Scadenza: 12 gennaio 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea - Fondo europeo per gli affari marittimi, la pesca e l'acquacoltura (EMFAF)

Dotazione Complessiva
€ 1.000.000
Finanziamento Massimo
€500.000
Finanziamento Minimo
€300.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

Nel maggio 2021, la Commissione Europea ha adottato un nuovo approccio per una blue economy sostenibile nell'UE stabilendo un'agenda dettagliata e realistica, affinché la blue economy svolga un ruolo importante nel raggiungimento degli obiettivi del Green Deal europeo. I mari sono condivisi da diversi Paesi e per questo il bando sottolinea l’importanza della cooperazione regionale - anche con i paesi non UE. Date le differenze che esistono fra i bacini marittimi, la Commissione Europea ha adottato un approccio mirato sviluppando tre strategie per le aree marine dell’Atlantico, del Mar Nero e del Mediterraneo occidentale.

Il bando affronta tre topic:

  • Topic 1. EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-ATLANTIC - Progetti innovativi multi-uso che combinano energia rinnovabile offshore con altre attività e/o con la protezione della natura nell'Atlantico
  • Topic 2. EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-BLACK -ProgettiPilota per lo sviluppo di capacità d'investimento e d'innovazione nel contesto della blue economy nel Mar Nero
  • Topic 3. EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-WESTMED - Recupero del turismo costiero e marittimo nel Mediterraneo occidentale.

Il topic 2 mira a promuovere l'innovazione e la digitalizzazione nei settori della blue economy a sostegno dell'attuazione dell'Agenda marittima comune per il Mar Nero (CMA) - approvata da Bulgaria, Georgia, Moldavia, Romania, Russia, Turchia e Ucraina. La CMA stabilisce una serie di aree prioritarie di cooperazione regionale per raggiungere tre obiettivi principali:

  • Ecosistemi marini e costieri sani;
  • Una blue economy competitiva, innovativa e sostenibile per il Mar Nero;
  • Promuovere gli investimenti nella blue economy del Mar Nero.

L'attuazione della CMA contribuirà alla ripresa della sostenibilità nel Mar Nero sostenendo i settori emergenti e rendendo più sostenibili quelli tradizionali. L'innovazione e la digitalizzazione sono considerati fattori chiave per la transizione verde e la blue economy del Mar Nero. Le PMI sono in prima linea in questa agenda ma affrontano difficoltà significative per accedere ai finanziamenti e portare le loro soluzioni innovative sul mercato.

Interventi ammissibili

I progetti dovranno quindi rispondere ai seguenti obiettivi specifici:

  • Rafforzare la capacità delle PMI e delle start-up della blue economy di identificare e attingere a potenziali investitori pubblici/privati;
  • Migliorare la visibilità delle opportunità di investimento nella blue economy del Mar Nero e la capacità degli investitori pubblici/privati di identificare PMI e startup;
  • Sviluppare la capacità degli stakeholder di stabilire/aumentare la cooperazione concreta e gli approcci e i metodi di rete per migliorare il commercio e rafforzare le value chains;
  • Contribuire allo sviluppo di un ecosistema di investimenti e blue innovation in rete e multi-stakeholder nel Mar Nero.

I progetti dovranno riunire gli stakeholders della blue economy sia nei Paesi appartenenti all’ UE che nei Paesi ammissibili dell’area del Mar Nero non appartenenti all'UE, con lo scopo di identificare e affrontare le esigenze di sviluppo delle capacità localiper promuovere l'innovazione, la digitalizzazione e gli investimenti nella blue economy del Mar Nero.

Le proposte di progetto avranno il fine di creare un ponte tra le parti interessate locali e le attività sviluppate nel bacino del Mar Nero. Nelle loro proposte, i candidati dovranno identificare chiaramente le aree locali del Mar Nero sulle quali si concentrerà il progetto.

I progetti dovrebbero concentrarsi principalmente sui seguenti settori identificati come prioritari dal gruppo direttivo del CMA: turismo costiero e marittimo, pesca e acquacoltura e trasporto marittimo. Tuttavia, si possono anche considerare altri settori tradizionali della blue economy, come la costruzione navale, così come quelli emergenti come la biotecnologia blu, le energie marine rinnovabili, ecc. Le proposte possono anche esplorare il potenziale delle PMI/start-up nello sviluppo dei porti come acceleratori della blue economy.

