Scadenza: 15 dicembre 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Lombardia

Dotazione Complessiva
€ 300.000
Finanziamento Massimo
€150.000
Co-finanziamento
70%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il bando intende mettere a disposizione, accanto agli interventi di inclusione sociale, percorsi di presa in carico che si collochino all’interno di uno spazio operativo “terapeutico” che veda l’identificazione di interventi e la messa in rete di servizi, in un modello integrato e coordinato, per ricollocare il giovane- adulto all’interno di un percorso di crescita qualitativamente valido.

Gli obiettivi sono i seguenti:

  • Sviluppo di uno spazio operativo oggetto di intervento multidimensionale con valenza anche “terapeutica” caratterizzato dall’identificazione di interventi e la messa in rete di servizi, in un modello integrato e coordinato, per ricollocare il giovane- adulto all’interno di un percorso di crescita qualitativamente valido;
  • Valorizzazione delle esperienze territoriali sviluppate per rafforzare le competenze degli operatori territoriali, per potenziare la capacità di attivare una maggiore integrazione tra le molteplici componenti del sistema e per mettere a punto delle linee guida condivise per la gestione di tali interventi;
  • Attivazione di Comunità di pratica.

Interventi ammissibili

  1. Costi diretti per il personale (interno ed esterno) rendicontati a costi reali. Le spese di personale: sono i costi per le risorse umane coinvolte, attraverso contratti di lavoro o contratti di prestazioni di servizi, nella realizzazione degli interventi, ivi compreso le spese per attività formativa propedeutica alla certificazione delle competenze. Essi sono da intendersi come “personale interno” e come “personale esterno”. I costi ammissibili per il personale comprendono: le retribuzione lorde (compresi i premi di produttività, le gratifiche, i bonus, le indennità ecc.) incluse eventuali prestazione di welfare aziendale, buoni pasto ecc., in linea con i contratti collettivi, versate al personale a compenso del lavoro prestato in relazione all’intervento. Nella retribuzione lorda, sono compresi i costi relativi alle tasse e ai contributi previdenziali a carico dei lavoratori, gli oneri contributivi e sociali, volontari e obbligatori, nonché gli oneri differiti che incombono sul datore di lavoro.
  2. Altri costi diretti diversi da quelli di personale (acquisto di beni e servizi funzionali all’erogazione degli interventi o alla realizzazione delle attività di progetto tra cui, ad esempio: materiale di consumo; spese legate alla realizzazione di iniziative di comunicazione e sensibilizzazione; spese legate alla realizzazione di attività di formazione; noleggio di beni o locazione di spazi funzionali alla realizzazione delle attività; spese di trasporto; altre spese accessorie funzionali all’erogazione dei servizi o alla realizzazione delle attività previste) rendicontati a costi reali;
  3. Costi indiretti (costi che non sono connessi direttamente all’operazione, tra cui ad esempio: utenze, costi per il funzionamento e gestione dell’ente, servizi di contabilità generale) riconosciuti attraverso l’applicazione di un tasso forfettario pari al 15% dei costi diretti ammissibili per il personale.

Soggetti destinatari:

  • I giovani adulti al primo reato e loro famiglie del circuito milanese
  • I giovani adulti che reiterano il reato e loro famiglie del circuito milanese
  • I giovani adulti autori di reato in situazione di fragilità del circuito milanese
  • Gli operatori attivi nei progetti interessanti l’area metropolitana

La durata complessiva dell’intervento è di 24 mesi.

Chi può partecipare

  • ATS/ASST
  • Comune singolo o Associato inclusi loro unioni e consorzi, così come elencati all’art.2 del d.lgs n. 267/2000 ovvero loro singole articolazioni e ambiti territoriali;
  • Altri Enti Pubblici operanti a livello territoriale;
  • Organizzazioni del Terzo Settore iscritte ai registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali, che abbiano maturato un’esperienza nel campo di almeno cinque anni;
  • Enti accreditati per la formazione e il lavoro che abbiano maturato un’esperienza nel campo di almeno cinque anni;
  • Enti riconosciuti delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese che abbiano maturato un’esperienza nel campo di almeno cinque anni;
  • Enti gestori accreditati UdO sociali e socio sanitarie che abbiano maturato un’esperienza nel campo di almeno cinque anni;
  • Università ed enti di ricerca con esperienze nel campo della comunità di pratica e nel lavoro con i giovani adulti autori di reato di almeno cinque anni.

I percorsi devono attuarsi nel contesto metropolitano e nel circuito penitenziario milanese e dovranno rivolgersi in via esclusiva ai soggetti di cui al paragrafo “ Soggetti destinatari”.

Il partenariato deve essere composto da almeno n. 6 soggetti:

  • Un capofila
  • Almeno 5 partner

Tutti i soggetti della rete devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Requisiti gestionali: disporre di firma digitale
  • Requisiti costitutivi: iscrizione ai registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali
  • Requisiti di natura economica/finanziaria: trasparenza amministrativa e contabile al fine della dimostrazione della necessaria autonomia finanziaria e funzionale;
  • Requisiti di natura organizzativa

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 300.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 150.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 70%

Il piano finanziario deve assicurare una concentrazione di risorse di almeno il 70% in relazione agli interventi con il giovane adulto e di almeno il 30% per la realizzazione della comunità di pratiche.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

L’istanza di manifestazione di interesse deve essere presentata esclusivamente attraverso “Bandi online” entro le ore 17,00 del 15 dicembre 2022.

Al termine della compilazione on line della domanda di contributo, così come disposto dall’allegato B), il soggetto richiedente dovrà provvedere ad allegare la seguente documentazione caricandola elettronicamente sul sistema informativo:

  • Allegato C) Descrizione proposta
  • Allegato D) Scheda anagrafica
  • Allegato E) Scheda Piano dei conti
  • Allegato F) Scheda esperienza
  • Allegato G) Lettera concertazione servizi giustizia

Rispetto dei criteri di eleggibilità delle proposte. Nella fase di valutazione ci sono due step: il primo è la valutazione dei criteri di eleggibilità e il secondo è la qualità della proposta. Le statistiche a disposizione ci dicono che il 10% delle proposte non arrivano alla valutazione sulla qualità del progetto perché i criteri di eleggibilità non vengono soddisfatti. Fate, dunque, moltaattenzione ai criteri di ammissibilità stabiliti nel bando (Pag. 3 del Bando) e accertatevi di esserne in linea dal punto di vista amministrativo, territoriale e finanziario.

Leggete con attenzione tutta ladocumentazione allegata al bando, è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta (Pag. 8 del Bando). L’individuazione e la raccolta della documentazione completa è di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

Dedicate attenzione alla costruzione del partenariato! La scelta dei partner non deve mai essere casuale. La parola d’ordine è complementarietà. Assicuriamoci che i soggetti che decidiamo di coinvolgere nella realizzazione del progetto abbiano le stesse nostre motivazioni. Se non ho un buon partenariato, un progetto, per quanto ben scritto, avrà delle serie difficoltà in fase di valutazione. Assicuratevi, inoltre, che tutti i partner siano eleggibili e che la composizione del partenariato rispetti i requisiti richiamati nel bando (Pag. 3 del Bando).

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.