Scadenza: 17 giugno 2022
Archiviato

Programma/Ente di finanziamento

Regione Toscana

Dotazione Complessiva
€ 2.000.000
Co-finanziamento
80%
Vai al bando
Bando scaduto
Livello difficoltà bando
Intermedio

Finalità

Il sostegno di progetti triennali di residenze artistiche e culturali è volto a favorire l'ulteriore sviluppo di un modello di sistema che persegua gli obiettivi di:

  • stabilire un rapporto creativo e attivo tra gli artisti e il territorio di riferimento;
  • valorizzare le funzioni dei luoghi dello spettacolo quali spazi aperti alle comunità locali e di aggregazione sociale;
  • riequilibrare l’offerta sul territorio regionale;
  • promuovere lo sviluppo e il consolidamento del sistema delle residenze artistiche, quali esperienze di rinnovamento dei processi creativi volte a sostenere l'emergenza artistica, ad accompagnare la crescita delle professionalità e la rigenerazione delle competenze.

Interventi ammissibili

Il bando intende finanziare progetti triennali di residenza artistica e culturale.

Contestualmente è possibile presentare istanza per progetti relativi a Centro di residenza (n. 1) e Residenza per Artisti nei Territori (n. 5), in attuazione dell'Accordo di Programma interregionale triennale 2022-2024 sottoscritto tra Regione Toscana e Ministero della Cultura, ai sensi dell’art. 43 del D.M. n. 332 del 27 luglio 2017 e ss.mm.

Per residenzaartistica e culturale si intende un luogo di spettacolo, dotato di spazi attrezzati, abitato da una compagine artistica professionale che, sulla base di un progetto coerente e organico, promuove lo sviluppo di attività in un contesto territoriale di riferimento definito – ovvero ricadente in un comune o più comuni appartenenti alla stessa provincia o area metropolitana o più comuni contigui, anche se appartenenti a province diverse.

Per Centri di Residenza si intendono luoghi in cui un raggruppamento anche temporaneo di soggetti professionali operanti nell’ambito dello spettacolo dal vivo svolge attività progettuale di residenza coinvolgendo artisti diversi da quelli appartenenti all’organizzazione dei soggetti costituenti il raggruppamento responsabile del progetto di residenza. L’attività di Centro di residenza deve essere l’attività prevalente svolta dal raggruppamento e deve essere svolta con continuità.

Per residenze per artisti nei territori si intendono luoghi ove soggetti professionali sviluppano e integrano la propria attività svolta in una determinata comunità territoriale, con un’attività di residenze per artisti nei territori. L’attività progettuale di residenza per artisti nei territori deve essere svolta coinvolgendo artisti diversi da quelli appartenenti all’attività produttiva propria del soggetto che è responsabile del progetto di residenza.

Chi può partecipare

Possono partecipare al bando soggetti professionali, costituiti in qualsiasi forma giuridica (con esclusione delle persone fisiche), che abitano uno o più luoghi di spettacolo e che hanno svolto, per almeno tre anni nel periodo 2018- 2021, attività di produzione e di programmazione di spettacoli, prevalentemente negli ambiti disciplinari della prosa e/o della danza.

I progetti possono essere proposti da un singolo soggetto o da un raggruppamento, anche temporaneo di soggetti, che svolge attività di residenza artistica e culturale.

Entità del contributo

Dotazione finanziaria complessiva: 2.000.000 Euro

La somma del cofinanziamento ministeriale e regionale è pari al massimo all’80% dei costi complessivi di progetto e nella misura comunque non superiore alla copertura del disavanzo, secondo quanto di seguito indicato:

  • le attività di residenza definite dall’Accordo di programma interregionale come “Residenze per artisti nei territori” sono cofinanziate su base annuale, nella misura della copertura del disavanzo, per una quota pari al 40% da parte del MiC/DGS e pari al 60% da parte delle Regioni proponenti. Il soggetto titolare del progetto di Artisti nei Territori deve garantire una quota non inferiore al 20% dei costi complessivi del progetto;
  • le attività definite dall’Accordo come “Centri di residenza”, sono cofinanziate su base annuale nella misura della copertura del disavanzo per una quota pari al 60% da parte del MiC/DGS e pari al 40% da parte delle Regioni proponenti. Il soggetto titolare del progetto di Centro di residenza deve garantire una quota non inferiore al 20% dei costi complessivi del progetto.

