Scadenza: 31 gennaio 2024
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Piemonte - Finpiemonte

Dotazione Complessiva
€ 80.000.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

La misura intende supportare le attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione delle imprese e dell’ecosistema della ricerca piemontese e la transizione dei relativi risultati alle fasi di avvio industriale e/o commerciale.

Il Bando risulta articolato in due Linee di intervento, caratterizzate da target e categorie progettuali ammissibili differenti, e specificatamente:

  • Linea 1 – Supporto alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale (“R&D challenges”)
  • Linea 2 - Supporto alle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione in fase avanzata configuranti un piano definito di valorizzazione industriale/commerciale dei risultati (“Production & Market challenges” – “P&M challenges”)

Interventi ammissibili

I progetti dovranno afferire obbligatoriamente a una delle tre componenti trasversali dell’innovazione (transizione digitale, transizione ecologica, impatto sociale e territoriale) e rispettive direzioni di sviluppo, previste dalla Strategia di Specializzazione Intelligente del Piemonte 2021-2027 (S3) e rientrare in uno dei sei sistemi prioritari (Aerospazio, Mobilità, Manifattura avanzata, Tecnologie, materiali e risorse verdi, Food, Salute). Per maggiori dettagli si veda pagina 16 del bando.

L'incentivo, sotto forma di contributo a fondo perduto, agevola i seguenti investimenti:

  • Linea 1 – Supporto alle attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale (“R&D challenges”) sostiene le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale in un ampio range di TRL (3-6), tagli di investimento e forme partecipative
    • Categoria progettuale 1.a “Small-mid challenges” e Categoria progettuale 1. b “Big-challenges strategiche"
  • Linea 2 - Supporto alle attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione in fase avanzata configuranti un piano definito di valorizzazione industriale/commerciale dei risultati (“Production & Market challenges” – “P&M challenges”)
    • Categoria 2.a: Supporto alle attività avanzate di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, ingegnerizzazione/industrializzazione, validazione e valorizzazione economica dell’innovazione in forma collaborativa, funzionali alla costruzione e/o al rafforzamento di filiere.
    • Categoria 2.b: Supporto alle attività avanzate di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, ingegnerizzazione/industrializzazione, validazione e valorizzazione economica dell’innovazione funzionali a un piano di valorizzazione dei risultati in forma singola.

Per maggiori dettagli sulle tipologie di investimenti si veda la sezione 2.4 del bando.

Chi può partecipare

I beneficiari sono:

  • PMI anche innovative, con sede operativa/produttiva in Piemonte;
  • Startup innovative con sede operativa/produttiva in Piemonte (ad esclusione della Linea di intervento 2.b);
  • Grandi imprese, con sede operativa/produttiva in Piemonte, solo in collaborazione con PMI;
  • Le small-mid caps;
  • Organismi di ricerca (OdR) piemontesi, esclusivamente in collaborazione con le imprese su entrambe le Linee. Tali organismi potranno in ogni caso concorrere in qualità di fornitori di servizi alle imprese su tutte le linee e le relative categorie di progetti ammissibili;
  • End user (pubblici, o privati senza scopo di lucro) piemontesi, solo in forma collaborativa. Tali soggetti potranno in ogni caso concorrere in qualità di fornitori di servizi alle imprese su tutte le linee e le relative categorie di progetti ammissibili;
  • Imprese/organismi di ricerca/end user non aventi sede operativa/produttiva in Piemonte.

I beneficiari devono rispettare i requisiti previsti al paragrafo 2.1.b “Requisiti di partecipazione" del Bando.

Attenzione! Non tutti i beneficiari possono partecipare a tutte le line di intervento/categorie. Si consiglia di prendere visione della tabella riassuntiva a pagina 10 del bando.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 80.000.000 Euro

A ciascuna categoria progettuale è assegnata la seguente quota di dotazione:

  • 1.a - Small-mid challenges: 9.600.000 Euro
  • 1.b – Big chellenges: 25.800.000 Euro
  • 2.a – P&M challenges in forma collaborativa: 15.000.000 Euro
  • 2.b - P&M challenges in forma singola: 9.600.000 Euro

I restanti 20.000.000 Euro costituiscono “riserva integrativa” (Cfr. pag. 8 del bando).

