Scadenza: 11 agosto 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Toscana

Dotazione Complessiva
€ 8.205.218
Finanziamento Massimo
€600.000
Co-finanziamento
50%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

L'obiettivo del bando è quello di far conoscere e promuovere il vino toscano nei Paesi non europei.

Interventi ammissibili

Il contributo è concesso per le seguenti azioni da attuare in uno o più Paesi terzi o mercati dei Paesi terzi:

  • azioni in materia di relazioni pubbliche, promozione e pubblicità, che mettano in rilievo gli elevati standard dei prodotti dell’Unione, in particolare in termini di qualità, sicurezza alimentare o ambiente;
  • partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni di importanza internazionale;
  • campagne di informazione, in particolare sui sistemi delle denominazioni di origine, delle indicazioni geografiche e della produzione biologica vigenti nell’Unione;
  • studi per valutare i risultati delle azioni di informazione e promozione.

Le sole attività di incoming debbono svolgersi nel territorio regionale.

Il progetto deve prevedere la promozione delle seguenti categorie di vini confezionati:

  • vini a denominazione di origine protetta;
  • vini a indicazione geografica protetta;
  • vini spumanti di qualità;
  • vini spumanti di qualità aromatici;
  • vini con l’indicazione della varietà.

Durata progettuale:

  • i progetti hanno luogo dal 1° gennaio 2023 ed entro il 15 ottobre 2023, qualora i beneficiari chiedano il pagamento anticipato dell’aiuto, e presentano domanda di pagamento completa entro il 15 dicembre 2023;
  • i progetti hanno luogo dal 1° gennaio 2023 ed entro il 30 giugno 2023, qualora i beneficiari non chiedano il pagamento anticipato dell’aiuto, ed entro tale data presentano domanda di pagamento completa.

Chi può partecipare

L’aiuto può essere concesso ai seguenti soggetti:

  • organizzazioni professionali, purché abbiano, tra i loro scopi, la promozione dei prodotti agricoli;
  • organizzazioni di produttori di vino;
  • associazioni di organizzazioni di produttori di vino;
  • organizzazioni interprofessionali;
  • consorzi di tutela e le loro associazioni e federazioni;
  • produttori di vino, cioè imprese, singole o associate, in regola con la presentazione delle dichiarazioni vitivinicole nell’ultimo triennio, che abbiano ottenuto i prodotti da promuovere dalla trasformazione dei prodotti a monte del vino, propri o acquistati e/o che commercializzano vino di propria produzione o di imprese ad esse associate o controllate;
  • soggetti pubblici, cioè organismi aventi personalità giuridica di diritto pubblico (ente pubblico) o personalità giuridica di diritto privato (società di capitale pubblico di esclusiva proprietà pubblica), con esclusione delle Amministrazioni governative centrali, Regioni, Province Autonome e Comuni, con comprovata esperienza nel settore del vino e della promozione dei prodotti agricoli;
  • associazioni temporanee di impresa e di scopo, costituende o costituite dai soggetti di cui ai punti precedenti;
  • consorzi, associazioni, federazioni e società cooperative, a condizione che tutti i partecipanti al progetto di promozione rientrino siano organizzazioni professionali, consorzi di tutela e soggetti pubblici;
  • reti di impresa, composte da produttori di vini.

Attenzione! I soggetti pubblici partecipano ai progetti esclusivamente nell’ambito delle associazioni temporanee di impresa e di scopo, ma non contribuiscono con propri apporti finanziari e non possono essere il solo beneficiario.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 8.205.218,76Euro

Il contributo massimo richiedibile per ciascuna domanda non può superare 600.000 Euro.

L’intensità del contributo a valere sui fondi europei è pari al massimo al 50% delle spese sostenute per la realizzazione del progetto.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. par. 5, pagg. 6-8 del bando).

Consulta i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. par. 9, pagg. 13-17 del bando).

Hai bisogno di informazioni o chiarimenti? Puoi prendere contatti i seguenti riferimenti:

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.