Progetti finalizzati alla realizzazione di campagne di comunicazione volte a sensibilizzare e informare la cittadinanza sui diritti delle persone LGBTIQ

Scadenza: 20 giugno 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR)

Dotazione Complessiva
€ 900.000
Finanziamento Massimo
€30.000
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Difficile

Finalità

La finalità del bando è quella di promuovere la cultura del rispetto e della valorizzazione delle differenze, contro ogni forma di discriminazione fondata sull’orientamento sessuale e identità di genere, mediante la realizzazione di campagne di comunicazione, che abbiano un approccio sia nazionale che locale, volte ad informare e sensibilizzare la cittadinanza sui diritti delle persone LGBTIQ, compresa l’informazione sui Centri contro le discriminazioni motivate da orientamento sessuale ed identità di genere attivi sui territori.

Interventi ammissibili

Il bando intende finanziare la realizzazione di campagne di comunicazione che dovranno riguardare i seguenti ambiti di intervento:

  • promozione dei diritti delle persone LGBTIQ e diffusione della cultura del rispetto e della non discriminazione e contro ogni forma di violenza motivata da orientamento sessuale e/o identità di genere;
  • informazione e divulgazione dell’esistenza di Centri/Case di accoglienza contro le discriminazioni motivate da orientamento sessuale e identità di genere e dei sevizi di supporto da questi erogati,quali assistenza legale, sanitaria, psicologica, attività di formazione, consulenza e orientamento per l’inserimento socio-lavorativo, accompagnamento e sostegno a percorsi di formazione specialistici, finalizzati ad avviare percorsi di vita autonoma.

Il progetto, dunque, dovrà consistente nell’ideazione di:

  • una campagna di comunicazione (spot/messaggio ecc.) da veicolare sui media tradizionali/sui social media;
  • un piano di comunicazione per la diffusione della campagna.

Saranno valutati positivamente gli elementi di chiarezza, innovatività, creatività ed efficacia del messaggio comunicativo e della strategia di diffusione. La campagna deve utilizzare un linguaggio inclusivo e rispettoso delle differenze, al fine di superare i pregiudizi nei confronti delle persone LGBTIQ, favorendo un approccio scevro da stereotipi.

Durata progettuale: tutte le attività progettuali dovranno realizzarsi entro 6 mesi dall’avvio delle attività ed entro 2 mesi dovrà essere sottoposto all’approvazione dell’Ufficio lo storyboard del prodotto di comunicazione.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando Associazioni che svolgono attività inerenti alla promozione dei diritti e la tutela delle persone LGBTIQ.

Tali Associazioni devono essere costituite per atto pubblico o per scrittura privata autenticata da almeno un anno. Devono possedere uno Statuto che sancisca un ordinamento a base democratica e preveda, da almeno un anno, come scopo esclusivo o preminente la promozione dei diritti e della parità di trattamento delle persone LGBTIQ e il contrasto ai fenomeni di discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere e non avere scopo di lucro.

I soggetti proponenti possono partecipare in forma singola o associata (ATS).

Qualora si intenda partecipare in forma riunita, la formalizzazione della costituzione dell’Associazione temporanea di scopo potrà avvenire anche dopo la presentazione del progetto.

Ciascuna Associazione, a pena di esclusione, può presentare un solo progetto e non può essere partner di altra proposta progettuale.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 900.000 Euro

Contributo massimo per progetto: 30.000 Euro

È ammessa una eventuale quota di cofinanziamento da parte dei proponenti.  

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Dedicati con cura alla stesura dell’Analisi di contestoedimostra che il tuo progetto intende sopperire ad un fabbisogno reale. A tal fine, assicurati che questa sezione sia corredata di dati e studi ufficiali.

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 9, pagg. 6 e ss. del bando).

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 13, pagg. 9 e ss. del bando).

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 14, pag. 11 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Leggi attentamente tutta la documentazione allegata al bando, è fondamentale per presentare una richiesta di finanziamento corretta. L’individuazione e la raccolta della documentazione completa sono di grande importanza, poiché solitamente informazioni e dettagli rilevanti sono disseminati nei vari allegati che compongono il bando.

 

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.