Link e Documenti

Pagina web per formulari e documenti

Bando

Si consiglia di consultare regolarmente il sito web ufficiale del bando per gli aggiornamenti e le informazioni addizionali.

Consigli degli esperti

Si consiglia l’approfondimento delle definizioni di residenza artistica e culturale, Centri di Residenza e residenze per artisti nei territori (Cfr. Art. 2.2, pagg. 3 e ss. del bando).

Ai fini dell'ammissibilità dell'istanza di contributo per la realizzazione di progetti di residenza artistica e culturale, il bando prevede un elenco dettagliato di requisiti da rispettare. Si consiglia pertanto di consultare l’art. 2.3, pag. 5 dell’Avviso. Tieni presente sin da subito che l’ammissibilità dei progetti di Centro di Residenza e di progetti di Residenze per artisti nei territori è condizionata all'ammissibilità a contributo dei progetti triennali di Residenza artistica e culturale.

Attenzione! Nel caso di progetti di Residenza artistica e culturale presentati da un raggruppamento anche temporaneo di soggetti professionali operanti nell’ambito dello spettacolo dal vivo, il partenariato deve essere formalizzato mediante la costituzione in A.T.S. (Associazione Temporanea di Scopo) o R.T.O. (Raggruppamento Temporaneo di Organismi) o A.T.I. (Associazione Temporanea di Impresa).

Consulta scrupolosamente i criteri di valutazione adottati dall’Ente per valutare le proposte progettuali. La lettura preliminare dei criteri ti aiuterà a capire se il tuo progetto possiede le caratteristiche per aggiudicarsi il contributo. Nella fase di scrittura i criteri di valutazione ti guideranno per capire la lunghezza e l’importanza che sarà necessario dare ai singoli paragrafi della proposta progettuale. Dovrò dare maggiore rilevanza ai paragrafi che si riferiscono ai criteri di valutazione che hanno maggior punteggio perché sono quelli su cui si baserà la valutazione del progetto (Cfr. Art. 3, pagg. 7 e ss. del bando, per i progetti triennali di residenze artistiche e culturali; Art. 4.3, pagg. 12 e ss. del bando, per progetti di Centri di Residenza; Art. 5.3, pagg. 16 e ss., per progetti di artisti nei territori).

Ricorda! È stabilità una premialità di 2 punti nel caso in cui le sedi operative dei soggetti richiedenti ricadano nei comuni ricompresi nelle c.d. "aree interne" e/o in comuni con una popolazione inferiore a 5.000 abitanti.

Assicurati di aver compreso le modalità di erogazione del contributo (Cfr. Art. 8, pag. 21 del bando). Possiedi le risorse necessarie per far partire il progetto?

Verifica con attenzione quali sono i costi ammissibili, cioè tutti quei costi che possiamo imputare nel budget di progetto (Cfr. Art. 3.6, pagg. 9-10 del bando).

È sempre consigliabile prendere contatto diretto con l’Ente finanziatore, ti aiuterà a comprendere se il tuo progetto possiede le giuste caratteristiche per essere finanziato.

Condividi

Tutti i contenuti riportati su questo sito web sono di proprietà esclusiva della società Obiettivo Europa s.r.l. e sono protetti dal diritto d'autore e dal diritto di proprietà intellettuale.

È assolutamente vietato copiare, pubblicare o ridistribuire in qualsiasi forma e con qualsiasi strumento i contenuti delle schede bandi o qualsiasi altro testo presente su questo sito, se non previa espressa autorizzazione dalla Società titolare dei diritti d'autore e di proprietà intellettuale.