorsi formativi definiti a partire dalle specificità di singoli festival e rassegne che ne amplino le ricadute attese e ne valorizzino le potenzialità permettendo alle persone - con conoscenze-capacità attinenti all’area professionale, acquisite in contesti di apprendimento formali, non formali o informali - l’acquisizione di competenze tecniche e professionali spendibili nel settore.

Le Operazioni potranno essere articolate in progetti, anche riconducibili alle diverse tipologie sopra elencate, per formulare una proposta formativa organica adeguatamente strutturata in termini di durata, metodologie formative e di intervento e modalità organizzative e di erogazione del servizio, in funzione delle caratteristiche dei destinatari, degli obiettivi attesi sulle persone e sul sistema delle imprese.

Target group: persone che hanno assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione che necessitano di azioni formative per la riduzione del divario tra le competenze richieste per esercitare professionalmente il proprio ruolo e le competenze possedute

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando:

  • organismi accreditati alla formazione per l’ambito “Formazione superiore” o “Formazione continua e permanente”ai sensi della normativa regionale vigente o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione;
  • organismi accreditati per le attività formative nell’ambito dello spettacolo o che abbiano presentato domanda di accreditamento al momento della presentazione dell’operazione.

Attenzione! Per tutti i Progetti la responsabilità dovrà essere formalmente attribuita ad un Ente di formazione professionale accreditato in qualità di soggetto referente, sia lo stesso il soggetto titolare dell’Operazione o un partner attuativo.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 1.600.000 Euro

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Attenzione! Le Operazioni approvabili saranno finanziabili a seguito dell’adozione da parte della Commissione Europea del Programma regionale FSE+ 2021/2027.

Il bando descrive molto dettagliatamente le tipologie di progetti ammissibili. Si consiglia pertanto di approfondirne gli aspetti consultando le pagg. 24-30 del bando.

Ricorda! Tra le varie priorità previste dall’avviso, vi è quella relativa al partenariato socio-economico: sarà infatti data precedenza alle proposte sostenute da un ampio e completo partenariato coerente e pertinente rispetto alle operazioni candidate (Cfr. par. H., pag. 31 del bando). Si consiglia, dunque, di considerare attentamente di presentare la propria proposta progettuale in partnership. In tal caso la parola d’ordine è complementarietà. Assicuriamoci che i soggetti che decidiamo di coinvolgere nella realizzazione del progetto abbiano le stesse nostre motivazioni. Se non ho un buon partenariato, un progetto, per quanto ben scritto, avrà delle serie difficoltà in fase di valutazione. Assicurati, inoltre, che tutti i partner siano eleggibili e che la composizione del partenariato rispetti i requisiti richiamati nel bando (Cfr. par. I., pagg. 31-33 del bando).

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. M, pagg. 37-38 del bando).

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Scrivi una mail al seguente indirizzo: AttuazioneIFL@regione.emilia-romagna.it.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.