Scadenza: 7 settembre 2021
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Commissione Europea (DG JUST) - Programma CERV (Citizens, Equality, Rights and Values)

Dotazione Complessiva
€ 2.160.000
Co-finanziamento
90%
Vai al bando
Bando scaduto

Finalità

La pandemia Covid-19 ha colpito tutta la società, ma è stata particolarmente dura con i bambini, in particolare quelli che già si trovavano in una situazione di vulnerabilità (ad esempio: bambini in custodia, bambini con disabilità, bambini in uno stato di povertà).

La pandemia ha inoltre mostrato come le disuguaglianze esistenti tra i vari stati, regioni, gruppi, situazioni familiari, ecc. abbiano un impatto diretto sulla vita dei bambini. Dallo scoppio della pandemia, e soprattutto durante i lunghi periodi di misure di emergenza, molti bambini hanno subito un aumento della violenza domestica (sia come vittime che come testimoni), sono stati esposti ad un aumento del rischio di abuso e sfruttamento online e sono stati privati ​​delle interazioni con i loro coetanei nonchè di parte dell'istruzione regolare e dell’accesso ai servizi di supporto necessari.

I sistemi di protezione sociale dovrebbero funzionare ancora meglio in tempi di crisi e i diritti dei bambini devono essere parte fondamentale delle azioni di prima risposta. La strategia dell'UE sui diritti del bambino e il Sistema Ue di garanzia per l'infanzia hanno istituito un nuovo quadro politico per garantire la protezione dei diritti di tutti i bambini e l'accesso sicuro ai servizi di base per i bambini vulnerabili.

Il bando mira ad affrontare le sfide emerse in relazione alla pandemia Covid-19 nonché a sostenere le azioni proposte dalla strategia dell'UE sui diritti del bambino. Inoltre, l'invito ricalca la necessità di finanziare proposte che affrontino equamente le specificità di ragazze e ragazzi in tutta la loro diversità e di promuovere progetti sensibili agli aspetti di genere e in grado di affrontare i bisogni dei bambini emersi dopo la pandemia o accentuati da essa.

Il bando è dunque finalizzato a contribuire a rispondere all'impatto della pandemia, promuovendo nuove modalità per integrare e incorporare i diritti dei bambini nella risposta a questa e ad altre situazioni di emergenza.

Interventi ammissibili

Temi e priorità

Numerose ricerche hanno evidenziato l’impatto negativo della pandemia Covid-19 sui bambini, con particolare riguardo all’isolamento sociale e a tutto ciò che ne consegue. Le ricerche hanno inoltre evidenziato il fatto che i bambini sono stati molto raramente o per niente consultati riguardo le misure di emergenza adottate in risposta al coronavirus, nonostante queste misure abbiano avuto un impatto diretto sulla loro vita. La situazione è ancora peggiore se si guarda all'implementazione di tali misure (restrizione dei movimenti, istruzione online, chiusura delle attività del doposcuola, ecc.).

L'obiettivo del bando è quello di definire, migliorare e fornire un quadro adeguato relativamente a nuovi e/o esistenti meccanismi di partecipazione dei bambini a livello locale.

Attenzione: nella creazione, miglioramento e fornitura di tale quadro dovrebbe essere garantita una rappresentanza dei bambini equilibrata per genere e diversificata per età.

L'invito mira inoltre a progettare azioni e attività concrete che risponderanno ai bisogni dei bambini in tempo di pandemia e di emergenza.

In particolare, l'invito mira a

(1) includere i bambini nel processo decisionale sulle risposte alle misure pandemiche

(2) identificare, in collaborazione con i bambini, quali attività e servizi sono stati maggiormente colpiti

(3) coinvolgere i bambini nella creazione di meccanismi per supportare i loro bisogni al fine di superare l'impatto negativo della pandemia Covid-19.

Tra le altre, le azioni potrebbero includere ad esempio la creazione o il capacity building per centri di supporto nelle scuole, azioni di aggiornamento dei servizi di supporto già esistenti, gruppi di supporto tra pari, ecc. Le consultazioni con i bambini potrebbero assumere la forma di focus group sull'impatto, sondaggi online, discussioni in ambito scolastico, riunioni di un consiglio locale per l'infanzia che porterebbe allo sviluppo di politiche pubbliche definite insieme ai bambini in diversi settori, ad esempio il settore pubblico, l’istruzione, il settore sanitario ecc.

Attività finanziabili

  • valutare le lezioni apprese dalla situazione del Covid-19 nel contesto del suo impatto sui diritti dei bambini, fornendo raccomandazioni per l'integrazione dei diritti del bambino e mettendo i diritti e le esigenze dei bambini al centro delle risposte politiche in situazioni di emergenza a livello nazionale e / o locale e tenendo conto degli aspetti specifici del genere
  • sondaggi, consultazioni, focus group e altri tipi di incontri online e offline (se possibile) per garantire che i bambini partecipino alla valutazione dell'impatto della pandemia
  • analisi degli input ricevuti dai bambini
  • sviluppo di nuovi progetti e iniziative per i bambini che tengano conto delle esigenze e delle opinioni dei bambini espresse durante le consultazioni
  • rafforzamento delle capacità, attività di formazione, campagne di informazione per le autorità locali competenti e aumento della loro consapevolezza sui diritti e le esigenze dei bambini
  • in collaborazione con i bambini, progettare, stabilire e / o rafforzare protocolli e meccanismi che forniscono supporto ai bambini maggiormente colpiti dalla situazione Covid-19

Attenzione! Ogni progetto dovrebbe tradursi in un'azione concreta nuova o adattata che deriverebbe direttamente dalle consultazioni con i bambini coinvolti nell'attuazione.