Nelle loro proposte, i candidati dovrebbero descrivere i settori target e giustificare la loro scelta, anche in termini di contributo alla sostenibilità e alla decarbonizzazione. Saranno considerate solo le attività che danno un contributo sostanziale agli obiettivi di sostenibilità ambientale e non danneggiano in modo significativo altri obiettivi ambientali.

Durata dei progetti:tra 24 e 36 mesi.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando le persone giuridiche pubbliche e private con sede negli Stati membri dell’UE (sono altresì ammissibili le organizzazioni internazionali).

Per il Topic 2, potranno partecipare anche persone giuridiche pubbliche e private con sede in paesi non appartenenti all'UE e che fanno parte delle strategie dei bacini marittimi oggetto del presente bando: Moldavia, Ucraina, Russia, Georgia e Turchia.

Le proposte devono essere presentate da un partenariato di almeno tre candidati (beneficiari; non enti affiliati), che soddisfino la seguente condizione:

  • Almeno tre enti, di cui almeno due con sede nei paesi non UE ammissibili partecipanti alla CMA per il Mar Nero.

Il coordinatore deve avere sede in uno Stato membro dell'UE che partecipa all'Agenda marittima comune per il Mar Nero (Bulgaria e Romania).

Entità del contributo

È previsto il finanziamento di almeno una proposta per Topic.

Per il Topic 2 è prevista una dotazione complessiva di 1.000.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 500.000Euro

Contributo minimo per progetto: 300.000Euro

Quota di Cofinanziamento:80%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando 

EMFAF-2021-PIA-FLAGSHIP-BLACK

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Considerate attentamente la sostenibilità del progetto, e quindi la capacità del progetto di mantenere i risultati raggiuti anche dopo il finanziamento. Assicuriamoci di proporre azioni che producano effetti moltiplicatori nel tempo e che non si esauriscano con il finanziamento ricevuto. I candidati dovranno descrivere nelle loro proposte risultati concreti e misurabili entro la durata del progetto e il loro impatto previsto, compresi gli indicatori per il monitoraggio e la misurazione dei progressi (da pag. 13 a pag.15 del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (pag. 23 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto? (pagg 23e 23 del bando). Dopo la firma della sovvenzione, si riceverà normalmente un prefinanziamento per iniziare a lavorare sul progetto (corrispondente circa al 40% dell'importo massimo della sovvenzione; eccezionalmente meno o nessun prefinanziamento). Il prefinanziamento sarà pagato 30 giorni dopo l'entrata in vigore/garanzia finanziaria (se richiesta).

Per presentare una proposta vincente è molto importante dimostrare la conoscenza e la sinergia con azioni già finanziate in precedenza dal Programma di finanziamento in questione.Al fine di garantire il valore aggiunto dell'UE delle attività finanziate e di capitalizzare gli sforzi investiti finora per rafforzare una blue economy competitiva nel Mar Nero, le proposte presentate devono prendere in debita considerazione le attività di quei progetti che già sostengono l'attuazione della CMA e che si concentrano specificamente sul facilitare l'accesso agli investimenti per le PMI e le start-up della Blue economy. I candidati dovranno descrivere chiaramente nelle loro proposte come cercheranno di assicurare la complementarità ed evitare inutili duplicazioni con i seguenti progetti e iniziative citati nel bando: The Black Sea Assistance Mechanism, The Black Sea Virtual Knowledge Centre, The Black Sea CONNECT project, BlueInves, The Enterprise Europe Network. Inoltre, Particolare attenzione dovrebbe essere data alle iniziative cluster di blue economy finanziate dall'UE e ai progetti HORIZON 2020 pertinenti (pag.13 del bando).

L’Ente ha predisposto delle FAQ in accompagnamento al bando. Controlla periodicamente il portale per verificare l'eventuale pubblicazione di nuove FAQ.

Condividi
Scopri le funzionalità avanzate
  • Schede bando complete
  • Monitoraggio personalizzato
  • Salvataggio ricerche
  • Aggiornamento quotidiano
Prova gratis per 7 giorni

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.