Con la determinazione dirigenziale del 31/10/2023 viene stabilita l’assegnazione della “riserva integrativa” pari a 20.000.000 Euro alle categorie progettuali come di seguito indicato:

  • 3.000.000 Euro in favore della categoria progettuale 1.a “small-mid challenges”, che in tal modo raggiunge una quota di dotazione complessiva di 12.600.000 Euro;
  • 17.000.000 Euro in favore della categoria progettuale 1.b “Big-challenges strategiche”, che così consegue una quota di dotazione complessiva di 42.800.000 Euro.

L’agevolazione è concessa nella forma di contributo a fondo perduto, con intensità variabile in funzione della tipologia di beneficiario e di attività esposta sulle diverse Linee di intervento/categorie progettuali ammissibili e in base ai diversi articoli del Regolamento (UE) 651/2014 assunti come regime di aiuto. Per tutti i dettagli si veda la tabella alla sezione 2.9 del bando

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Allegato 4 - attività escluse

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Aggiornamento scadenza. Con Determinazione Dirigenziale n. 4 del 9 gennaio 2024 è stata disposta la chiusura a partire dalle ore 12:00 di giovedì 11/01/2024 dello sportello di presentazione delle domande relative alla categoria progettuale 2.b sulla procedura informatizzata relativa al Bando SWIch a seguito del raggiungimento della soglia limite di richieste di contributo prevista dal bando, così come modificato con determinazione dirigenziale n. 452 del 31/10/2023", e nella sezione Rettifiche.

Aggiornamento scadenza. Con Determinazione Dirigenziale n. 525 del 4 dicembre 2023 è stata disposta la chiusura a partire dalle ore 12 del 7 dicembre, dello sportello di presentazione delle domande relative alla categoria progettuale 2.a in quanto è stata superata la soglia limite di assorbimento teorico della quota di dotazione finanziaria assegnata, maggiorata della quota di riserva integrativa e dell’ulteriore quota del 30% di richieste di agevolazione (c.d. overbooking).

Aggiornamento scadenza. Con Determinazione Dirigenziale n. 506 del 24 novembre 2023 è stata disposta la chiusura a partire dalle ore 12:00 del 28/11/2023 dello sportello di presentazione delle domande relative alla categoria progettuale 1.a sulla procedura informatizzata relativa al Bando SWIch a seguito del raggiungimento della soglia limite di richieste di contributo prevista dal bando.

Attenzione! Con Determinazione dirigenziale n. 452 del 31 ottobre 2023 è stata approvata una parziale modifica del par. 1.3.3 “Trasferimento della dotazione” del bando SWIch e, in attuazione del par. 1.3.2 “Dotazione per categoria progettuale”, è stata disposta l'assegnazione della “riserva integrativa”. Si prega, pertanto, di prendere visione di tali modifiche.

Al fine di favorire la continuità del sostegno ai programmi di R&S ed una maggiore efficacia nella programmazione dei programmi da parte delle imprese, la Misura prevede programmaticamente l’attivazione di sportelli a cadenza annuale con dotazione finanziaria riservata. Questo Bando costituisce il primo sportello.

L’erogazione dell’incentivo con modalità “a sportello” tiene conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande e l’erogazione dell’incentivo avverrà fino ad esaurimento delle risorse comunque disponibili. Generalmente, nei bandi a sportello, la dotazione finanziaria complessiva stanziata si esaurisce rapidamente. Puoi inviare un quesito per accertarti che siano ancora disponibili fondi ai contatti indicati più sotto.

Attenzione! I progetti devono rispettare il principio “Do No Significant Harm” – DNSH (Cfr. sez. 2.5 del badno). La mancata osservanza anche di uno solo degli obiettivi ambientali comporta la revoca totale del contributo assegnato.

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. sez. 2.8, pagg. 26-29 del bando).

Presta attenzione ai criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le domande. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se la tua richiesta possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo e quali aspetti sono considerati maggiormente prioritari ai fini della selezione (Cfr. pagg. 34-37 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. sez. 3.6, pagg. 41-42 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Chiarimenti sui contenuti del Bando potranno essere richiesti a Finpiemonte, tramite il form di richiesta oppure chiamando il numero 011/57.17.777.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.