Scadenza
14 settembre 2020
Archiviato

PROGRAMMA/ENTE DI FINANZIAMENTO

Regione Lazio - Direzione cultura, politiche giovanili e Lazio Creativo area valorizzazione del patrimonio culturale

Dotazione Complessiva
€ 200.000
Finanziamento Massimo
€ 10.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando

Finalità

Il Piano annuale degli interventi 2020 ha destinato specifiche risorse per dare continuità al programma di attività di valorizzazione della Storia e della Memoria già avviato nel 2019.

L’obiettivo strategico è promuovere una conoscenza più informata e consapevole del percorso di formazione e sviluppo dell’Italia democratica e repubblicana attraverso la cultura del ricordo.

I temi da privilegiare riguardano anche quest’anno in particolare gli eventi legati alla seconda guerra mondiale; alla Resistenza, alla nascita e l’evoluzione dell’Unione europea; alla shoah e alle deportazioni degli ebrei; al ricordo dell’esodo istriano-dalmata e alla nascita della Repubblica.

Interventi ammissibili

In relazione alle tematiche e alle celebrazioni storiche indicate sono ammissibili le seguenti tipologie di intervento:

a) iniziative didattiche, cicli di incontri e corsi di formazione nelle scuole e/o nei comuni del territorio

b) visite e viaggi della Memoria Storica rivolti a: studenti e scuole/università, insegnanti e docenti

c) realizzazione di materiali ed iniziative a carattere divulgativo, di approfondimento o informativo (cartaceo, digitale, audio-visivo) comprendente: pubblicazioni tematiche, biografie, mostre ed esposizioni commemorative

d) incontri con protagonisti e testimoni di eventi storici significativi, anche in relazione alla storia locale

e) ricerca e ricostruzione della storiaattraverso progetti di studio, conservazione ed elaborazione delle fonti raccolte in archivi, biblioteche o altre istituzioni italiane e/o straniere con l'utilizzo anche di strumenti digitali

f) miglioramento delle condizioni di conservazione e valorizzazione dei beni storici e dei materiali archivistici o bibliotecari

g) visite virtuali e altre attività da remoto, realizzazione di piattaforme tematiche fruibili online didattica e consultazione a distanza, presentazioni pubbliche in streaming, realizzazione di pubblicazioni e documentazione in digitale

h) audiovisivi, filmati e altre attività visive


Sono ammesse a contributo le sole iniziative che si svolgano sul territorio della Regione Lazio.

Ciascun soggetto potrà presentare una proposta progettuale contenente anche più interventi tra quelli suindicati.

Le iniziative dovranno essere realizzate entro e non oltre il 30 agosto 2021.


Spese ammissibili

Sono ammissibili a contributo le seguenti tipologie di spese:

  1. Risorse umane (interne ed esterne)
  • Spese lorde personale dipendente assunto per l’iniziativa o già dipendente e adibito formalmente alle attività necessarie all’iniziativa (quota parte per il periodo di svolgimento dell’iniziativa stessa)
  • Spese lorde personale non dipendente (collaboratori/consulenti/docenti/relatori e altri lavoratori autonomi), contrattualizzato per l’iniziativa
     
  1. Costi di produzione
  • Noleggio di beni e fornitura di servizi
  • Spese per diritti su opere dell’ingegno
  • Utenze (in caso di utenze non attivate ad hoc per le iniziative, le spese sono ammissibili solo per la quota chiaramente riferibile all’iniziativa)
  • Spese di trasferimento, vitto e alloggio per i relatori/docenti ecc. indicati nel progetto, nel limite del 30% del costo totale del progetto
  • Spese per pubblicizzazione e divulgazione del progetto
  • Spese per realizzazione, stampa e distribuzione di prodotti editoriali
     
  1. spese per le fideiussioni

La concessione dell’anticipo è subordinata alla presentazione di idonea garanzia fideiussoria, rilasciata da istituti bancari o assicurativi abilitati, ai sensi delle disposizioni vigenti e regolarmente iscritti nei relativi registri.

Chi può partecipare

Il bando è rivolto agli Enti privati senza finalità di lucro, costituiti per atto pubblico o scrittura privata registrata, che operano da almeno 1 anno, coerentemente con le finalità previste nel proprio Statuto, nell’ambito delle tematiche previste dal bando.

Sono inclusi in questa tipologia di enti:

  • le associazioni combattentistiche
  • le associazioni delle vittime della guerra
  • i comitati e le associazioni a vario titolo impegnati nel ricordo delle vittime del terrorismo italiano e internazionale;
  • le istituzioni culturali private senza fine di lucro (archivi, fondazioni, biblioteche, ecc.)


Gli Enti proponenti devono avere i seguenti requisiti:

  1. avere la sede legale o operativa nel territorio regionale
  2. essere legalmente costituiti ed operare da almeno 1 anno, coerentemente con le finalità previste nel proprio Statuto, nell’ambito delle tematiche previste dal bando
  3. possedere i requisiti generali di ammissibilità riportati nell’Allegato 1 del presente Avviso


Tali soggetti possono presentare domanda di contributo per la realizzazione di interventi, anche in partenariato con altri Enti in possesso dei medesimi requisiti indicati.

In questo caso dovrà essere individuato l’Ente capofila che provvederà a sottoscrivere ed inviare la domanda elencando tutti i soggetti componenti il partenariato.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 200.000 Euro

Il contributo concedibile ad ogni domanda non può superare l’importo di 10.000 Euro corrispondente al 100% del costo complessivo ammissibile del progetto.

Link e Documenti

Bando

Pagina web per formulari e documenti

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

  • Non possono presentare domanda, neppure in qualità di membri del partenariato, Enti che svolgano attività politica o sindacale
  • Per capire se la nostra proposta ha reali possibilità di essere finanziata è importante fare una prevalutazione, secondo i seguenti criteri:
    • Chiarezza, completezza descrittiva e coerenza del progetto proposto (anche sotto il profilo finanziario) Max 25
    • Significatività storica e culturale dell’iniziativa in relazione alle finalità e ai riferimenti storici indicati nel presente avviso Max 25
    • Ricaduta territoriale dell’iniziativa anche in relazione al livello di coinvolgimento delle comunità locali nella fase di realizzazione Max 20
    • Validità dell’approccio didattico/formativo/divulgativo Max 10
    • Partecipazione attiva di altri enti (nel caso di progetti in partenariato) Max 5
    • Capacità ed esperienza dei proponenti e dei partner coinvolti con riferimento ai temi dell’avviso Max 5

Il punteggio massimo totale è di 90 punti

Dotazione Complessiva
€ 200.000
Finanziamento Massimo
€ 10.000
Co-finanziamento
100%
Vai al bando
Hai bisogno di supporto?
Affidati ai nostri esperti per una consulenza personalizzata