Scadenza: 29 settembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea – NDICI Global Europe - Civil Society Facility South 2021

Dotazione Complessiva
€ 11.000.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

L’obiettivo generale della call è quello di favorire e promuovere una democrazia pluralista e partecipativa nei Paesi del vicinato meridionale.

Gli obiettivi specifici sono:

  • aumentare la partecipazione delle organizzazioni della società civile al processo decisionale e al dialogo politico, la promozione della responsabilità pubblica e il ruolo di advocacy della società civile;
  • consentire alle organizzazioni della società civile dei Paesi del vicinato meridionale di partecipare al dialogo strutturato con l’Unione Europea.

La Commissione Europea intende creare una rete di partner quadro strategici, che consentirà una comunicazione e un coordinamento regolari (di gruppo e individuali) su temi di interesse reciproco e in linea con gli obiettivi comuni.

Interventi ammissibili

Il bando si articola in due lotti, diversi per tipologia di attività:

  • Lotto 1 – Capacity building e supporto finanziario/tematico alle organizzazioni della società civile;
  • Lotto 2 – Partecipazione al dialogo regionale strutturato della società civile nell’UE con il coinvolgimento delle parti interessate.

Il bando sostiene l’istituzione di partenariati quadro al fine di migliorare la cooperazione e il coordinamento di azioni e iniziative che rafforzino il ruolo delle organizzazioni della società civile nella promozione della democrazia partecipativa nell’ambito del vicinato meridionale dell'UE.

Ai partner strategici individuati saranno accordati finanziamenti per:

  • Condurre attività tese a rafforzare le capacità delle organizzazioni della società civile al fine di favorire e promuovere una democrazia pluralistica e partecipativa nei Paesi del vicinato meridionale;
  • Fornire sostegno finanziario ai terzi nei Paesi del vicinato meridionale;
  • Fornire un contributo al dialogo politico regionale e tematico tra la società civile e l’UE.

Il bando sostiene le seguenti azioni, rispettivamente per il Lotto 1 e il Lotto 2:

Lotto 1 - Capacity building e support finanziario/tematico alle organizzazioni della società civile

  • Azioni di capacity building: devono basarsi sulla condivisione delle conoscenze delle organizzazioni partner attraverso il mentoring, il coaching e la formazione sul posto di lavoro e devono essere sostenibili e orientate ai risultati. Esse devono mirare a rafforzare la capacità delle organizzazioni di prendere decisioni più efficaci, diventare attori più attivi e assumersi la piena responsabilità delle conseguenze delle decisioni.
  • Sostegno finanziario a terzi: tale azione deve essere accompagnata dalla precedente e serve come strumento per l'attuazione dell'obiettivo specifico di aumentare la partecipazione delle organizzazioni della società civile al processo decisionale e al dialogo politico, la promozione della responsabilità pubblica e il ruolo di advocacy della società civile.

Lotto 2 - Partecipazione al dialogo regionale strutturato della società civile nell’UE con il coinvolgimento delle parti interessate

I partenariati avranno il compito di facilitare l'effettivo coinvolgimento di un'ampia gamma di attori della società civile e di stakeholder nel dialogo regionale con l'UE. Le azioni tese a tale obiettivo sono:

  • Identificazione degli attori e delle parti interessate con competenze nell'area tematica (garantendo al contempo un ampio raggio d'azione e rispettando il principio della diversità);
  • Facilitazione della parte contenutistica dei processi di dialogo tra gli attori della società civile;
  • Preparazione di contributi consolidati della società civile per il dialogo con l'UE;
  • Agevolazione della parte contenutistica del dialogo con le istituzioni europee;
  • Assicurare un efficace follow-up dei processi di dialogo;
  • Comunicare il lavoro, i risultati e gli esiti dei processi di dialogo.

Durata: la durata dei contratti quadro di partenariato è di 48 mesi.

Chi può partecipare

Il bando si compone di due diverse fasi:

  • Fase 1 – Selezione dei partner strategici e formalizzazione dell’accordo attraverso un Financial Framework Partnership Agreement (FFPA);
  • Fase 2 – Tra i partner premiati nella prima fase, verranno selezionati i beneficiari di una sovvenzione specifica.

Candidato capofila (Fase 1 e Fase 2)

Al fine di partecipare al bando, il richiedente principale deve essere una organizzazione della società civile senza scopo di lucro e deve essere stabilita in uno dei seguenti paesi:

  • Un Paese partner dell’UE proveniente da vicinato meridionale - Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria e Tunisia - ammissibile ai finanziamenti dell'Unione nell'ambito dello strumento di vicinato, sviluppo e cooperazione internazionale (NDICI);
  • Uno Stato membro dell’UE;
  • Un Paese dell’Area Economica europea.

Nello specifico, con riguardo ad entrambi i Lotti previsti dal bando, il richiedente principale deve avere un’esperienza di almeno 3 anni in uno dei seguenti temi relativi al vicinato meridionale:

  • Governance, democrazia e diritti umani;
  • Tutela ambientale, cambiamento climatico;
  • Commercio e cooperazione economica;
  • Migrazione.

Attenzione! La call specifica dei requisiti richiesti rispettivamente soltanto per il Lotto 1 e per il Lotto 2. Si consiglia pertanto di leggerli attentamente (Cfr. par. 2.1.1, pagg. 10-11 del bando).

Il richiedente principale deve partecipare al bando individualmente.

Co-richiedente (esclusivamente per la Fase 2)

I requisiti che il co-richiedente deve rispettare sono gli stessi richiesti al richiedente principale. Per la fase relativa alla sovvenzione specifica, il capofila deve essere in partenariato con almeno 2 co-richiedenti stabiliti in almeno 2 diversi Paesi della regione del vicinato meridionale. Il consorzio deve essere composto al massimo da 4 membri.

Attenzione! La call specifica dei requisiti richiesti rispettivamente soltanto per il Lotto 1 e per il Lotto 2. Si consiglia pertanto di leggerli attentamente (Cfr. il documento “Corrigendum” allegato alla sezione “Documenti” della pagina web del bando).

Entità del contributo

La dotazione finanziaria complessiva ammonta a 11.000.000 Euro ed è così suddivisa:

  • 7.000.000 Euro per il Lotto 1;
  • 4.000.000 Euro per il Lotto 2.

Contributi minimi e massimi:

Per il Lotto 1

  • minimo 2.500.000 Euro;
  • massimo 3.500.000 Euro.

Per il Lotto 2

  • minimo 1.500.000;
  • massimo 2.000.000.

Cofinanziamento:

  • minimo 55% del totale dei costi ammissibili;
  • massimo 90% del totale dei costi ammissibili.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

EuropeAid/175085/DH/ACT/Multi

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Il bando intende selezionare un totale di 6 partner strategici.

Dedicati con cura alla stesura dell’Analisi di contestoedimostra che il tuo progetto intende sopperire ad un fabbisogno reale. A tal fine, assicurati che questa sezione sia corredata di dati e studi ufficiali.

Assicurati di avere chiare le due fasi in cui è strutturato l’invito a presentare proposte (Cfr. par. 1.2, pagg. 5-6 del bando).

Consulta la sezione del bando dedicata alla localizzazione degli interventi (Cfr. par. 2.1.3, pag. 15 del bando).

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 2.1.4, pagg. 18-21 del bando.

Leggi scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 2.3, pagg. 27-34 del bando).

Hai bisogno di informazioni? È possibile scrivere un’email al seguente indirizzo fino a 21 giorni prima della scadenza del bando: NEAR-CFP-175085@ec.europa.eu

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.