Progetti destinati al sostegno e alla valorizzazione dell’attività nel settore della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità

Scadenza: 12 agosto 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Ministero dello Sviluppo Economico – Invitalia S.p.a.

Dotazione Complessiva
€ 5.000.000
Finanziamento Massimo
€50.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Il bando è finalizzato al sostegno e alla valorizzazione dell’attività di imprese operanti nei settori della ceramica artistica e tradizionale e della ceramica di qualità.

Interventi ammissibili

Il bando intende finanziare progetti autonomi e funzionali, diretti a realizzare almeno una delle seguenti finalità:

  • sviluppo di piattaforme informatiche dedicate al settore;
  • sviluppo tecnologico dell’impresa;
  • sviluppo industriale avente ad oggetto l’acquisto di uno o più macchinari nuovi di fabbrica.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le imprese che operano nel settore della ceramica artistica e di qualità e della ceramica tradizionale(codice ATECO primario 23.41).

Ciascuna impresa può presentare una sola istanza.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva per il 2022: 5.000.000 Euro

Contributo massimo per singola impresa: 50.000 Euro

Quota di cofinanziamento: 80%

I progetti devono avere ad oggetto spese complessive di importo non inferiore a 10.000 Euro, al netto di IVA.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Decreto direttoriale ceramica del 13 maggio 2022

FAQ

Modulo di domanda

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

La concessione dei contributi avviene per elenco, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande e nei limiti delle risorse disponibili, entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda dell’imprese beneficiaria.

Per il supporto agli adempimenti tecnici ed amministrativi relativi alla gestione della misura di cui al presente, il Ministero si avvale di Invitalia, che procede in ordine cronologico di presentazione delle domande alla verifica dei requisiti soggettivi e oggettivi previsti dal bando e alla verifica della correttezza e della conformità della documentazione trasmessa.

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 7, pag. 5 del bando).

È sempre consigliabile prendere contatto diretto con l’Ente finanziatore, ti aiuterà a comprendere se il tuo progetto possiede le giuste caratteristiche per essere finanziato (dgpiipmi.div5@mise.gov.it). Alle richieste di chiarimenti pervenute viene fornita una risposta attraverso le FAQ. Si consiglia, pertanto, di consultare regolarmente la pagina web del bando per l’eventuale pubblicazione di risponde alle domande frequenti.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.