Risultati attesi

1. Maggiore conoscenza dell'impatto della pandemia Covid-19 su ragazze e ragazzi, in tutta la loro diversità, nonché delle risposte della politica adottate e delle lezioni apprese per il futuro.

2. Progettazione e lancio di nuove iniziative a livello locale che rispondano ai bisogni dei bambini.

3. Istituzione di protocolli che garantiscano il mainstreaming, la salvaguardia dei diritti del bambino e per estensione promuovano l'uguaglianza di genere e supportino i bambini per le future situazioni di emergenza.

4. Maggiore partecipazione dei bambini ai processi decisionali in situazioni di emergenza.

5. Maggiore stabilità di servizi specifici sensibili agli aspetti di genere dedicati ai bambini durante le situazioni di emergenza.

6. Meccanismi stabiliti o adattati a sostegno del benessere dei bambini, dei loro bisogni e delle difficoltà di salute mentale derivanti dalla pandemia Covid-19.

Durata: i progetti dovrebbero avere una durata compresa tra 12 e 24 mesi (sono possibili proroghe, se debitamente giustificate e tramite richiesta formale).

Ambito geografico e partenariato: i progetti possono essere locali, nazionali o transnazionali e dovrebbero essere elaborati in stretta collaborazione con e / o essere guidati da attori chiave appropriati

I progetti devono rispettare gli interessi e le priorità politiche dell'UE (ambiente, politica sociale, sicurezza, politica industriale e commerciale, ecc.).

Non è consentito il sostegno finanziario a terzi.

Le proposte devono riguardare attività da svolgersi nei paesi ammissibili.

Chi può partecipare

Il bando è aperto ad enti pubblici e privati dotati di personalità giuridica stabiliti in un paese membro dell’Unione Europea o dello Spazio economico europeo o stabiliti in uno dei paesi associati al Programma.

Ulteriori condizioni di eleggibilità

  • Il progetto può essere sia nazionale che transnazionale
  • Il progetto deve coinvolgere almeno due organizzazioni beneficiarie
  • Il contributo richiesto non può essere inferiore a 75.000 Euro
  • le organizzazioni a scopo di lucro devono presentare domanda in collaborazione con enti pubblici o organizzazioni private senza scopo di lucro.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 2.160.000 Euro

Budget del progetto:nessun limite.

Attenzione: la sovvenzione concessa può anche essere inferiore all'importo richiesto.

Tasso di cofinanziamento previsto: 90%

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

CERV-2021-CHILD

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Si richiama l’attenzione sui seguenti aspetti, considerati fondamentali per presentare una proposta effettivamente finanziabile:

  • Il bando consiglia vivamente di coinvolgere un’autorità pubblica nelle attività progettuali. Il sostegno deve essere esplicitato in una lettera di supporto firmata e allegata alla domanda. La presenza della lettera sarà considerata positivamente al momento della valutazione (cfr. criterio di valutazione “Quality”). Attenzione: la scelta dell’autorità pubblica deve essere motivata e spiegata all’interno del formulario di progetto e pertanto coerente con lo scopo e le attività del progetto.
  • Partecipazione dei bambini:tutte le proposte devono rispettare il diritto del bambino a partecipare e tutte le attività del progetto: devono pertanto integrare e proteggere chiaramente il diritto del bambino di essere ascoltato. Le proposte devono rendere il coinvolgimento dei bambini significativo e non discriminatorio, centrale ed integrante, in ogni fase della progettazione, attuazione e valutazione del progetto. Ciò implica garantire una partecipazione equilibrata tra i sessi e una partecipazione diversificata per età di ragazze e ragazzi.
  • Protezione dei minori / politica di salvaguardia:Se un progetto prevede un contatto diretto con i bambini, ogni beneficiario del finanziamento (compresi i partner) se lavora direttamente con i bambini durante il progetto, deve fornire la propria politica di protezione / salvaguardia dell'infanzia. La politica di protezione e salvaguardia dei minori deve salvaguardare tutti i bambini, indipendentemente da aspetti quali capacità, etnia, fede, genere, sessualità e cultura.
  • Gender Mainstreaming:Tutte le proposte dovrebbero integrare una prospettiva di parità di genere nella loro progettazione, attuazione, monitoraggio, comunicazione e diffusione dei risultati. Tutti i dati raccolti e diffusi dovrebbero essere disaggregati per sesso. Le proposte giudicate carenti in questo aspetto saranno considerate di qualità inferiore.
  • Monitoraggio e valutazione:Deve essere prestata un'adeguata attenzione allo sviluppo di procedure di monitoraggio, valutazione e comunicazione affidabili, solide e fondate sull’evidenza.
  • Sostenibilità dei progetti e diffusione dei risultati:le candidature dovrebbero includere anche una descrizione chiara del piano di sostenibilità, prevedendo misure per mantenere e monitorare i risultati anche dopo la fine del finanziamento. I progetti dovrebbero mirare a garantire la durata dei risultati e una loro adeguata diffusione, anche attraverso il coinvolgimento delle autorità competenti nel progetto stesso.

Attenzione: è molto importante che i progetti dimostrino chiaramente di voler contribuire all'attuazione delle azioni proposte dalla strategia dell'UE sui diritti del bambino. A pag. 9 è riportata una bibliografiautilissima per inquadrare il contesto e strutturare un progetto effettivamente in linea con le priorità e le politiche della Commissione Europea sul tema.

Considerare attentamente già dalle primissime fasi della progettazione quanto riportato al punto 9 – Award Criteria (pag.17).

È consigliabile prendere atto di quanto specificato a pag. 19 relativamente alle tipologie di costi ammissibili al finanziamento.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.