Scadenza: 25 maggio 2023
Aperto
Dotazione Complessiva
€ 16.000.000

Finalità

L'invito riguarda i seguenti topic che rappresentano cinque priorità del programma:

  • CERV-2023-CHAR-LITI-CHARTER (topic 1): Sviluppo di capacità e sensibilizzazione sulla Carta dei diritti fondamentali dell'UE;
  • CERV-2023-CHAR-LITI-CIVIC (topic 2): Promozione dei diritti e dei valori attraverso il potenziamento dello spazio civico.
  • CERV-2023-CHAR-LITI-LITIGATION (topic 3): Contenzioso strategico;
  • CERV-2023-CHAR-LITI-SPEECH (topic 4): Proteggere i valori e i diritti dell'UE combattendo i discorsi e i crimini d'odio;
  • CERV-2023-CHAR-LITI-WHISTLE (Topic 5): Sostenere un ambiente favorevole alla protezione degli informatori.

Ogni domanda di progetto nell'ambito del bando deve riguardare solo uno di questi topic/priorità.

L'invito promuoverà i diritti e i valori costruendo in primo luogo la capacità e la consapevolezza delle organizzazioni della società civile sulla Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea e svolgendo attività per garantire che la Carta sia rispettata. I progetti saranno selezionati in modo da garantire una rappresentazione equilibrata delle cinque priorità.

I crimini d'odio sono una violazione diretta del diritto fondamentale delle vittime alla dignità, all'uguaglianza e alla non discriminazione. La lotta ai discorsi e ai crimini d'odio è quindi una parte fondamentale dell'azione della Commissione per promuovere i valori dell'UE e garantire il rispetto della Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea.

I progetti nell'ambito del topic/priorità 4, Proteggere i valori e i diritti dell'UE combattendo i discorsi e i crimini d'odio, dovrebbero mirare a consentire alle organizzazioni della società civile di istituire meccanismi di cooperazione con le autorità pubbliche per sostenere la denuncia di episodi di crimini e discorsi d'odio, a garantire il sostegno alle vittime di tali reati e a sostenere le forze dell'ordine, anche attraverso la formazione o le metodologie e gli strumenti di raccolta dei dati.

Condividi